Log in
NEWS
Giovane morto al Loreto mare, è bufera nella Sanità campana Sui sentieri degli dei, ad Agerola omaggio a Rino Gaetano Made in Italy, studio di Confartigianato: Protagoniste le piccole imprese Gianfranco Rotondi (Fi): Alle elezioni ci sarà un vincitore e sarà il centrodestra Regione, aumento stipendio ai manager. Di Scala (Fi): Grottesca difesa di De Gregorio Guardia Sanframondi, al via domani i "Riti Settennali" Roghi, emergenza sui Monti Lattari: fiamme vicino ad hotel Napoli, Moxedano: Situazione trasporti sempre più complicata Confartigianato: Le Pmi italiane pagano l'energia il 29% in più rispetto alla media Ue Montenero, al via la prima edizione di "Corti al Mulino" Premio Capri Danza International, al via la V edizione alla Certosa di San Giacomo Attentato Barcellona, a Napoli rafforzate le misure di sicurezza Diwine Jazz Festival, a Montecorice quattro serate tra vino e buona musica Da Pasqualino, omaggio a Capri: ecco i faraglioni di pizza Ermanno Russo: Che errore depotenziare l'oculistica al Vecchio Pellegrini Napoli, Comune: Dal 28 ordinanza per fornire indicazioni sui vaccini Geometri, Carlino: Al fianco dei periti industriali per il campetto a Scampia Estate, 38 mln di italiani in vacanza: tra i souvenir i prodotti tipici del territorio Giovani Confapi Napoli, Marrone: Bene l'occupazione, investire sulla formazione Lavoro, dati Cgia: nell'ultima parte dell'anno 123 mila nuovi posti Fca, dopo Geely e Dongfeng anche Guangzhou smentisce interesse all'acquisizione Teatro, Kronos e Medea a Velia tra classici e archeologia Alto Calore, Cammarano (M5s): Accordo a perdere con l'Acquedotto pugliese Morto Vincenzo Abate, pioniere della fecondazione artificiale Universiadi Napoli 2019: presentato a Taipei il video ufficiale Partecipazione delle Pmi alle gare pubbliche: bando Cosme da 350mila euro Poli innovativi dell'infanzia, 14,4 milioni alla Campania Treni regionali, 640 milioni dal Governo Ssc Napoli, assessore Borriello: Nuova convenzione per lo stadio, risolte le pendenze Confapi Napoli, Giglio: Incidenti in mare, più controlli ai presidi di salvataggio Benevento, Mortaruolo (Pd): Dalla Regione contributi a 47 Pro Loco Ecolamp, Napoli e provincia al 56% di raccolta di lampadine esauste Miss Mondo Italia, lunedì tappa nel salernitano Morto a Napoli il direttore della Comunicazione Msc Maurizio Salvi Attentato Barcellona, 14 morti: anche due italiani. Nella notte attacco sventato a Cambrils

kimbo shop ildenaro 016

Ciao Nino, senza di te siamo tutti più poveri

1. Nei giorni scorsi è morto Nino Masiello. Di Lui già è stato detto, giustamente, tanto di bello. Siamo, soprattutto qui a Forio, tutti un poco più poveri. Meno di venti giorni fa, quando gli feci i complimenti per il bellissimo suo articolo su Il Mattino, sarà il suo ultimo, dedicato a quel personaggio straordinario che fu Vito Mattera, il Capitano-Libraio-Contadino, ci eravamo dati appuntamento, perché voleva parlare di una seconda edizione del suo affascinante “Bar Maria”. Voleva aggiungere, integrare con nuovi approfondimenti quell’affresco strepitoso della Forio degli anni ’50. Gli dissi che avrei fatto ogni sforzo per “accontentare” la sua ansia di rendere ancora un servizio di testimonianza alla Bellezza dimenticata di quel tempo. Non ci incontreremo, ma non dimenticheremo questo autentico cantore, e parlo solo per l’Isola d’Ischia e Forio, di Personaggi ed Uomini di Cultura a cominciare da Auden e Luchino Visconti che hanno segnato il nostro tempo , trovando qui ispirazione e nuova energia per produrre Bellezza nel campo delle Arti e della Cultura. Grazie Nino carissimo, non dimenticherò la tua umanità, il tuo desiderio di costruire ancora percorsi di Bellezza, la tua amicizia che mi “valse” la tua insistenza perché fossi io a scrivere la prefazione al tuo libro più bello , “Bar Maria”, appunto. E con gli amici, a cominciare dal tuo carissimo Pasquale Elia e dalla famiglia di “Maria”, faremo qualcosa perché il tuo nome resti imperituro. La terra ti sia lieve, amico carissimo.
2. Chi volesse trascorrere una Pasqua serena e ………. coerente con la ricorrenza, si legga la intervista di Papa Francesco a La Repubblica di Giovedì Santo, 13 di aprile. “Penso che oggi il peccato si manifesti con tutta la sua forza di distruzione nelle guerre, nelle diverse forme di violenza e maltrattamenti, nell’abbandono dei più fragili. Il Mondo deve fermare i signori della guerra. Perché a farne le spese sono sempre gli ultimi, gli inermi”. Quel giorno stesso sarebbe andato nel carcere di Paliano, in provincia di Frosinone, per la lavanda dei piedi di quei carcerati. La ragione di quella scelta, non la prima, Papa Francesco l’ha trovata nel monito del Vangelo, nel giorno del Giudizio: “Sono stato prigioniero e siete venuti a trovarmi”. Se non nutriamo questi giorni di questi riferimenti, che Pasqua mai sarà?! Sarebbe solo la occasione per la ennesima “gita fuori porta”. Con qualche scorpacciata in più. Quelli che hanno la Fede, ricorderanno che il Cristo non si fece Uomo per questo, ma predicò la Buona Novella fino a farsi uccidere non per assicurarci una vacanza in più. Ma per redimere il Mondo nel segno dell’Amore. Solo dell’Amore. Questo deve essere il motivo di gioia di questi giorni: la certezza dell’Amore del Cristo, che si è manifestata attraverso la sua parola ma, soprattutto, attraverso il suo sacrificio supremo. E poi la Resurrezione, che stimola il bisogno della Fede, tanto è grande il suo Mistero. Intanto a Forio, nella mattina di Pasqua, il coro dei contadini e quello dei pescatori rinnoveranno la loro sfida secolare al canto del “Regina Coeli, Laetare, Alleluia”. E così sia. Auguri di una Pasqua serena ai miei pazienti lettori.