Log in
NEWS
Legge di Bilancio, De Vincenti: confermati e rafforzati gli impegni per coesione e Sud Ambrogio Prezioso nuovo Presidente di Confindustria Campania InterArtes 2017, dialoghi tra le arti: si parte con Erri De Luca Lilì Marlene, e la musica si tinge di rosa Anm, conto alla rovescia per la procedura di licenziamento collettivo: domani assemblea dei lavoratori Cisl, Furlan: Da domani una donna alla guida del sindacato in Campania Mozzarella Dop congelata alla conquista dei mercai esteri: nuove polemiche sull'oro bianco campano "Mutui usurari", ecco i dettami della Cassazione Chirurgia, al via oggi a Napoli il Congresso nazionale "Pallottole d'argento" contro il mal di testa: nuova sperimentazione all'Università Vanvitelli di Napoli Camera di Commercio di Napoli, appuntamento con l'Alternanza Day Bnl promuove la "Diversity and inclusion week", eventi gratuiti a Napoli Giocare a pallone allunga la vita delle cellule: lo studio dei ricercatori di Napoli e Copenhagen Gianpiero Falco (Confapi Napoli): Legge Bassanini da rivedere, frena la spesa Ue Rimadesio, il design made in Italy sbarca in Giappone Agroalimentare, da oggi scatta l'obbligo di etichetta per il latte made in Italy Povertà, Italia peggior Paese dell'Europa Occidentale: a rischio quasi uno su tre Campania, si rompe una condotta: stop all'acqua in cinque comuni tra Napoli e Salerno "Carlo Poerio e l'Europa", da oggi via alla mostra dedicata al patriota napoletano Musica, De Sica canta Napoli nella stagione Ico Magna Grecia Una piattaforma digitale per i malati di Sm: il progetto della Federico II vince il Premio Merck Cisl, Annamaria Furlan al congresso regionale della Campania Anche i liberali marciano Terna e Fondazione Cariplo portano anche a Napoli il roadshow per cercare talenti Rfi sigla un protocollo sulla legalità con la Prefettura di Napoli Sailitalia ripropone l'evento Wine & Sail Unicocampania, oltre 107mila richieste di abbonamenti gratis per studenti Porti di Napoli e Salerno, entro fine mese il decreto sulle zone economiche speciali Napoli, Mara Carfagna all'attacco: Via Marina, che disastro Maratona della Salute, Borsacchi vince la Prevention Race Garanzia giovani: 1,2 mln di iscritti, 172 mila lavorano Sindaci donna, maglia nera alla Campania: solo 5 su 100 Forza Italia, parte in Campania la scuola di formazione dei Seniores Credit crunch, prestiti alle aziende giù di oltre 42 mld in un anno Napoli, Bassolino lancia l'hashtag #deMagistrisdicaalsindaco

kimbo shop ildenaro 016

Campania, caos dopo il voto. Troppi i nodi da sciogliere

Chi pensava che con lo scrutinio si fosse chiuso il capitolo delle elezioni regionali in Campania si sbagliava di grosso. La speranza, al di là di chi aveva conquistato il seggio presidenziale della Regione, è che si ripartisse velocemente per almeno tentare una ripresa. Ma il sogno è svanito in poche ore. Non c’è pace per la nostra regione. Si sono alternati in questi giorni opinioni pro e contro la presa di possesso del trono di S. Lucia da parte del neoeletto Vincenzo De Luca. Non è eleggibile, no va sospeso, si a nuove elezioni, no il voto popolare è stato già espresso. Una ridda di voci che ha creato solo sconcerto tra i cittadini, confusione nelle istituzioni e, sembra pleonastico dirlo, stallo totale nelle attività oltre che politiche, istituzionali. De Luca, come nel suo dna, ha tuonato intimando ai dirigenti regionali di non procedere nelle gare perché le revocherebbe, l’ex Stefano Caldoro urla “devono andare avanti”. Intanto il dibattito sulla querelle si è trasferito anche a livello nazionale. L’ex premier Enrico Letta nel corso di una trasmissione televisiva ha sottolineato :” De Luca è stato condannato qualche mese fa in primo grado. Secondo la legge Severino non può fare il presidente di una regione. Punto”. I deputati di Sel e Fi chiedono con un’interrogazione al ministro Alfano che si ritorni alle urne. La Procura di Salerno ha scritto alla commissione elettorale chiedendo di essere informata tempestivamente sulle procedure di proclamazione degli eletti in modo tale da far partire contestualmente l’iter di sospensione del nuovo presidente. Il ministro degli Interni ribadisce che dopo la proclamazione ci sarà la sospensione ma non lo scioglimento del Consiglio regionale. Dal canto suo Cantone propone una riforma della legge Severino. Un bel pot pourri. Proprio quello che necessitava alla Campania! Intanto si accavallano le ipotesi su chi sarà il vicepresidente facente funzioni di presidente. Di sicuro verrà scelto un bel nome ma nei fatti sarà solo il portavoce di De Luca che intende governare, eccome ! Timidamente si ipotizza anche la formazione della Giunta. Il governatore vorrebbe scegliere tutte persone al di fuori del Consiglio ma qui casca l’asino. A partire dagli eletti dei Democrat, in testa il supervotato Mario Casillo che ha sbaragliato tutti, si metteranno di traverso e non saranno i soli. I Demitiani rivendicano che senza di loro De Luca non avrebbe vinto, a questi si aggiunge il senatore D’Anna che ha contribuito alla vittoria. Che farà De Luca? Ah saperlo! Intanto nei vari enti regionali c’è chi prepara le valigie e chi cerca si salire sul carro del vincitore. Nulla di nuovo sotto il sole.