Log in
NEWS
Legge di Bilancio, De Vincenti: confermati e rafforzati gli impegni per coesione e Sud Ambrogio Prezioso nuovo Presidente di Confindustria Campania InterArtes 2017, dialoghi tra le arti: si parte con Erri De Luca Lilì Marlene, e la musica si tinge di rosa Anm, conto alla rovescia per la procedura di licenziamento collettivo: domani assemblea dei lavoratori Cisl, Furlan: Da domani una donna alla guida del sindacato in Campania Mozzarella Dop congelata alla conquista dei mercai esteri: nuove polemiche sull'oro bianco campano "Mutui usurari", ecco i dettami della Cassazione Chirurgia, al via oggi a Napoli il Congresso nazionale "Pallottole d'argento" contro il mal di testa: nuova sperimentazione all'Università Vanvitelli di Napoli Camera di Commercio di Napoli, appuntamento con l'Alternanza Day Bnl promuove la "Diversity and inclusion week", eventi gratuiti a Napoli Giocare a pallone allunga la vita delle cellule: lo studio dei ricercatori di Napoli e Copenhagen Gianpiero Falco (Confapi Napoli): Legge Bassanini da rivedere, frena la spesa Ue Rimadesio, il design made in Italy sbarca in Giappone Agroalimentare, da oggi scatta l'obbligo di etichetta per il latte made in Italy Povertà, Italia peggior Paese dell'Europa Occidentale: a rischio quasi uno su tre Campania, si rompe una condotta: stop all'acqua in cinque comuni tra Napoli e Salerno "Carlo Poerio e l'Europa", da oggi via alla mostra dedicata al patriota napoletano Musica, De Sica canta Napoli nella stagione Ico Magna Grecia Una piattaforma digitale per i malati di Sm: il progetto della Federico II vince il Premio Merck Cisl, Annamaria Furlan al congresso regionale della Campania Anche i liberali marciano Terna e Fondazione Cariplo portano anche a Napoli il roadshow per cercare talenti Rfi sigla un protocollo sulla legalità con la Prefettura di Napoli Sailitalia ripropone l'evento Wine & Sail Unicocampania, oltre 107mila richieste di abbonamenti gratis per studenti Porti di Napoli e Salerno, entro fine mese il decreto sulle zone economiche speciali Napoli, Mara Carfagna all'attacco: Via Marina, che disastro Maratona della Salute, Borsacchi vince la Prevention Race Garanzia giovani: 1,2 mln di iscritti, 172 mila lavorano Sindaci donna, maglia nera alla Campania: solo 5 su 100 Forza Italia, parte in Campania la scuola di formazione dei Seniores Credit crunch, prestiti alle aziende giù di oltre 42 mld in un anno Napoli, Bassolino lancia l'hashtag #deMagistrisdicaalsindaco

kimbo shop ildenaro 016

Napoli, via al Bilancio consolidato 2016: stop al divieto di assunzioni

Migliore monitoraggio delle società partecipate, prosecuzione del programma di razionalizzazione dei costi e stop al divieto di assunzioni: questi alcuni degli effetti che produrrà l'approvazione del Bilancio Consolidato 2016 da parte della Giunta comunale di Napoli, adottato con una delibera a firma dell'assessore Enrico Panini. 
Napoli - evidenzia una nota di Palazzo San Giacomo - è tra i primi grandi Comuni ad approvare il proprio Bilancio Consolidato 2016 in termini anticipati rispetto alla scadenza di legge prevista per il 30 settembre, circostanza che "conferma, ancora una volta, la massima attenzione dell'amministrazione comunale al rispetto delle scadenze fissate dalle norme". Di recente, al riguardo, una scelta analoga ha riguardato l'adeguamento statutario delle società partecipate alle norme contenute nel Decreto Madia che si è realizzato nel rispetto del termine di fine luglio. L'adozione del bilancio consolidato, che fotografa la situazione dell'intero sistema pubblico napoletano, consentirà all'Ente un miglior monitoraggio delle partecipate rispetto agli obiettivi strategici assegnati dal consiglio comunale; - di non incorrere nel divieto di assunzioni (previsto come sanzione fino all'adempimento della approvazione del Bilancio Consolidato); la prosecuzione del programma di razionalizzazione dei costi, efficientamento delle partecipate, offerta di nuovi servizi ai cittadini già deliberato dal Comune. Con la redazione di questo documento contabile a carattere consuntivo, - spiega un comunicato - si consolidano i dati economico/patrimoniali dei bilanci dell'ente locale capogruppo con quelli dei bilanci delle partecipate, pervenendo ad una rappresentazione complessiva della situazione economico/patrimoniale del "gruppo", inteso come un'unica entità economica distinta dai singoli enti e/o società che lo compongono. Nel perimetro di consolidamento il Comune di Napoli sono ricomprese le principali 8 società/enti, tra cui 4 in liquidazione, tutte controllate al 100%. La composizione del "gruppo" (interamente pubblico) evidenzia che l'Ente utilizza lo strumento delle partecipate per erogare alla collettività servizi pubblici essenziali (igiene urbana, idrico, trasporti) o servizi strettamente strumentali (facility management) senza contaminazioni privatistiche (come altri grandi Comuni), sostenendone interamente i costi. Per fornire servizi ancora più efficienti ed efficaci - infine - il Comune ha deliberato azioni, vedi ad es. centralizzazione delle funzioni di staff in capo alla Napoli Holding, che daranno risultati importanti a breve in termini di efficientemento, risparmio, reinvestimento.