Log in
NEWS
Conti pubblici: così i derivati possono affossare il bilancio dello Stato Musica, parata di stelle a Roma per "Napoli nel Cuore" Francesco Todisco (Mdp): Eolico, bene i sequestri della Gdf Fisco, indagine Cgia: Campania tra le regioni meno tartassate Cura dei pazienti fragili, a Roma un convegno organizzato da Lucio Romano Moda, nascono 6 imprese al giorno: record di giovani a Napoli Confindustria, Robiglio si candida alla presidenza di Piccola Industria Test di Medicina, boom di irregolarità: 5 atenei nel mirino. C'è anche Napoli Targa in memoria di Giancarlo Siani: un Qr Code per far conoscere la sua storia ai più giovani Mostre, quasi 1.500 persone al Madre per la videoinstallazione di Cerami "Mai Soli", a Salerno il primo gruppo-appartamento per anziani Capri, nasce il Comitato "Via Krupp aperta e pubblica" Trasporti, De Luca annuncia arrivo del bigliettaio a bordo dei bus Trofeo Pulcinella, cento pizzaioli in gara a Napoli Evasione fiscale da 1,5 mln: sequestrata coop che lavora per le Fs Palasport delle Fiamme Oro di Roma intitolato al napoletano Aurelio Santoro Rossi, Viesti, Laterza e le vexata questio M Provinciali a Caserta, in corsa sei liste e due candidati alla presidenza Ippodromo di Agnano, domenica trotto internazionale con il Gran Premio Freccia d'Europa System House, nuova sede a Napoli: taglio del nastro il 26 settembre Banca regionale di Sviluppo main sponsor della Cuore Napoli Basket Il primario del Rummo Guido Quici nuovo leader nazionale della Cimo European Biotech Week: a Napoli focus su chirurgia robotica e vaccini Lea e piano ospedaliero, primo faccia a faccia Lorenzin-De Luca "Digita", on line il nuovo bando di Federico II e Deloitte Tribunale del Riesame di Salerno, carcere per ex sindaco di Scafati Vietri sul Mare, torna la Festa dei Boccali Taxman, l'app che aiuta le ditte individuali a capire quanto guadagnano Dai Big Data alla medicina genetica: Notte europea dei Ricercatori nel Polo Biotech di Caserta Soluzioni hi tech per l’emergenza eruzione: Napoli al Climathon con i “Vesuvio Rangers” Alfieri a convegno della Cia: Pronto il recupero della diga di Campolattaro Circolo Posillipo, festa per i 92 anni di attività Doriana Buonavita sarà segretario generale della Cisl Campania Le correnti di pensiero dell'innovazione aperta Pietrelcina, domani il primo treno storico verso i luoghi di San Pio

kimbo shop ildenaro 016

L'ambasciatore algerino invita le aziende campane al Forum di Pescara

 

"Il 19 e 20 ottobre sarà Pescara a ospitare il Forum economico Italia-Algeria. La notizia è stata ufficializzata nel corso della visita istituzionale nel capoluogo adriatico dell'Ambasciatore d'Algeria in Italia, Abdelhamid Senouci Bereksi, che ha incontrato il sindaco Marco Alessandrini e alcuni imprenditori abruzzesi, oltre ai rappresentanti della locale Camera di Commercio. " Oggi nell'incontro con l'amico sindaco Marco Alessandrini , abbiamo parlato delle eccellenti e importanti relazioni fra Algeria e Italia. L' Italia e' il primo partner economico e commerciale dell'Algeria, e il secondo come forniture. " I rapporti fra i due Paesi - ha detto l' Ambasciatore - sono strategici e molto importanti in tutti i settori e non solo in quello economico. Con questa visita vogliamo anche rinsaldare l'amicizia che fra i due Paesi dura da duemila anni ". Nel corso della visita si è parlato anche dei rapporti fra il Paese nordafricano, il capoluogo adriatico e il centro sud dell' Italia. " L' Algeria e'  per noi un Paese di importanza strategica - ha aggiunto il Presidente del Centro Estero, Daniele Becci - oltre che per la vicinanza con l'Italia, e' tra I Paesi africani quello con la maggior superficie e una popolazione di 40 milioni di abitanti, di cui il 15 per cento gode di un livello di reddito paragonabile a quello della classe media europea. Crediamo che in futuro territori molto vicini si debbano guardare e affiancare con amicizia e collaborazione. In questa ottica riteniamo fondamentale la presenza del mondo universitario; mondo impresa e mondo accademico insieme per esplorare e rafforzare un connubio che si preannuncia vincente . L'incontro odierno gia' guarda al prossimo Ottobre, in cui sara' organizzato in summit , in collaborazione con il World Trade Center territoriale, con l'obiettivo di presentare il Sistema Algeria, illustrando le concrete opportunita' di business. Ma anche fare network, favorendo le imprese dei rispettivi Paesi ".
La Campania mai come adesso e' interessata all'Algeria e molti sono gli accordi in essere, tra questi lo sbarco dell'azienda Lauro ad Algeri: Ischiamar III, mezzo veloce da 350 passeggeri di capacità, è appena arrivato a Skikda e presto entrerà in servizio sulla costa algerina, pur continuando a battere il tricolore: “Abbiamo chiuso un accordo articolato con le autorità algerine e la loro compagnia di bandiera, ma non si tratta di un semplice noleggio” spiega l’armatore partenopeo, patron del gruppo Alilauro. Per un periodo di tre mesi (con un’opzione per un ulteriore trimestre) l’Ischiamar III effettuerà con i colori di Algerie Ferries una serie di collegamenti brevi mirati allo spostamento dei turisti sulla riviera algerina. Oltre a ciò, non solo la nave opererà con equipaggio e bandiera italiani ai comandi di Onofrio Calise, ma va anche sottolineato – prosegue Lauro – che il nostro gruppo fornirà ad Algerie Ferries anche numerosi servizi di assistenza riguardo alla commercializzazione dei collegamenti offerti”. L’operazione, che ricorda in parte quanto recentemente realizzato da Snav in Angola, si configura quindi più che come un semplice noleggio, sicché il valore della stessa, su cui l’armatore preferisce mantenere il riserbo, è più elevato. Una formula, peraltro, che il gruppo partenopeo è pronto a replicare a breve: “Un’operazione come questa permette di valorizzare appieno non solo i nostri asset e il nostro personale, ma anche il know how acquisito in decenni di esperienza. Ecco perché stiamo lavorando ad accordi simili in altri due paesi, uno Mediterraneo e l’altro oltre le Colonne d’Ercole: entro ottobre contiamo di chiudere”.                          Ma per quanto riguarda Ischiamar e l’Algeria c’è di più. A fianco del noleggio e della fornitura di servizi, infatti, Lauro ha imbastito trattative anche sotto un altro fronte: “L’Algeria è uno dei paesi più ricchi di gas, ragion per cui stiamo ragionando sulla possibilità di organizzare a partire da quel paese la logistica dell’LNG che servirà all’alimentazione del Palladio di Compagnia delle Isole (di cui Lauro è presidente e azionista di riferimento, nda). Come è noto, infatti, da tempo lavoriamo al progetto, tanto da esserci recentemente dotati di un’unità, l’AHTS Billton, che sarebbe in grado di effettuare il trasporto dall’Algeria alle coste siciliane” conclude l’armatore.

L'Ambasciata italiana e i festeggiamenti di San Gennaro negli Usa

Martedì 19 settembre il Consolato degli Stati Uniti a Napoli rimarrà chiuso per la festività di San Gennaro, Patrono della città, ma nel contempo annuncia che a New York invece i festeggiamenti in onore di San Gennaro iniziano il 19 e dureranno fino al 24 settembre. Le strade della storica Little Italy, il quartiere di Manhattan che fu la prima casa in America per centinaia di migliaia di immigrati italiani a partire dall'inizio del XX secolo, saranno decorate di verde, bianco e rosso. Tradizione e devozione, ma anche musica, danze e ottima cucina italiana. Come ogni anno, anche la 91esima edizione della Feast of San Gennaro viene organizzata dai Figli di San Gennaro, Inc., un'associazione no profit dedicata a mantenere vive le tradizioni dei primi immigrati italiani negli Stati Uniti. E' uno degli appuntamenti più attesi dalla comunità italiana di New York, un evento che raccoglie un numero immenso di visitatori provenienti da tutto lo Stato e dal mondo e un momento importante che mette insieme italiani d’America e Americani. La Festa di San Gennaro è tra le più belle e sentite nella Grande Mela. Un appuntamento fisso che l'anno scorso tocco' il suo 90° anniversario. L’amata Feast of San Gennaro è un festival annuale presentato dai Figli di San Gennaro, organizzazione no-profit che da anni si impegna a mantenere lo spirito e la fede dei primi immigrati italiani. L’organizzazione (che si chiama Children of San Gennaro) è molto attiva in città - ha donato più di 2 milioni di dollari alle scuole del vicinato, alle parrocchie e alle altre organizzazioni di beneficenza dal 1996 fino ad oggi – e realizza annualmente la festa più grande e lunga di New York City e attrae – sono i numeri dell’organizzazione – circa  1 milione di persone per ogni edizione, provenienti da ogni parte della Terra. La prima festa a New York City si è svolta il 19 settembre del 1926. Da pochissimo tempo avevano preso ad insidiarsi nuovi immigrati provenienti da Napoli. Proprio gli stessi che decisero che si sarebbero ricostruiti una vita nel quartiere di Little Italy. E furono sempre loro che, per mantenere le tradizioni, ricordare le loro origini e lo spirito del Santo Patrono di Napoli, stabilirono di continuare a celebrare la giornata a lui dedicata. La festa, già molto sentita, divenne ancora più importante, un appuntamento annuale per gli italo-americani di NY, tanto che trovò la collaborazione e l’unione di tanti altri italiani che già vivevano a Little Italy o che lentamente, nel tempo, iniziarono ad abitarla. E oggi a New York, dopo ben 91 anni, la Festa è attesissima, prescinde da ogni cosa e ha un record fisso anche in termini di durata: 11 giorni! Quindi, per un periodo lungo, molto lungo per gli standard di New York, Little Italy si trasforma completamente. Nelle strade c'è un'esplosione di gioia e di colori e si lascia spazio a tutti quelli che per ricordare San Gennaro e le tradizioni italiane invadono il quartiere. La Festa di San Gennaro è l’evento Top di Settembre ed è tra i più importanti di NYC. Di quelli che tutti segnano la data nel calendario. Per 11 giorni Mulberry Street, ed esattamente la parte di Mulberry Street tra Canal St e la Houston (dove ci sono i due ingressi) è un tricolore. Negli angoli di Grand St e Mott St ci sono, invece, i palchi per gli eventi musicali e le competions della Festa. Le celebrazioni sono molto sentite, come detto, tanto che anche gli Italiani del Bronx e di Belmar, in New Jersey, festeggiano il patrono. Ma nulla è paragonabile all’organizzazione di Little Italy. Quest’anno la festa si terrà dal 14 al 24 settembre. La cosa più divertente è che anche in una città come New York, durante questi giorni, si respira l’atmosfera tipica delle feste popolari, delle sagre. Mulberry e' piena di bancarelle che friggono pizze e zeppole, preparano lasagne, tortelli, salsicce e polpette al sugo, e vendono torrone e cannoli fa uno strano effetto. In fondo, stiamo parlando sempre di New York City. La Festa ogni anno ripropone dei must ai quali è un obbligo partecipare. Non si potrà dire di essere stati alla Festa di San Gennaro a NY senza vedere almeno una delle due competizioni (polpette e cannoli!) o partecipato alla processione del 19 settembre.Tra l'altro, sono proprio questi i giorni in cui le celebrazioni fanno il pieno  di visitatori.

L'ambasciatore Nurtayev invita le imprese campane alle fiere "KazAgro" e "KazFarm"

In seguito ai rapporti instaurati nell’ambito dell’Expo di Astana tra la Regione Campania e l’ambasciata del Kazakhstan di Roma, di cui il suo rappresentante Sergey Nurtayev, le imprese regionali operanti nei settori Giardinaggio, Vino, Agricoltura, Allevamento, Bevande, Cibo, Industria forestale, Orticoltura e Pesca sono invitate a partecipare alle prossime fiere KazAgro e KazFarm che si terranno nei prossimi 25-27 ottobre 2017 a Astana.  Inoltre, in occasione dell’International Forum of Sovereign Wealth Funds (IFSWF) di Astana in Kazakhstan, CDP Equity ha firmato un accordo preliminare di collaborazione con il fondo Samruk-Kazyna JSC e la holding KazAgro national management holding JSC. L’accordo sancisce l’inizio di una nuova collaborazione tra le aziende italiane partecipate da CDP Equity e quelle nel portafoglio del fondo e della holding e ha lo scopo di creare nuovi impianti produttivi nei settori della produzione di componenti per l'oil&gas, della distribuzione alimentare e dell’agricoltura 4.0 del Kazakhstan. Inoltre, le aziende italiane e kazake valuteranno la possibilità di localizzare nuove produzioni utilizzando le tecnologie italiane. CDP Equity è una società del Gruppo Cassa depositi e prestiti che ha la missione di sostenere l’economia italiana investendo nel capitale di società di rilevante interesse nazionale. Fra queste, ha in portafoglio aziende operanti nei settori manifatturiero e agricolo, che saranno interessate dall’accordo. Guido Rivolta, Amministratore Delegato di CDP Equity, ha commentato : " Ringraziamo Samruk-Kazyna e KazAgro per aver riconosciuto in CDP Equity un partner per il futuro. Da oggi comincia un’importante collaborazione che supporterà la crescita economica dei due Paesi. Con questo accordo inoltre sottolineiamo la volontà di stabilire una partnership di lungo periodo che ha l’obiettivo di proseguire nello sviluppo delle nostre rispettive società partecipate”.  Trand positivo, vera inversione di tendenza,  per l’agricoltura kazaka. La produzione lorda è aumentata del 3,1 percento nei primi sei mesi del 2017, raggiungendo i 887,5 miliardi di dollari. Questi sono i dati rilevati dal vice ministro dell’agricoltura Gulmira Issayeva in un recente briefing del Servizio di Comunicazione Centrale. Secondo quanto rilevato, “la produzione di bestiame è aumentata del 3,1 per cento, mentre la produzione vegetale, del 2,2 percento” ha dichiarato il vice ministro. Insieme alla produzione di bestiame e verdure, nello stesso periodo sono aumentati anche gli, investimenti agricoli (+56 percento) e la produzione lorda dell’industria agroalimentare (7,5 percento). Bene anche l’export. Secondo i dati operativi del comitato delle entrate statali e il Kazakistan Temir Zholy, infatti,  dal 20 luglio le esportazioni di cereali e farine (prodotti leader dell’export kazako) hanno raggiunto i 4.056 milioni di tonnellate. Dii fatto, con l’aumento della produzione, le autorità locali stanno cercando di ridurre l’import di  prodotti alimentari di base. Intanto quest’anno, rispetto a gennaio-maggio 2016, sono già diminuite le importazioni di 11 prodotti alimentari, ha dichiarato Issayeva. Tra questi, ci sono il montone, le cipolle, il cavolo, i prodotti lattiero-caseari, la farina di frumento e le radici di barbabietole. Secondo il vice ministro kazako, per quanto riguarda l’import sono diminuiti anche: il burro (5,7 percento); il pesce (5,6 percento); l’olio vegetale (3,4 percento), la carne di pollo (2,7 percento) e il formaggio  (0,1 percento).

L'Ambasciata italiana di Mosca accoglie le imprese campane ospiti del "World Wide"

 

L'Ambasciata d'Italia a Mosca e' stata recentemente sede del passaggio di consegne dei suoi primi rappresentanti: e' arrivato Pasquale Terracciano che a sua volta aveva lasciato Londra per rilevare una delle piu' importanti caselle diplomatiche per i prossimi anni.
Nato a Napoli il 4 maggio 1956, dove nel 1978 si laurea in giurisprudenza e nel 1980 supera l’esame di Stato di avvocato. La carriera diplomatica inizia nel 1981. Svolge i primi incarichi alla Direzione Generale del Personale, è Console a Rio de Janeiro nel 1985 e Primo Segretario alla NATO a Bruxelles dal 1989 al 1992, dove è incaricato, tra l’altro, dei rapporti con la stampa.
Rientrato a Roma nel 1993, lavora al Coordinamento Comunitario della Direzione Generale Affari Economici ed è successivamente nominato Consigliere del Gabinetto del Ministro. Dal 1996 al 2000 è Primo Consigliere dell’Ambasciata d’Italia a Londra, nonchè Direttore Aggiunto per l’Italia nella Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo. Nel 2000 torna alla Rappresentanza alla NATO come Primo Consigliere, responsabile dei negoziati tra NATO e Unione Europea. Nel 2001 è chiamato ad assumere l’incarico di Vice Capo di Gabinetto del Ministro degli Affari Esteri. Dall’ottobre 2004 al giugno del 2006 ha ricoperto l’incarico di Capo del Servizio Stampa Informazione e di Portavoce del Ministro degli Esteri. Successivamente è stato Ambasciatore a Madrid (dal 31 luglio 2006 al 20 luglio 2010). Poi, dal 21 luglio del 2010 al 20 novembre del 2011, ha ricoperto l’incarico di Capo di Gabinetto del Ministro degli Affari Esteri, Franco Frattini (con cui ha sempre mantenuto eccellenti rapporti). Dal 21 novembre 2011 è stato Consigliere Diplomatico del Presidente del Consiglio dei Ministri e suo rappresentante personale/Sherpa per il G8 e G20. Dal 27 marzo 2013 ha assunto anche le funzioni di Capo di Gabinetto del Ministro degli Affari Esteri ad interim. Dal primo maggio 2013 ricopre l’incarico di Ambasciatore a Londra accreditato anche presso l’International Maritime Organization (IMO). Al suo incipit diplomatico l'evento che sicuramente attirera' molte aziende campane: il World Wide Moscow ” che  si svolgerà dall’11 al 14 ottobre 2017 all’interno di Crocus Expo, il principale quartiere fieristico della Russia con oltre 260 aziende espositrici tra italiane ed estere. Il Salone World Wide Moscow è considerato l’appuntamento di riferimento del settore casa-arredo per la Russia e per i Paesi del suo bacino geopolitico ed è meta di oltre 30.000 operatori del settore. La manifestazione si distingue non solo per l’alta qualità dell’offerta merceologica,  dal mobile classico al prodotto di tendenza fino al luxury – ma anche per la propria identità proponendosi quale fiera di riferimento delle idee per interni, una selezione dei mobili presentati al Salone del Mobile. Milano: dagli arredi agli imbottiti, apparecchi per l’illuminazione, cucine, mobili da ufficio, complementi, arredo-bagno, tessile, elementi d’arredo ed elementi tecnici di arredo per la casa/contract.     Il Salone Satellite WorldWide Moscow, e'  una opportunità molto ambita dai giovani designer russi e dei Paesi delle ex repubbliche sovietiche sia per i contatti che offre con gli espositori presenti sia per la visibilità internazionale grazie alla presenza della stampa. La manifestazione è organizzata da Federlegno Arredo Eventi con la collaborazione di ICE, Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane. La scorsa edizione dei Saloni WorldWide Moscow ha registrato oltre 30.000 presenze nei quattro giorni della manifestazione e ha visto la partecipazione di 300 aziende – di cui il 22% estere provenienti da Australia, Francia, Germania, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Russia, Spagna e Stati Uniti su una superficie di oltre 10.000 metri quadrati – il meglio del settore presentato al Salone del Mobile. In piena sinergia con i Saloni WorldWide Moscow, sempre dal 2005, il Salone Satellite WorldWide Moscow  e' una opportunita'  molto ambita dai giovani designer russi e dei Paesi delle ex repubbliche sovietiche , sia per i contatti che offre con gli espositori presenti sia per la visibilita' internazionale grazie alla presenza della stampa. L'imprenditoria russa , in un momento particolare in cui la situazione internazionale preoccupa, continua imperterrita a cercare joint con i Paesi esteri, e cerca nella Campania uno dei suoi principali luoghi interlocutori.

Ambasciatore russo a Napoli per i 240 anni di amicizia con la città

 

"Sono riconoscente al mio amico, il sindaco Luigi de Magistris, per l'assistenza nell'organizzazione dell'installazione di questa targa commemorativa". Così l'Ambasciatore della Federazione Russa, Sergey Razov, a margine dello scoprimento della targa sulla facciata di Palazzo Pescolanciano, che testimonia 240 anni di amicizia diplomatica tra la città di Napoli e la Federazione Russa, già dai tempi dell'Impero e del Regno delle Due Sicilie. "Il Regno di Napoli è stato il primo Stato ad allacciare rapporti diplomatici con la Russia, 240 anni fa", spiega Razov, "e l'ambasciatore Razumovsky è stato il primo ambasciatore russo a Napoli. Questa è una storia che è molto utile ricordare oggi che in molti Paesi i monumenti, le targhe che provano la presenza russa in quel Paese vengono distrutti. Qui, con i nostri colleghi italiani, facciamo la cosa opposta, conserviamo la memoria, le pagine della storia che ci uniscono". "A me, come ambasciatore russo in Italia, fa piacere ricordare un mio predecessore che ha svolto un lavoro molto fruttuoso", conclude l'ambasciatore, "Per quanto riguarda il giorno di oggi, Luigi ha già detto che le nostre relazioni con Napoli si sviluppano molto bene e agiremo così anche in futuro".
"Ci sono voli diretti he vengono dalla Russia tutti i giorni, solo nel mese di agosto abbiamo avuto la possibilità di ospitare 10 mila cittadini russi. Oggi avere la conferma che 240 anni fa i rapporti tra la Russia e Napoli erano già intensi, vuol dire che stiamo lavorando bene: Napoli accoglie bene la Russia, la Russia ama la città di Napoli. Stiamo lavorando insieme perché i nostri imprenditori possano arrivare in questo grande Paese e gli imprenditori russi possano venire a supportare le imprese nel nostro territorio". Così il console onorario della Federazione Russa a Napoli, Vincenzo Schiavo, a margine dello scoprimento della targa sulla facciata di Palazzo Pescolanciano, che testimonia 240 anni di amicizia diplomatica tra la città di Napoli e la Federazione Russa.

La Francia presenta il suo nuovo ambasciatore in Italia

 

In  linea con I cambiamenti politici in Francia o meglio sincronizzati con essi, il 6 di Settembre 2017 e' avvenuto il passaggio di consegne a Palazzo Farnese a Roma: ha lasciato Catherine Colonna, dopo tre anni, ed e' arrivato Christian Masset. Il nuovo Ambasciatore Francese a Roma si è insediato con una cerimonia asciutta e solenne: 60 anni, laureato in Scienze politiche, specializzato all'Ena, ha ricoperto finora la carica di segretario generale del ministero degli Esteri, e, prima ancora, tra l'altro, quella di rappresentante permanente aggiunto presso l'Unione Europea e ambasciatore a Tokyo. Il suo è in realtà un ritorno a Palazzo Farnese, essendo già stato in Italia tra il 1999 ed il 2002.
L'arrivo di Masset avviene a pochi giorni dall'incontro a Roma, fissato per lunedì prossimo, tra il ministro dell'Economia francese Bruno Le Maire ed il suo omologo italiano Piercarlo Padoan sul dossier Fincantieri-Stx, sul quale si starebbe profilando un accordo in vista del vertice franco-italiano del 27 settembre a Lione.
In gioco la quota di Finncantieri in STX France che dovrebbe essere definita in linea con il suo ruolo industriale di guida. In questo periodo, il governo francese si e' impegnato a non aprire il capitale di STX France ad altri soggetti e a considerare Fincantieri l'opzione preferita per il futuro della societa'.
Catherine  Colonna si congeda dopo tre anni nei quali ha sempre cercato di richiamare l'importanza di una unione stretta tra Francia e Italia e in uno dei suoi ultimi discorsi ha affermato:
" La Francia ha bisogno dell'Italia, di un'Italia forte e fiduciosa, così come ha bisogno che più Paesi la raggiungano in questa ambizione di andare avanti". E' il messaggio con cui l'Ambasciatrice Francese a Roma, Catherine Colonna, ha concluso il suo discorso al ricevimento per il 14 luglio, l'ultimo discorso del suo mandato in Italia e prima dell'insediamento come Ambasciatore di Francia a Roma del  segretario generale del ministero degli Esteri, Christian Masset, che a Roma era già stato tra il 1999 ed il 2002.
" La Francia - ha detto, ricordando il voto delle settimane scorse per l'Eliseo e per l'Assemblea nazionale - ha scelto il futuro e non il ripiegamento su se stessa. E' un bellissimo messaggio. Ma per dare corpo a questa speranza dobbiamo avere tutti lo stesso ottimismo, la stessa volontà. Nessun Paese può farcela da solo. Né la Francia né un altro. L'Italia e la Francia, hanno fatto un lungo percorso incrociato: abbiamo infatti realizzato belle cose insieme e altre ne faremo. Dobbiamo proseguire in questo cammino comune per sfruttare al massimo il potenziale della nostra relazione di vicinanza, e il potenziale c'è - ha scandito - per fare vivere la nostra solidarietà, e per affrontare insieme le grandi sfide di oggi: il cambiamento climatico, i flussi migratori, lo sviluppo, la pace. E per fare questo, secondo l'ambasciatrice, la via è "l’Europa... l'Europa è la strada da intraprendere, è il nostro futuro, il nostro destino, e spetta a noi costruirlo". Un percorso che il nuovo presidente Emmanuel Macron ha deciso di "rilanciare", per riprendere "l'idea europea alle sue origini, idea che è di per sé un'idea politica nella sua essenza, un'associazione volontaria, realistica ed ambiziosa di Stati".

La diplomazia australiana in visita alla Costa d'Amalfi

 

Questa estate il Console e il Primo Segretario presso l’Ambasciata Australiana a Roma, Philippa Holbrook, sono stati  ricevuti presso la Compagnia Carabinieri di Amalfi dal Capitano Roberto Martina ed una rappresentanza dei militari della sede.
 La visita istituzionale è stata finalizzata alla conoscenza ed allo scambio reciproco di informazioni fra l’Arma ed il Consolato, al fine di operare in sinergia e tempestività in ausilio ad eventuali turisti australiani in difficoltà durante il soggiorno sul territorio costiero.
 Dopo una visita agli uffici ed ai mezzi e strumentazioni in uso ai Carabinieri, la Console si è intrattenuta a parlare con i militari prima dello scambio ufficiale di doni con il Comandante della Compagnia.
A seguire, una visita guidata agli Arsenali, insieme al Sindaco Daniele Milano, ed al Duomo di Amalfi, di cui la Console è  rimasta piacevolmente affascinata.
 Una giornata speciale non solo per i militari della Costiera Amalfitana che hanno ospitato uno dei massimi rappresentanti d’Australia sul nostro territorio, ma anche per la console Philippa Holbrook, che ha conosciuto una terra meravigliosa, ricca di risorse non solo naturali ma anche sociali, un esempio è proprio quello della compagnia dei carabinieri di Amalfi, sempre attenti ad ogni aspetto per la salvaguardia del territorio.
 Gli scambi culturali, di informazioni servono ad accrescere conoscenze e consapevolezze e di qualsivoglia tipo siano devono sempre essere incoraggiati.
Cresce a polso la soddisfazione per chi vive e investe in Australia: il Presidente di Federalimentare, Aurelio Ceresoli e' tornato ottimista da una sua venture: " La missione e' stata molto positiva per le aziende del nostro settore, e ci sono probabilita' che le dichiarazioni di intenti si trasformino presto in contratti . Al Made in Italy si sono detti interessati sia  i ristoratori sia la rete di distribuzione , anche se quest'ultima sembra interessata piu' al 'private label' che ai grandi marchi.
L'economia australiana segna comunque segnali di vigore. Lo rilevano i dati sul Pil del secondo trimestre che vedono l'economia in salita del 0,8% su trimestre e dell'1,8 su base annua. Gli analisti avevano previsto un espansione dello 0,9% su base trimestralle e dell'1,9% su base annua. I dati  riflettono l'aumento della fiducia delle imprese in Australia. Il risultato del PIL del secondo trimestre e' stato sostenuto dalla forza delle esportazioni e della spesa pubblica, guidata dalla costruzione delle infrastrutture. La crescita del trimesstre supporta  anche la prospettiva ottimistica offerta dalla Reserve Bank of Australia che il 5 Settembre ha deciso di mantenere fermi I tassi di interesse.
Complice un mondo del lavoro che poco ha da offrire, sia in Italia che ormai in Europa, ai giovani , l'Australia e' diventata nei fatti una sorta di nuovo Eldorado , quel luogo mitico ove tutto funziona , e tutti possono trovare, nonostante la penuria dello stesso in Europa, lavoro.
Le cose ovviamente non stanno cosi',  ed anche un mercato solido e in crescita come quello australiano ha degli spigoli da smussare , delle procedure da seguire e soprattutto dei limiti ai visti e all'immigrazione che devono essere tenuti in debita considerazione prima di decidere di trasferirsi.
 

Consolato di Napoli guida delegazione campana alla fiera Fihav dell'Avana

Anche quest’anno l’Istituto di Cooperazione Sviluppo Italia Cuba, di cui il presidente avvocato Alessandro Senatore costantemente in  contatto con l'Ambasciatore della Republica di Cuba a Roma Yahazimeil Fernandez Silva,   sarà presente alla XXXV edizione della Fiera Internazionale dell’Havana (FIHAV).
La XXXV FIHAV si svolgerà dal 30 ottobre al 3 novembre 2017 nel recinto di EXPOCUBA  e lo spazio espositivo dell’Istituto, che quest’anno raggiungerà 20 mq, sarà allestito all’interno del “Padiglione Italia” curato dall’ICE ( Istituto per il Commercio Estero)
Il nostro Istituto, quest’anno ha deciso di mettere a disposizione gli spazi del proprio stand, con moduli da 8 mq, sia alle imprese italiane, che già da tempo sta assistendo nel loro processo di internazionalizzazione a Cuba, che a quelle che, solo ora, intendono affacciarsi sul mercato caraibico.
La manifestazione di quest’anno è dedicata ai settori utili allo sviluppo economico ed industriale di Cuba e più precisamente a : edilizia; energie alternative, prodotti alimentari, agricoltura, costruzioni, turismo.
Se si vuole  partecipare  alla XXXV FIHAV utilizzando i servizi e gli spazi offerti dall'Istituto occorre scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., contando che il termine di scadenza e' il 15 Settembre 2017.
Il mercato e' in fermento; Trump sembra voler fare un passo indietro rispetto alle aperture di Obama ma e' molto impegnato dalle altre questioni internazionali . Un contesto nel quale l'Italia e la stessa Campania, si possono inserire per recuperare anche molto del tempo perduto. 
La quota di partecipazione, pari a 160,00 euro + IVA al mq. al piano terra e 110,00 euro + IVA al mq. nel piano rialzato, comprende: affitto dell'area espositiva;
allestimento ed arredamento: per uno stand base di 12 mq, sarà composto da strutture modulari, fascione con denominazione della ditta, 1 tavolo, 3 sedie, 1 mobiletto portapratiche, 1 vetrina (alta o bassa), accessori, eventuale ripostiglio; servizio vigilanza e pulizia locali; allacci tecnici (illuminazione e prese elettriche) e relativi consumi (n.b.: sono a carico dei richiedenti i costi di allaccio/consumi per il funzionamento dei macchinari, acqua, A/C); assicurazione del campionario contro i rischi di incendio e furto durante il periodo della fiera entro i massimali riconosciuti dalla compagnia di assicurazione.
Per ogni azienda partecipante sono inclusi i seguenti servizi: iscrizione catalogo ufficiale della fiera;
spazio sul catalogo delle aziende italiane realizzato da ICE; campagna pubblicitaria su stampa; altre attività di comunicazione. L'ICE costituirà una propria postazione attrezzata presso la quale opererà un Desk di assistenza con personale italiano, hostess/intepreti.
L' Ufficio ICE di L'Avana, potrà erogare servizi personalizzati (catalogoteca, sondaggi prodotto, presentazioni ecc..) al fine di massimizzare l'intervento promozionale. Per richieste preventivi e
informazioni e- mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .
Catalogo e attività di comunicazione: 
le aziende partecipanti saranno inserite nel catalogo Generale della fiera ed in
quello della collettiva italiana. Sono inoltre previste altre attività di
comunicazione ( mailing, inserti su riviste e quotidiani economici o di settore ecc). Alle aziende ammesse sarà richiesto di inviare: il logo aziendale vettoriale o in alta definizione; un breve profilo aziendale in spagnolo (max 15 righe) ; un' immagine (prodotti, macchinari, panoramica stabilimento ecc) esemplificativa della produzione aziendale. Alcune  informazioni potranno essere  acquisite tramite compilazione di Form .
L'edizione precedente ha visto la partecipazione di 70 Paesi su 24000 mq di esposizione . Sono  stati registrati 120000 visitatori. La collettiva ICE ha occupato una superficie di circa 1100 mq. Nel padiglione dedicato all'Italia si sono potuti ospitare circa 50 moduli / stand destinati ad imprese e consorzi, in rappresentanza di quasi 80 aziende.
Sapra' l'Italia e la Campania in particolare, migliorare questi numeri per l'edizione 2017?
Intanto l'ICE, allo scopo di sostenere le imprese localizzate nei comuni danneggiati dai terremoti del centro Italia, cosi' come individuati dalla lista contenuta nell'allegato 1 del DL n. 189 del 17 Ottobre 2016, integrata dall'ordinanza del Commissario straordinario del 15 Novembre 2016, ha previsto: una riduzione pari al 20% della quota di partecipazione ; una riduzione pari al 50%, del costo dei servizi personalizzati richiesti nel periodo dal 24 Gennaio al 31 Dicembre agli uffici ICE all'estero.

Ambasciatore del Regno Unito benedice intesa tra Italia e Wtm

 

L’Italia e' il Paese partner dell’edizione 2017 della WTM London, la piú importante fiera al mondo nel settore del turismo in programma dal 6all’8 novembre prossimo.
L'Ambasciatore in Italia Jill Morris si e' detto entusiasta dell'iniziativa che significa anche rapporto di continuita'di una' componente  essenziale del business turistico. Sarà l’Enit a coordinare la partecipazione italiana alla fiera: l’Agenzia, infatti, in due stand (EU2000, EU2070) ospiterà 230 operatori del turismo, dalle delegazioni regionali ai tour operator, ai professionisti dell’hotellerie . Obiettivo: valorizzare le mete meno conosciute dai turisti stranieri, con focus specifici dedicati all’Anno dei Borghi – promosso in questo 2017, e al 2018, anno che sarà invece dedicato al binomio food and wine. Spazio anche ai 53 siti dichiarati patrimonio Unesco. Quest’anno FutureBrand’s Country Brand Index ha messo l’Italia al primo posto per “Turismo e Cultura”; il Paese è inoltre il più fotografato su Instagram (64 milioni di tags). Al quinto posto tra le destinazioni più popolari nel mondo, nel 2016 l’Italia ha accolto 52 milioni di turisti - il 3.2% in più rispetto al 2015 – che hanno generato un indotto di 36 miliardi di euro: grazie soprattutto ai tedeschi (5.7 miliardi), seguiti da statunitensi (4.6), francesi (3.6), britannici (2.9) e svizzeri (2.4).  Le mete più visitate continuano ad essere le città d’arte: Roma, Milano, Venezia, Firenze, Napoli e Torino. Fare sistema e diversificare le parole d’ordine del Ministro per i beni culturali e il turismo Dario Franceschini: “in questo settore, così competitivo, è fondamentale per l’Italia riuscire a diversificare l’offerta per i turisti così da indirizzarli in tutto il territorio nazionale. Il turismo, oltre ad essere un motore straordinario per lo sviluppo economico, è anche uno strumento “pacifico” che fa incontrare e conoscere culture diverse, dunque un antidoto fondamentale per la paura dei diversi". Il Direttore del WTM London, Simon Press si è detto “entusiasta di ospitare l’Italia come Premier Partner per il 2017. L’Italia è da tempo uno dei Paesi-chiave che espongono in fiera e siamo felici di una partnership che aiuterà il Paese a portare la propria offerta turistica ad un altro livello Il WTM London si tiene ogni anno a Londra, dura quattro giorno ed e' considerato un must per il settore  , che si veste dei colori e dei sapori dell'interrnazionalizzazione con una spiccata leader britannica. Durande il World Travel Market vengono presentate numerose destinazioni  ed altri aspetti del settore turistico davanti ad un pubblico specializzato di professionisti in Italia e nel mondo; parliamo di tourist operators di svariate esperienze che si incontrano e si scambiano le novita'  per una opportunita' unica.

Inizia dal Molise il tour meridionale dell'ambasciatore di Taiwan

 

 

Questa estate, l' 'ambasciatore di Taiwan in Italia, Javier Ching-Shan Hou, e' stato in visita  a Capracotta. Il motivo della visita e' legato ai rapporti che da anni caraterizzano  il nome di Sebastiano Di Rienzo, maestro sarto capracottese, gia' presidente dell'Accademia nazionale dei Sartori, ma con Taiwan e con la Repubblica cinese. Infatti, gia' dal 2002 - anno in cui si e' tenuto proprio a Taiwan il primo Congresso asiatico della sartoria su misura - Di Rienzo ha allacciato importanti legami con il mondo della moda cinese. Da allora molto e' stato fatto in termini di collaborazione e di crescita dal punto di vista della sartoria di qualita' in oriente, tant'e' che oggi il presidente della Federazione Mondiale dei Maestri Sarti (WFMT) e' uno stilista proprio di Taiwan. E Di Rienzo e' attualmente componente del direttivo della stessa Federazione Mondiale. L'opportunita' della visita dell'ambasciatore Ching-Shan Hou e' stata subito accolta con favore da Candido Paglione, sindaco di Capracotta, che si e' detto onorato di questa importante presenza. "Promuovere il nostro paese e l'intero territorio alto molisano e' un nostro dovere - ha detto Paglione - per questo l'opportunita' di far conoscere le nostre specificita' all'ambasciatore di uno stato cosi' importante sicuramente e' utile per tutta la nostra comunita'. Auspico, quindi, l'apertura di rapporti proficui con i nostri operatori turistici e commerciali per un vero e proprio ponte verso l'oriente". L'ambasciatore e' stato  ricevuto ufficialmente presso la sede del Comune di Capracotta. Successivamente ha visitato il Museo dell'Arte Sartoriale e il Giardino della Flora Appenninica che in questo periodo si presenta in tutto il suo splendore con le fioriture piu' belle. In particolare per il primo lo spazio museale, curato dall’Architetto Salvatore Santilli, sta raccogliendo a rotazione, gli oltre 700 abiti che rappresentano il meglio della creazione sartoriale di Sebastiano Di Rienzo a partire dagli anni ’60 fino ai nostri giorni. Nella Sala Didattica verranno esposti gli strumenti da dove nasce l’arte sartoriale come ferri da stiro e macchine da cucire. Fatto in Italia, ma da sarti orientali, cinesi , orafi del bangladesh: il made in Italy si internazionalizza: tra le cime piu alte Capracotta e' una localita' sciistica importante che fa parte della Comunita'  montana dell'alto molise . Sorge nelle vicinanze del Giardino della Flora Appenninica, un orto botanico ad alta quota dove e' possibile ammirare numerosissime specie dI fiori e piante locali.Le origini del nome del borgo sono legate principalmente a una leggenda che racconta che alcuni zingari, avessero deciso di bruciare una capra come rito di fondazione, nel luogo esatto in cui avevano deciso di costruire la loro città. La capra fuggì sui monti, dove morì, e gli zingari decisero di fondare li la città. Una ricerca invece sostiene che Capracotta derivi dal latino “castra cocta”, accampamento militare, espressione legata probabilmente a un distaccamento romano che ebbe li la sua sede di controllo nella valle del Sangro.

Sottoscrivi questo feed RSS