Log in
NEWS
La filosofia incontra il cinema in Floridiana Confagricoltura, confronto a Benevento sul caso cinghiali: passare dall'emergenza alla gestione ordinaria Riordino delle polizie, anche l'Europa apre una procedura contro la Riforma Madia Salerno, De Luca a Minniti: Invii gli agenti dei corpi speciali Avvocati, prima vittoria del sannita Lizza nel ricorso del Corpo Forestale contro la legge Madia M5s, inizia l'era Di Maio: eletto candidato premier, sarà anche il leader del movimento Ap, Barone: in Campania pronti con qualunque sistema elettorale Sacrificio di Salvo D'Acquisto, i carabinieri commemorano il 74° anniversario Ambiente, Premio San Michele a "L' Oro di Capri" Enel avvia la produzione in Brasile dei due parchi solari più grandi del Sud America Piano ospedaliero e territorio, lunedì a Napoli il ministro Lorenzin Infezioni cutanee, la scoperta made in Italy: così l'organismo le combatte in due mosse Capodimonte, riaprono i prati della Reggia per le Giornate Europee del patrimonio Boom ecobonus: 2,8 milioni di italiani pronti a ristrutturare casa Napoli, via al Bilancio consolidato 2016: stop al divieto di assunzioni Baroque Park, a Villa Bruno viaggio nel mondo dei libri Treno storico Napoli-Pietrelcina, De Luca e Moretti al viaggio inaugurale: Mantenuti gli impegni Incendi, nasce la filiera della prevenzione Aib Confapi Napoli, Falco: serve un'Agenzia per lo sviluppo del Mezzogiorno Napoli, successo per gli Itinerari Unesco al Wtu di Siena Capri, referendum per il futuro di via Krupp: via alla raccolta firme Cooperazione interregionale, nuovo bando Ue da 60 milioni Forza Italia, entra l'ex Idv Di Nardo: Nessun tradimento, torno a casa Festival di Bari sulle buone pratiche delle città europee. C'è anche Napoli Ryanair cerca il riscatto. In inverno nuovi collegamenti Napoli-Malta Conti pubblici: così i derivati possono affossare il bilancio dello Stato Musica, parata di stelle a Roma per "Napoli nel Cuore" Francesco Todisco (Mdp): Eolico, bene i sequestri della Gdf Fisco, indagine Cgia: Campania tra le regioni meno tartassate Cura dei pazienti fragili, a Roma un convegno organizzato da Lucio Romano Moda, nascono 6 imprese al giorno: record di giovani a Napoli Confindustria, Robiglio si candida alla presidenza di Piccola Industria Test di Medicina, boom di irregolarità: 5 atenei nel mirino. C'è anche Napoli Targa in memoria di Giancarlo Siani: un Qr Code per far conoscere la sua storia ai più giovani Mostre, quasi 1.500 persone al Madre per la videoinstallazione di Cerami

kimbo shop ildenaro 016

Patriottismo a giorni alterni

Se alle elezioni regionali del 1947 avesse vinto il Partito Separatista, la Sicilia sarebbe oggi la 51ª stella degli Usa. Se Bossi non fosse stato inguaiato dal Trota, probabilmente la Padania sarebbe indipendente. Domani, invece, sarà tutta l’Italia – se guidata da Salvini – a diventare satellite della Federazione Russa. Convertiremo l’Euro in Rublo, che, per debolezza, se la batteva con la Lira. C’è chi, su invito di un dittatore, si reca in Venezuela per celebrare Chavez a quattro anni dalla morte. (O forse era Pinochet?) Siamo nazionalisti e pure esterofili, qualcuno anche ignorante. Intanto first Lady spending review Jobs act e altri neologismi entrano nel lessico. Possiamo riavere il nostro italiano?

Chi può governare un paese così corrotto?

Se l’Italia fosse un paese normale, Padoan sarebbe il ministro dell’Economia ideale. Le pensa tutte. Studioso di fama mondiale e geniale amministratore. Ma troppo ingenuo. Adesso si illude di attirare in Italia emiri, calciatori, cantanti. Si rivolge ovviamente ai più sprovveduti. Un investitore straniero oculato si guarda bene dal buttare i soldi dove non ci sono regole. Siamo primi in classifica per imbrogli e lungaggini giudiziarie. Se gli fregano il denaro, quando lo recupera? Non c’è processo che arrivi a conclusione. Con la guerra del Libano, molti ricconi si trasferirono da noi. Ma gli demmo tante fregature che scapparono a gambe levate. Solo gli squattrinati vogliono sguazzare nel caos.

Vigliacchi autorizzati alla violenza sui deboli

Con periodicità sistematica e regolare si scopre che certi insegnanti e infermieri abusano di pazienti anziani o disabili che gli vengono affidati e anche di bambini. Non solo schiaffi, ma addirittura dispetti da caserma e botte da orbi. Per taluni la necessità di essere violenti si scatena sempre sui più deboli. La misura cautelare è la sospensione dal lavoro – però ugualmente retribuito – per sei mesi. Ovviamente si tratta di persone ammalate che necessitano a loro volta di cure. Basterebbe una visita medica per scoprire la loro non idoneità a occuparsi di esseri umani particolarmente bisognosi di premure e affetto. Lo stato, invece, li assume senza alcun controllo, diventandone, quindi, complice.

Come mai la guerra predilige i siti archeologici?

Più si estendono i combattimenti, più sembrano restringersi i territori martoriati. Prima era Aleppo il centro del conflitto. Poi Palmira. Da un po’ di tempo l’interesse si è spostato a Mosul (l’antica città assira di Ninive). Se si fa un passo avanti, l’indomani se ne fa uno indietro. Le forze militari sembrano equivalersi nonostante quelle occidentali siano più equipaggiate e numerose. Il mondo vive col fiato sospeso. Se si retrocede nel settore Est, si conquista terreno a Ovest. Non si capisce come mai nessuno soccomba, malgrado le potenti tecnologie belliche. il raccapriccio non è per gli uomini che muoiono, ma per gli antichi monumenti distrutti. Ci stanno raccontando una guerra vera?

Eppure qualcuno lo voterà anche dalle mie parti

Lezione di dignità a chi ha sempre sfruttato e disprezzato il Sud da quando l’Italia è unita. Napoli è casa mia, dichiara mentendo. Chi striscia per elemosinare voti non è gradito. Lui insiste, essendo in cerca di legittimazione per rappresentare una destra di cui non è degno. Ma non ce lo vogliono. Se ne stia in Padania. Non sono d’accordo con chi allestisce barricate. Biasimo, però, chi indossa la maglietta Je suis Naples per mendicare qualche voto. Speriamo che non debba intervenire la forza pubblica per proteggere lui e i basisti locali che gli hanno organizzato la trasferta. È l’indotto della nostra politica, il precariato di bassa manovalanza elettorale. Solo per un pugno di euro.