n63

Log in

kimbo shop ildenaro 016

Cgil, facciamo luce sulle pulizie

Del (quasi) crac della Cgil campana, nelle scorse settimane, si è letto molto. Analisi approfondite e ottimi pezzi d'inchiesta giornalistica sul buco da cinque milioni di euro che ha fatto saltare le poltrone del segretario regionale e di quello cittadino.

Il sindacato rosso non avrebbe più soldi, par di capire. Mancherebbero pure quelli per aggiustare l'ascensore della storica sede di Via Torino (che dovrebbe essere messa in vendita tra non molto).

Quello che però è sfuggito ai più è un dato economico di controluce: la Cgil ha accumulato un milione di euro di debiti nei confronti della sola ditta di pulizie. Bene: giusto qualche domanda per fugare i dubbi. 

Questa ditta è fallita? 

Perché non ha interrotto prima il servizio invece di maturare un credito così enorme e così difficilmente esigibile?

Come fa un'azienda, di questi tempi, ad assorbire un buco di tali dimensioni?

Se non è fallita, come ha fatto a resistere?

E soprattutto: chi ha portato quest'impresa nella Cgil campana?

Altro in questa categoria: Bagnoli, perché nessuno ne parla? »