Log in
NEWS
M5s, inizia l'era Di Maio: eletto candidato premier, sarà anche il leader del movimento Ap, Barone: in Campania pronti con qualunque sistema elettorale Sacrificio di Salvo D'Acquisto, i carabinieri commemorano il 74° anniversario Ambiente, Premio San Michele a "L' Oro di Capri" Enel avvia la produzione in Brasile dei due parchi solari più grandi del Sud America Piano ospedaliero e territorio, lunedì a Napoli il ministro Lorenzin Infezioni cutanee, la scoperta made in Italy: così l'organismo le combatte in due mosse Capodimonte, riaprono i prati della Reggia per le Giornate Europee del patrimonio Boom ecobonus: 2,8 milioni di italiani pronti a ristrutturare casa Napoli, via al Bilancio consolidato 2016: stop al divieto di assunzioni Baroque Park, a Villa Bruno viaggio nel mondo dei libri Treno storico Napoli-Pietrelcina, De Luca e Moretti al viaggio inaugurale: Mantenuti gli impegni Incendi, nasce la filiera della prevenzione Aib Confapi Napoli, Falco: serve un'Agenzia per lo sviluppo del Mezzogiorno Napoli, successo per gli Itinerari Unesco al Wtu di Siena Capri, referendum per il futuro di via Krupp: via alla raccolta firme Cooperazione interregionale, nuovo bando Ue da 60 milioni Forza Italia, entra l'ex Idv Di Nardo: Nessun tradimento, torno a casa Festival di Bari sulle buone pratiche delle città europee. C'è anche Napoli Ryanair cerca il riscatto. In inverno nuovi collegamenti Napoli-Malta Conti pubblici: così i derivati possono affossare il bilancio dello Stato Musica, parata di stelle a Roma per "Napoli nel Cuore" Francesco Todisco (Mdp): Eolico, bene i sequestri della Gdf Fisco, indagine Cgia: Campania tra le regioni meno tartassate Cura dei pazienti fragili, a Roma un convegno organizzato da Lucio Romano Moda, nascono 6 imprese al giorno: record di giovani a Napoli Confindustria, Robiglio si candida alla presidenza di Piccola Industria Test di Medicina, boom di irregolarità: 5 atenei nel mirino. C'è anche Napoli Targa in memoria di Giancarlo Siani: un Qr Code per far conoscere la sua storia ai più giovani Mostre, quasi 1.500 persone al Madre per la videoinstallazione di Cerami "Mai Soli", a Salerno il primo gruppo-appartamento per anziani Capri, nasce il Comitato "Via Krupp aperta e pubblica" Trasporti, De Luca annuncia arrivo del bigliettaio a bordo dei bus Trofeo Pulcinella, cento pizzaioli in gara a Napoli Evasione fiscale da 1,5 mln: sequestrata coop che lavora per le Fs

kimbo shop ildenaro 016

Alto Calore, Cammarano (M5s): Accordo a perdere con l'Acquedotto pugliese

"Non possiamo dirci soddisfatti dell'intesa sulle risorse idriche raggiunta ieri a Caserta tra Acquedotto pugliese e Alto Calore Servizi, che prevede condizioni di favore a vantaggio della Puglia e penalizza ancora la Campania. Possiamo testimoniare direttamente che mentre l'Ente pugliese era rappresentato all'incontro da ben quattro dirigenti, per Alto Calore c'era un solo rappresentante. L'accordo raggiunto, ossia 850 litri garantiti a Sannio e Irpinia e 120 litri al secondo in più ad Acquedotto pugliese, ha un valore meramente temporaneo: solo sessanta giorni. Dopodichè la situazione tornerà quella precedente, ossia si tornerà ai termini dello scelleratissimo Accordo interregionale siglato nel luglio 2012 tra Campania e Puglia, che destina solo la decima parte della risorsa prodotta in Irpinia ai Comuni serviti da Alto Calore". Sono le parole di Michele Cammarano, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, e Francesca Maio, consigliere comunale di San Giorgio del Sannio, che erano presenti all'incontro tenutosi ieri a Caserta presso la sede dell'Autorità di bacino.

"Non è in discussione la solidarietà tra territori, nessuno vuole assetare la Puglia. Ma che a Monopoli ci si possa fare la doccia a qualunque ora del giorno mentre a Cassano irpino, a pochi metri dalle ricchissime sorgenti, si resti senz'acqua, questo non possiamo più tollerarlo" - attaccano i consiglieri del M5S, che aggiungono: "E il problema non riguarda solo le forniture idriche domestiche. Il dissennato criterio di ripartizione delle risorse fa sì che si stia drammaticamente erodendo la quota idrica destinata al deflusso minimo vitale dei fiumi. Il Calore è ridotto a un rigagnolo e in alcuni punti è addirittura scomparso a poche centinaia di metri dalla sorgente". "E anche su questo fronte, l'intesa raggiunta ieri a Caserta non soltanto non migliora le cose ma addirittura le aggrava in quanto prevede che i 120 litri al secondo in più destinati alla Puglia vengano sottratti al fiume, così come i 20 litri al secondo aggiuntivi previsti per Alto Calore. Una autentica follia, perchè la compromissione dell'ecosistema fluviale comporta danni gravissimi. Eppure tanto è accaduto, con l'avallo complice dell'Autorità di Bacino" - commenta la consigliera comunale sannita.

"Ben venga il miglioramento temporaneo previsto dalla nuova intesa. Ma che non lo si spacci per una conquista epocale né per una prova di capacità gestionale. Proprio non ce ne sono le condizioni. Come MoVimento 5 Stelle presenteremo una richiesta di incontro con le parti e una richiesta di accesso agli atti sia per i vecchi accordi, che per quelli di questi giorni, per far luce su tutte queste criticità" - conclude il consigliere regionale Cammarano.