Log in
NEWS
Cardiologia, massimi esperti si confrontano a Napoli Terzo settore, finanziamenti agevolati: domande dal 7 novembre Startup Booster 2018, nuovo bando per Pmi e spinoff hi-tech Impact Connected Car: fino a 60mila euro a fondo perduto per 60 Pmi Agroalimentare campano in Mostra a Gustus, via al bando per le Pmi: domande entro il 31 ottobre Dai giovani alle imprese: ecco la Manovra del Governo per il Sud Zone economiche speciali, De Vincenti: Campania molto avanti nelle proposte Fondazione Idis, Cgil: Regione assente, salta L'incontro Anm, De Luca: Regione darà 58 mln per i prepensionamenti De Luca su codice Anticorruzione: E' una vergogna Porto di Salerno, Gallozzi: Preoccupati dal blocco delle opere Unione Industriali di Napoli, lunedì la presentazione della partnership con Elite Mediterraneo, Rapporto Srm: crescono i Paesi dell'area Mena, nuove opportunità per le Pmi del Sud Il “guastatore” e l'instabilità del sistema di potere L'importanza di un'Europa unita dall'industria E-Distribuzione porta la rete elettrica hi-tech in provincia di Avellino Carceri, il Garante dei detenuti: In Campania mancano 400 agenti L'apertura culturale dell'innovazione aperta Cpl, convenzioni con Consip per la fornitura di energia a Campania e Lazio Intimissimi sbarca negli Usa: primo store a New York Dario Oropallo rappresentante del Comune nella Fondazione Banco Napoli Confindustria, Boccia: Uniti con i nostri colleghi tedeschi nel chiedere politiche di sviluppo L'ambasciatore giapponese sui piani di Hitachi Rail, interesse crescente per la Campania All'ambasciata spagnola di Roma il punto sul conflitto con la Catalogna Real Sito di Carditello, accordo con il Touring Club per la promozione della Reggia Busitalia si rinnova: da oggi 24 nuovi mezzi per la flotta di Salerno Anm, accordo raggiunto "con riserva" dei sindacati Suor Orsola Benincasa, oltre 700 partecipanti alla prima edizione dei Job Days Campi Flegrei, individuata la “zona calda” che causò i terremoti degli anni Ottanta BL è a mille, successo per il nuovo store di Claudia Catapano Penisola Sorrentina, riconoscimento speciale all’artista sannita Giuseppe Leone Totò, a New York un docufilm dedicato al principe della risata "Fantasy Day", quattro giorni di eventi a Villa Bruno Ettore Mocella riconfermato alla guida di Confartigianato Campania Confindustria Benevento, successo per "Visit Beneventum" al Ttg di Rimini

kimbo shop ildenaro 016

Specialistica ambulatoriale e riabilitazione: forum a Napoli

Specialistica ambulatoriale: ecco la seconda gamba su cui cammina il progetto di riordino della Sanità regionale. Un settore che, sul versante territoriale accreditato, viaggia col freno tirato. Liste di attesa, calcolo del fabbisogno assistenziale annuo, revisione in itinere della domanda di salute della popolazione (in particolare sul territorio casertano) afferente al comparto della Riabilitazione e del sociosanitario. Questi i nodi da sciogliere che saranno affrontati nel forum dibattito promosso da Aspat Campania e in programma domani all'Hotel Vanvitelli a San Nicola La Strada. Invitati il presidente della Regione e commissario ad acta per la sanità campana Vincenzo De Luca, il sub commissario Claudio D'Amario, i vertici dell'assessorato regionale e della direzione della salute della Regione Campania, il direttore generale della Asl di Caserta, il presidente della Quinta commissione Sanità del Consiglio regionale, i consiglieri regionali della Provincia di Caserta, i presidenti delle Associazioni di categoria maggiormente rappresentative oltre che i responsabili dei Sindacati provinciali dei lavoratori e i referenti degli Organismi nazionali di tutela dei diritti del malato ed Associazioni dei familiari. "Le difficoltà nella programmazione sul territorio della Asl Caserta indotte dalla ben nota sottostima del fabbisogno di prestazioni - avverte Pier Paolo Polizzi, presidente di Aspat Campania - che si riverbera sui volumi di assistenza assicurati per la tutela e la garanzia dei Livelli essenziali di assistenza (Lea) hanno come cartina di tornasole le lunghissime liste di attesa che da un anno, per richiesta del commissario ad acta, devono essere per obbligo contrattuale degli erogatori, monitorate e comunicate periodicamente alle Asl nei vari setting ambulatoriale, domiciliare e residenziale. Dalle risultanze di questo lavoro di verifica e monitoraggio scaturiscono oggi le proposte della Sanità privata accreditata casertana da presentare alla preposta Commissione tecnica regionale sul fabbisogno assistenziale che sta operando, dalla primavera scorsa, presso la Direzione generale per la Tutela della salute. Tutte proposte scaturite dal lavoro svolto direttamente e quotidianamente in trincea, nei diversi territori della Asl di Caserta e ispirati ai principi di equità, parità, obiettività, sostenibilità e ragionevolezza.