Log in
NEWS
Napoli, locali di via Falcone respingono le accuse Natalia Sanna eletta presidente della commissione regionale pari opportunità Banco di Napoli Fondazione risponde a istanze del ministero Dl Sud, 90 mln per ristrutturate le sedi giudiziarie di Campania, Calabria, Puglia e Sicilia Regione, Consiglio convocato per il 24 e 25 luglio Nicaragua, nuove opportunità di investimento per le imprese campane Monumenti nell'"Iride": scatti in mostra al Consiglio regionale Da affittacamere a produttori di formaggi: la mappa delle imprese nei piccoli Comuni Bankitalia, sale il numero di ricorsi all'arbitro: record in Puglia e Campania Mdp, Todisco primo consigliere regionale: ma resterà in carica solo due mesi Giffoni Innovation Hub sigla intesa con iOS Academy di Napoli Vito Busillo confermato alla vicepresidenza di Anbi Nuovo procuratore di Napoli, la decisione ad agosto Anm, linea bus 621 al posto della funicolare di Mergellina Hub della Nato a Napoli, oggi la presentazione agli ambasciatori Antonio Brando nell'equipe del Centro di Chirurgia della Mano di Savona Ambasciatore del Nicaragua presenta opportunità di investimento a Napoli Antonio Coppola nominato nella commissione giuridica della Lega Dilettanti Figc Vincenzo Semeraro eletto presidente del Circolo Posillipo Luana Di Tuoro nuova segretaria di Filcams Cgil Napoli Il rifiuto del declino italiano Di seguito un contributo del segretario generale della Fim Cisl Campania, Giuseppe Terracciano, sul futuro di Fca in Campania. Iran-Italia, summit commerciale all'ambasciata di Roma La festa nazionale francese al consolato di Napoli Toledo Spaccanapoli, gli esercenti partenopei danno vita al consorzio Pareo Park, partnership con l'Unicef per 100 ragazzi migranti Ferrovie, nel week end lavori sulla linea Benevento-Cancello Bagnoli, l'allarme di Città Scienza: Il Comune cancella lo Science Center Napoli, curiosità e foto per il disegno di Totò nel Centro storico Bagnoli, Renzi: Abbiamo preso sassi, ora il Comune firma il progetto “Positano gourmet”, cena a 4 mani con Luigi Tramontano e Fabrizio Albini La moda al Museo della Moda, perché lo stile resti sempre Moglie e figli di Renzi visitano museo di Capodimonte Ambasciata britannica smentisce Sun: Visitate Napoli tranquillamente Zoo Napoli, parte crowdfunding per area scimpanzè

kimbo shop ildenaro 016

Nuovo procuratore di Napoli, la decisione ad agosto

La nomina del nuovo procuratore capo di Napoli potrebbe essere deliberata, se non sara' possibile la prossima settimana, in un plenum straordinario da convocare in agosto. Il vicepresidente del Csm Giovanni Legnini, ha auspicato, durante la riunione di oggi, che le proposte della Quinta Commissione vengano sottoposte al plenum della prossima settimana, come previsto. Considerando, pero', i tempi tecnici anche per acquisire il 'concerto' del ministro della Giustizia, "ove necessario", Legnini, si riserva di "convocare un plenum straordinario nella prima settimana di agosto". La scorsa settimana, dopo un lungo lavoro, la Quinta Commissione ha deciso di formulare due proposte al plenum: i candidati in corsa per la poltrona piu' alta della Procura di Napoli sono Federico Cafiero de Raho, attuale capo della Procura di Reggio Calabria, e Giovanni Melillo, sostituto pg a Roma, fino a pochi mesi fa capo di gabinetto del Guardasigilli Andrea Orlando. La Procura di Napoli, al centro dell'attenzione delle cronache dopo l'inchiesta Consip, e' guidata dal facente funzioni Nunzio Fragliasso dallo scorso febbraio, quando Giovanni Colangelo e' andato in pensione per effetto della riforma che ha riportato a 70 anni il limite d'eta per le toghe in servizio.

  • Pubblicato in Cronache

Antonio Coppola nominato nella commissione giuridica della Lega Dilettanti Figc

 
Il presidente Aci Campania, nonché consigliere regionale del Coni, Antonio Coppola, è stato nominato presidente della Commissione “Legalità e Mobilità Responsabile” del Coni Campania e componente della Commissione Giuridica della Lega Nazionale Dilettanti-Figc. 
“Ringrazio il senatore Cosimo Sibilia, presidente della Lega Nazionale Dilettanti della Figc, ed il Presidente del Coni Campania Sergio  Roncelli per la stima e la fiducia accordatami nel conferirmi questi due importanti incarichi, ha dichiarato Antonio Coppola. L’impegno è di proseguire nell’opera a favore della cultura della legalità e del rispetto delle regole che, come nella vita, sono fondamentali per l’affermazione del principio di responsabilità nelle scelte e nelle attività dei cittadini e degli stessi sportivi”
  • Pubblicato in Carriere

Bagnoli, l'allarme di Città Scienza: Il Comune cancella lo Science Center

 
"Il Comune di Napoli cancella la ricostruzione dello Science Center bruciato che era prevista per il 4 marzo 2020 e che mai la Fondazione Idis accetterà di vedere deportato il Museo". Lo si legge in un documento di Città della Scienza in risposta all'accordo sulla rigenerazione urbana di Bagnoli firmato ieri a Napoli da Governo, Regione Campania e Comune di Napoli. Il cda della Fondazione Idis denuncia che "in sfregio al Piano regolatore vigente, all'accordo programma quadro sottoscritto il 14 agosto 2014 dallo stesso sindaco de Magistris, dal presidente del consiglio Renzi e dal presidente della Regione Caldoro su richiesta non negoziabile del Comune di Napoli è stata sviluppata una proposta che prevede di acquisire al lungomare tutte le aree di sedime dei volumi incendiati lasciando lungo il percorso fronte mare solo i ruderi dell'antica vetreria".
  • Pubblicato in Cronache

Assessore Palmeri a Roma per summit su Garanzia Giovani

"Oggi a Roma, alla presenza del ministro Poletti e del presidente Anpal Del Conte, incontro cruciale sul futuro di Garanzia Giovani". A renderlo noto Sonia Palmeri, assessore al Lavoro della Regione Campania. "Inizia la seconda fase del programma europeo che ci accompagnera' fino al 2020 - ha spiegato - Il programma prevede per l'Italia una dotazione complessiva di 1,3 miliardi di euro, da ripartire tra le varie regioni. Siamo anche nella fase di' riprogrammazione del programma, con la possibilita' di fare proposte al Ministro Poletti. Per carattere, ascolto sempre con cura e rispetto le opinioni dei colleghi assessori delle altre regioni, ma oggi su una richiesta in particolare di una regione del nord, sono intervenuta in maniera netta". "La proposta e' quella di abolire in toto i tirocini di Garanzia Giovani - ha aggiunto - privando migliaia di giovani dell'opportunita' di svolgere un periodo di crescita personale e di conoscenza delle proprie inclinazioni e attitudini. Al contrario manteniamoli perche' hanno contribuito a generare circa 13 mila nuove assunzioni in Campania; perche' sono la porta d'ingresso verso le diverse opportunita' occupazionali per giovani NEET; manteniamoli aumentando la vigilanza e prevenendo eventuali soprusi ed eliminiamo tutte le criticita' registrate dalle Regioni nella prima fase di applicazione, in primis l'assoluta tempestivita' nei pagamenti da parte dell'INPS. Tranne che qualcuno mi convinca che anche senza incentivo all'inserimento ci sarebbero state in 2 anni le stesse assunzioni sul target di giovani che non studiano piu', dai 15 ai 29 anni. Non possiamo inseguire logiche che trascurino le realta' territoriali del nostro Mezzogiorno - ha poi concluso Palmeri - ed io difendero' a spada tratta (e con numeri alla mano) ciascun incentivo di natura nazionale o regionale che spinga verso nuove assunzioni. Che piaccia o meno".

  • Pubblicato in Cronache

Confindustria, rapporto sul Mezzogiorno. Lepore: Confermati i segnali di ripresa

Il rapporto di Confindustria-Srn “Check Up” Mezzogiorno conferma i forti segnali di ripresa del Mezzogiorno mettendo l'accento su alcuni dati che mostrano una prima inversione di tendenza di carattere strutturale. In particolare emerge una crescita attesa del PIL dell'intero Mezzogiorno per l'anno in corso dell'1,3% , così come sono positivi i dati relativi all'esportazione, alla maggiore solidità delle imprese, all'industria meccanica e a un sia pur lento miglioramento dell'occupazione. Inoltre il credito d'imposta, con le modifiche apportate dal Governo, ha spinto gli investimenti delle imprese. La Regione Campania è quella che in Italia ha maggiormente cofinanziato e sostenuto la misura del credito d'imposta, e che rispetto a un investimento complessivo di 1,878 mld ha visto realizzarsi la quota largamente più consistente degli investimenti totali con oltre 802 mln (pari a circa il 43% del totale investito).La Campania, grazie anche alle iniziative realizzate dalla Giunta De Luca per lo sviluppo delle imprese e delle attività economiche, ha registrato le migliori dinamiche relative alle imprese attive e alle società di capitali, con il passaggio da oltre 473.000 imprese attive nel primo trimestre del 2016 a oltre 477.000 nel primo trimestre del 2017 (+1%), e con il passaggio da oltre 97.000 società di capitali nel primo trimestre 2016 a oltre 103.000 nel primo trimestre del 2017 (+6,3%) .
Va sottolineato, poi, l'aumento del numero degli occupati, dato che pone la Campania in posizione di maggior recupero rispetto a tutte le altre Regioni meridionali. Anche per gli indicatori di competitività regionale, pur partendo da un dato molto basso dell'intero Mezzogiorno dovuto ai pesanti effetti della crisi, la Campania mostra una perfomance particolarmente positiva per la competitività relativa ai due ambiti della stabilità macroeconomica e delle infrastrutture. Infine, vi sono dati confortanti per le imprese giovanili , per quelle femminili , e soprattutto, per la presenza dell'industria meccanica che risulta notevolmente dinamica in Campania, con il 27,2 % delle imprese complessive e il 28,2% degli occupati totali. I dati sull'esportazione mostrano una crescita del 2,9% tra il 2016 e il 2017. Infine anche il numero dei laureati in materie scientifiche, le imprese che utilizzano la banda larga, le presenze turistiche, il numero di imprese in possesso del “rating di legalità” sono tutti aspetti significativi della crescita dell'economia campana.
“Il Rapporto trimestrale di Confindustria-SRM sull'economia del Mezzogiorno – dichiara l'assessore alle attività produttive Amedeo Lepore - indica che i sintomi di ripresa dell'economia Campana, e in particolare delle imprese industriali, proseguono anche nei primi mesi del 2017. Questo è un segnale molto confortante che, pur non nascondendo il permanere di criticità causate dalla crisi economica di questi anni, dà ragione al dinamismo del tessuto produttivo regionale e a una dinamica di cambiamento che può, soprattutto attraverso l'attrazione di nuovi investimenti e la crescita dell'occupazione, promuovere lo sviluppo strutturale tenacemente perseguito dal Presidente De Luca”.

Ricerca e innovazione: Sapio, premi per 75mila €

Il Gruppo Sapio, con il sostegno di Università, Centri di Ricerca, Istituzioni italiane, Associazioni, Enti, istituisce la XVI edizione del Premio Sapio per la Ricerca e l’Innovazione con lo scopo di favorire l'innovazione e la ricerca in campo scientifico, tecnologico e socio economico, per il progresso civile e sociale. Ricerca Junior Complessivamente verranno assegnati 5 premi suddivisi in altrettante categorie. Il Premio Sapio Ricerca Junior è destinato esclusivamente a lavori di ricerca svolti da studiosi e ricercatori di età inferiore ai 30 anni (compiuti o da compiersi entro il 31 dicembre 2017) che si siano distinti per l’attività di studio e di ricerca svolta nonché per l’impegno profuso nel raggiungere i propri obiettivi; in tale categoria i lavori possono essere stati svolti in tutti gli ambiti di ricerca (dall'industria alla sanità all'economia). Ricerca Senior Il Premio Sapio Ricerca Junior è destinato esclusivamente a lavori di ricerca svolti da ricercatori e studiosi di qualsiasi età (a partire dai 31 anni) che si siano distinti per l’attività di studio e di ricerca svolta nonché per l’impegno profuso nel raggiungere i propri obiettivi; in tale categoria i lavori possono essere stati svolti in tutti gli ambiti di ricerca. Innovazione Il Premio Sapio Innovazione è riservato a tutti coloro che sperimentando o applicando nuovi metodi, processi, tecnologie, sistemi hanno determinato innovazione. Nella categoria Premio Innovazione tutti gli ambiti sono ammessi. Sicurezza Il Premio Sapio Sicurezza è destinato a lavori di ricerca svolti da qualsiasi persona fisica, di qualsiasi età, che si sia distinta in attività di ricerca e innovazione nel campo della prevenzione o della gestione del rischio, per la sicurezza, nell’ambito della sicurezza del trasporto delle merci pericolose su strada. Il Premio si propone di valorizzare nuove tecnologie, studi, ricerche che prevedono un’applicazione finalizzata a prevenire e proteggere da potenziali rischi, sia in ambito individuale che sociale. Start up Infine, il Premio Sapio Start up è destinato a tutte le Start up con una idea innovativa, ovvero realtà che non abbiano già ricevuto il primo finanziamento da parte degli investitori, istituzionali o industriali e che siano già costituite in impresa, avendo sperimentato il loro modello di business in fase Alpha o Beta. Si intende in questo modo valorizzare la ricerca e lo sviluppo di idee innovative soprattutto nel settore giovanile. La start up candidata non deve aver superato i 4 anni di attività dalla data della sua costituzione. Criteri di valutazione I premi verranno assegnati a coloro che saranno capaci di apportare rilevanti contributi per l’avanzamento della ricerca e dell'innovazione in campo medicale, tecnico-scientifico e socioeconomico. I risultati dovranno essere stati conseguiti nel periodo intercorrente tra il 1° gennaio 2014 e il 30 ottobre 2017. Risorse e scadenza Ai vincitori di ciascuna categoria verrà riconosciuto un premio di 15mila euro. Le candidature dovranno essere inoltrate mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno a Indalo Comunicazione – Premio Sapio per la Ricerca e l’Innovazione – Via San Felice 21, Scala B – 40122 Bologna e anticipate via e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. La scadenza è il 16 ottobre 2017. SCARICA IL REGOLAMENTO http://www.premiosapio.it/site/pagine/dynamic.php?table_name=2017_regolamento TABELLA Risorse complessive 75 mila euro Premi 15 mila euro per ciascun vincitore Categorie Ricerca Junior Ricerca Senior Innovazione Sicurezza Start up Chi può partecipare Studiosi e ricercatori di età inferiore ai 30 anni (compiuti o da compiersi entro il 31 dicembre 2017) Ricercatori e studiosi di qualsiasi età (a partire dai 31 anni) che si siano distinti per l’attività di studio e di ricerca Persone fisiche che hanno determinato innovazione. Persone fisiche che si sono distinte in attività di ricerca e innovazione nel campo della prevenzione Tutte le start up con una idea innovativa Scadenza 16 ottobre 2017

  • Pubblicato in Incentivi

Aeroporti campani, rete integrata Capodichino-Costa d'Amalfi: c'è la firma

Oggi presso la sede della Regione Campania è stato firmato, dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, dal presidente di Gesac - Società di gestione dell'Aeroporto Internazionale di Napoli - Carlo Borgomeo e dal presidente della Società di gestione dell'aeroporto di Salerno-Costa d'Amalfi Antonio Ferraro, il protocollo di intesa relativo a obiettivi tempi, modalità ed impegni reciproci, per la creazione di una rete integrata di aeroporti campani. Il Protocollo siglato oggi ha come obiettivo prioritario la verifica della fattibilità di un percorso di integrazione societaria e di gestione unitaria tra l'aeroporto di Napoli-Capodichino e l'aeroporto di Salerno-Pontecagnano, in grado di promuovere al meglio la crescita del traffico sul territorio, di soddisfare le esigenze di connettività dello stesso, collocandosi tra i principali operatori aeroportuali italiani. La consistente crescita del traffico passeggeri registrata negli ultimi anni che si prevede confermata anche nel lungo periodo con una crescente vocazione internazionale ed il conseguente positivo impatto sui flussi turistici, impone un aumento della capacità complessiva di traffico della Regione ripartita tra i due scali di Napoli-Capodichino e Salerno-Pontecagnano. Nell'atto vengono indicati i rispettivi impegni e le attività da porre in essere per assicurare l'attuazione del percorso di integrazione tra l'aeroporto di Napoli- Capodichino e lo scalo di Salerno-Pontecagnano, volto alla razionalizzazione e allo sviluppo di una rete aeroportuale campana idonea a capitalizzare e valorizzare la complementarietà dei due scali, in un'ottica di pianificazione integrata di attività e servizi e relativo sviluppo. La Regione Campania, in considerazione del valore strategico dell'operazione tesa a favorire la costituzione di una rete aeroportuale che preveda lo sviluppo sia di Napoli che di Salerno-Pontecagnano, si impegna a sostenere economicamente tale progetto attraverso un programma di supporto di natura economica e finanziaria finalizzato ad agevolare l'adeguamento infrastrutturale dello scalo di Salerno-Pontecagnano, a facilitarne lo start-up commerciale attraverso un apposito programma di incentivazione verso le compagnie aeree rivolto alla destagionalizzazione e all'incremento del traffico passeggeri dei due aeroporti e ad assicurare la realizzazione di quegli interventi infrastrutturali volti a migliorare l'accessibilità agli scali della rete aeroportuale campana. Tale percorso consentirà di sviluppare le potenzialità dei due aeroporti valorizzando al contempo la complementarietà dei due scali, promuovendo la specializzazione di Salerno-Pontecagnano e l'integrazione con l'Aeroporto di Napoli, secondo una logica imprenditoriale di sostenibilità economica e finanziaria dell'operazione e di un ritorno per gli azionisti sugli investimenti che verranno realizzati. Successivamente alla sottoscrizione del Protocollo, verranno creati due gruppi di lavoro, costituiti da management e advisor di diversa natura (giuridica e tecnica) rappresentanti delle parti che valuteranno rispettivamente le condizioni di fattibilità giuridica e la sostenibilità economica e finanziaria del progetto di sviluppo della rete aeroportuale campana. 

Istituto Zooprofilattico, a Napoli gli stati generali con i Paesi del Mediterraneo

Si è aperto questa mattina, sotto la presidenza italiana, presso l’Hotel Royal Continental di Napoli, il 14esimo Joint Permanent Committee Remesa (Rèseau Mediterranèen de Santè Animale). Il tavolo tecnico è stato organizzato dal Ministero della Salute e dal Segretariato Oie-Fao Remesa, con il supporto dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno. Hanno preso parte ai lavori, presieduti da Romano Marabelli, presidente di Remesa Italia, il direttore generale dell’Izsm, Antonio Limone e i Capi Servizi veterinari di 15 Paesi dell’area mediterranea: 6 del Nord dell'Africa (Algeria, Egitto, Libia, Marocco, Mauritania e Tunisia), 2 del Medio Oriente (Giordania e Libano) e 7 del Sud dell'Europa (Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Grecia, Malta e Cipro). Presenti al tavolo tecnico, inoltre, i rappresentanti dell'Organizzazione mondiale della sanità animale (Oie), dell'Organizzazione delle Nazioni unite per l'alimentazione e l'Agricoltura (Fao) e dell'Unione Europea. L'obiettivo del Remesa è l'implementazione della cooperazione tra i Paesi del Nord e del Sud del Mediterraneo per migliorare la lotta alle principali malattie transfrontaliere, la sorveglianza epidemiologica e la diagnosi precoce, attraverso la creazione di un forte sistema di protezione per evitare l'introduzione di patologie quali Afta epizootica, Influenza aviaria, Rift Valley fever, Lumpy skin disease in paesi che ne sono esenti. 
Nel corso della prima giornata si è discusso delle principali patologie che colpiscono gli animali e delle zoonosi e si è fatto il punto della situazione nel bacino del Mediterraneo. Nel corso della giornata di domani, giornata conclusiva dei lavori, sarà presentato il Trade Facilitation Agreement e si discuterà dell’import/export di animali e prodotti. Inoltre, saranno presentati il piano di azione della Fao per combattere la resistenza antimicrobica e le linee guida dell’Oie alla resistenza antimicrobica
L’evento è stato possibile con il supporto dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno che potrà collaborare, assieme alla rete degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali, con i Paesi dell’area mediterranea sia in tema di formazione del personale che nelle attività di prevenzione e diagnosi delle malattie.
  • Pubblicato in Culture
Sottoscrivi questo feed RSS