Log in
NEWS
Incendi, da oggi a Torre del Greco tavolo permanente M5S Cooperazione scientifica nel Mediterraneo, a Napoli si presenta Prima Scenari economici e Milano Finanza 22 luglio 2017 LETTERA APERTA A TITO BOERI di Paolo Savona Incendi, domani audizione in Commissione Ambiente Contributi ai Partiti europei: domande entro il 30 settembre Al via Youth4Regions, contest Ue per giornalisti Start up sociali e under 35: 300mila € alle migliori idee Mozzarella surgelata, 56 parlamentari chiedono chiarimenti Metropolitana di Napoli, in parlamento il caso della "compatibilità" di Cascetta Siccità, la pioggia non basta. Solo l'11% "diventa" acqua Mutui, attesa media di 134 giorni. Il caso Campania Mostre, Biennale di San Leucio sceglie il tema "Terra Madre" Da Napoli un sistema che previene i danni da sisma agli edifici Rfi, in Campania nuovi sistemi informativi per i viaggiatori Giffoni Film Festival, Gubitosi: Ora collegamento Metro con Salerno Cooperazione scientifica nel Mediterraneo, a Napoli si presenta Prima Napoli, opposizioni diserteranno seduta consiliare su Bagnoli Tassa sui rifiuti, Napoli e Salerno tra le più esose in Italia System House cerca sede in Campania per i lavoratori ex Gepin Giffoni Film Festival, Gubitosi: Ora collegamento Metro con Salerno Intervista a Vincenzo Schiavo Siccità, danni per 2 miliardi di euro. Tutte le coltivazioni colpite Taxi, Città di Partenope denuncia: da lunedì costi più alti e meno chiarezza Acerra, Comune parte civile in tutti i processi su roghi dolosi Musica, a settembre torna Ethnos Festival Ottaviano, dopo i roghi riprende "Estate Medicea" Giornalisti, sindacato spara a zero contro De Luca Fca, sindacati chiedono attivazione del progetto Premium Università, martedì a Roma l'audizione di Oddati Cgil fa causa alla Nato per dipendenti nelle basi italiane Scuola, in arrivo mezzo miliardo per le paritarie Fs prevede 26 mln di passeggeri per estate 2017. Napoli snodo cruciale ll Sun toglie Napoli dalla lista delle città più pericolose del mondo Napoli, riapre la Funicolare Centrale Giffoni Experience, un festival tra grande cinema e legalità/sicurezza

kimbo shop ildenaro 016

La lingua italiana, questa sconosciuta

Se ne sono accorti all’università, dove gli ignoranti sono arrivati con buoni voti, pur calpestando sintassi e regole lessicali. Scandalizzati docenti, accademici e linguisti chiedono aiuto al governo. Istituiti in alcune facoltà inutili corsi di recupero grammaticali. Gli studenti stentano anche a esprimersi. Non solo non sanno scrivere, ma neppure esprimersi. Pazienza, questa generazione sarà carente, com'è del resto la società. Pensiamo, però, alle prossime, fortificando le elementari, un tempo orgoglio della nostra scuola. È lì che si impara. Anche a capire l’importanza dello studio. Basta riforme. Si ritorni ai vecchi sistemi didattici, che formavano pure le coscienze degli scolari.

Con le difficoltà economiche aumentano anche le separazioni

In tempo di crisi, anziché essere solidali tra loro, alcune coppie purtroppo si alleano con la miseria. Molte attività chiudono, si perde lo stipendio, si deve affrontare il problema della sopravvivenza, soprattutto dei figli. Ma non si parla più, se non per litigare. Lui va in cerca di una compagna meno assillante. Così, si raddoppiano le spese. Lei, anche se ha torto, rimane in trincea. Il dramma cresce e talvolta finisce in tragedia. La violenza è spesso la reazione di chi è esasperato. Le prime vittime sono i bambini che assistono impotenti alle liti. Poi la solitudine. Chiedono quando torna a casa papà. Crede di essersi innamorato di un’altra. In realtà, è scappato per non affrontare le responsabilità di marito e di padre.

Il manganello, vecchio simbolo di autorità e prepotenza

Ma non ancora sperimentato come attrezzo di stupro. Il ragazzo è finito in ospedale, con lo sfintere lacerato. Operato, ne avrà per almeno due mesi. Essendo arabo, i quattro poliziotti che gli hanno dato la lezione sono stati solo sospesi. Hanno l’attenuante di non avere usato l’olio di ricino. La banlieue parigina è in rivolta. La protesta si estende a tutto il paese. In confronto la violenza di casa nostra è da colombe. Noi siamo ancora alle prese col bullismo. Italiani brava gente, ci emozioniamo alla notizia che Robbie Williams ha baciato la De Filippi. La Francia è più evoluta. Anche nel razzismo. Chissà la prossima vignetta di Charlie Hebdo. Marine Le Pen è solidale con i flic.

Delinquete pure, gente. Da noi è gratis

Non si vede più Perry Mason. Peccato. C’è nostalgia di quei telefilm in cui il processo cominciava subito e non si fermava finché non si arrivava a sentenza. Durante il dibattito si scopriva pure il vero colpevole, che finiva in galera. Forse la realtà è un po’ romanzata, ma rispecchia il sistema giudiziario americano. Ogni volta ci si chiedeva “Non si può fare lo stesso in Italia?”. Non si sa perché, qui, invece, ci vogliono almeno otto o nove anni per il primo grado. Ovviamente non c’è mai una conclusione perché arriva prima la prescrizione. Tronchetti Provera ha dovuto rinunciarvi per essere assolto dopo 11 anni. I criminali, però, ne beneficiano. E come.

Continueranno a convivere, separati in Campidoglio

Dopo averla offesa, si vergogna e si dimette. Ma, dicendosi pentito, lei non lo caccia. In realtà, non sa con chi sostituirlo. Chi accetta ormai di fare l’assessore con lei? Lui maledice il momento in cui si è fatto carpire lo sfogo che ha messo a soqquadro la capitale. Dice: non era neppure un giornalista – ingenuità ancora più grave la sua – ma un ragazzo, per di più precario. Di cui un ex comunista, oggi grillino, dovrebbe ammirare l’iniziativa. Ma non ha il coraggio di sostenere ciò che ha confessato. Né lei di mandarlo a quel paese dopo le dichiarazioni ingiuriose. Non c’è traccia di dignità in nessuno dei fronti. Ci si chiede dove la politica raccolga da un po’ di tempo certi personaggi.

Si cominciò col vaffa, ormai da educande

Fece appena in tempo ad apprendere di essere una gran puttana Rita Levi Montalcini, prima di spegnersi serenamente a 103 anni. Grillo l’accusava di avere ottenuto, così, il Premio Nobel per la medicina. Era il 2012, l’alba del turpiloquio e degli insulti personali. Di Maio né altri si scandalizzarono. Nessuno invitò il leader a scusarsi. Neppure con la Boschi e la Boldrini. Ricordate che cosa erano accusate di fare le parlamentari PD? Ancora più squallido è oggi “Patata bollente”. Sono questi i titoli che eccitano certi lettori. La volgarità è in continua evoluzione. Si è aperta una gara tra i peggiori. Asia Argento in Pole position. Per di più, additando l'avversario a un ingiusto e stupido dileggio, si rivaluta la mediocrità di chi è inadeguato nel ruolo politico, ma sempre una donna da rispettare.

 

Un caro saluto, Roberto