Log in
NEWS
Test di Architettura al Politecnico di Milano, dall'Università della Campania record di candidati idonei Un esoscheletro in 3D al posto del gesso: il Santobono di Napoli fra i vincitori dell'Innova S@lute 2017 Almaviva Napoli, elezioni delle Rsu: la Cgil conquista la maggioranza La periferia di Napoli su "Le Monde": Scampia lontana dai cliché mafiosi Mdp, dal 27 settembre a Napoli la prima festa: è dedicata al lavoro Sepe alla messa per San Matteo, patrono della Guardia di Finanza Porto Marina d'Arechi, Boccia ospite dello stand al Salone Nautico di Genova "Veleno", a Casal di Principe la presentazione del film sulla vera storia della Terra dei Fuochi Olio Dante partecipa all'Atelier della Salute per promuovere uno stile di vita sano Alessandro Paola nuovo comandante dei Vigili del Fuoco di Livorno Regione Campania al Tourism Expo Japan 2017 Bancarotta fraudolenta, 3 arresti a Napoli Stampa ucraina, Srna positivo a controllo antidoping dopo Shakhtar-Napoli Napoli, siglato protocollo per la sicurezza antincendio nelle scuole Sogei implementa anche in Campania il fascicolo sanitario elettronico Settore corilicolo campano in crisi, il caso al centro di un'azione parlamentare Ryanair nel mirino della Procura di Bergamo dopo la denuncia del Codacons VIenna Cammarota, è campana la prima donna al mondo a ripercorrere percorso di Goethe Ntv prepara l'ingresso in Borsa con una nuova governance Formazione delle giovani generazioni tra dubbio e verità Regione, Di Scala (Fi) sul sisma di Ischia: Dal governo nulla di fatto, depositata una mozione urgente Ryanair, cancellazione voli: l'Antitrust apre un procedimento contro la compagnia Forza Italia, De Siano: Pronti ad accogliere nuovi ingressi Architetti, New Generations Festival: le iniziative del Consiglio Nazionale Mandara e Nuova Castelli, accordo per l'export di mozzarella in Usa e Nord Europa Benevento, nodo bonifiche: accordo Procura-Commissario Dall'America Latina all'Italia: borse di studio post-laurea "Due euro l'ora", il film del salernitano Andrea D'Ambrosio al Festiva dei Diritti umani di Tirana Pignataro Maggiore, il sindaco si candida alla presidenza della Provincia di Caserta Ex Montefibre, il 4 ottobre tavolo al Mise Quarto, Laura Russo nuovo assessore per le Politiche sociali Violenza sulle donne, 49 Centri attivi in Campania Divano spiega il fenomeno kaki a una delegazione sudcoreana “Missione europa” per l’Ance: tappe a Lussemburgo, Bruxelles e Londra Bams e Rosemari ammesse nell'esclusivo Fashion Hub Market

kimbo shop ildenaro 016

Magistrati, protesta dei giudici pace: rinviati 50mila processi solo in Campania


"I giudici di pace sono da 5 mesi consecutivi in astensione. Da oggi e fino al 24 marzo si asterranno dalle udienze: 50.000 i processi rinviati solo in Campania, circa 200.000 in Italia". Lo dice Vincenzo Crasto, responsabile organizzativo dell'associazione nazionale dei giudici di pace di cui è presidente emerito, in una nota diffusa a Napoli. "I giudici di pace protestano poiché dopo 20 anni di esercizio delle funzioni viene ancora negato il riconoscimento delle più elementari tutele previdenziali ed assistenziali e la stabilità delle funzioni. I giudici di pace sono magistrati efficienti, che definiscono un processo in meno di un anno, magistrati - potremmo dire- a 'legge Pinto zero'. Su di essi grava circa il 40% dei procedimenti civili, il 25% dei processi penali e la materia dell'immigrazione". Secondo Crasto, "la riforma del Governo nel breve periodo accentuerebbe la precarizzazione, nel medio periodo metterebbe per strada 5.000 famiglie in Italia - 1.000 nella sola regione Campania - ma soprattutto il danno maggiore sarebbe per i cittadini: la riforma produrrebbe certamente ed in tempi brevi il collasso del sistema giustizia. Il ministero della Giustizia si propone di eliminare un magistrato efficiente per dequalificarlo. Si avrebbe la sostituzione dell'attuale figura del Giudice di pace e del Got con un 'giudice per caso', un soggetto chiamato ad operare con modalità puramente hobbistiche, privo di autonomia e indipendenza". Inoltre, per Crasto "la "polverizzazione" delle funzioni con la previsione generale dell'utilizzo del magistrato di pace ed onorario, al massimo per una sola volta alla settimana porrebbe irrisolvibili problemi organizzativi agli Uffici Giudiziari. Negli uffici maggiori quali ad es. quello di Napoli e di Roma dovrebbero essere previsti oltre 1000 giudici di pace. Ovviamente ciò è in concreto assolutamente irrealizzabile, in considerazione della logistica e del personale di cancelleria a disposizione. I tempi di definizione dei giudizi sarebbero quadruplicati". "E' patente lo spreco di danaro - sottolinea ancora Crasto - in quanto le decine di milioni di euro spesi per la formazione a cui sono tenuti i giudici di pace ed onorari sarebbero destinati a soggetti che lo Stato è destinato a perdere di lì a poco, in forza del turn over continuo previsto dal governo. Tale progetto, se fosse attuato, determinerebbe, a cagione della scarsissima qualità delle pronunce, un numero enorme di appelli dinanzi ai tribunali e il conseguente blocco della giurisdizione. Chiediamo al ministro Orlando di assicurare la stabilità delle funzioni e tutele previdenziali ed assistenziali, che l'Europa, con la pronuncia del Comitato europeo dei diritti sociali del 16 novembre scorso, ha imposto al nostro Paese".