Log in
NEWS
Fca, dopo Geely e Dongfeng anche Guangzhou smentisce interesse all'acquisizione Teatro, Kronos e Medea a Velia tra classici e archeologia Alto Calore, Cammarano (M5s): Accordo a perdere con l'Acquedotto pugliese Morto Vincenzo Abate, pioniere della fecondazione artificiale Universiadi Napoli 2019: presentato a Taipei il video ufficiale Partecipazione delle Pmi alle gare pubbliche: bando Cosme da 350mila euro Poli innovativi dell'infanzia, 14,4 milioni alla Campania Treni regionali, 640 milioni dal Governo Ssc Napoli, assessore Borriello: Nuova convenzione per lo stadio, risolte le pendenze Confapi Napoli, Giglio: Incidenti in mare, più controlli ai presidi di salvataggio Benevento, Mortaruolo (Pd): Dalla Regione contributi a 47 Pro Loco Ecolamp, Napoli e provincia al 56% di raccolta di lampadine esauste Miss Mondo Italia, lunedì tappa nel salernitano Morto a Napoli il direttore della Comunicazione Msc Maurizio Salvi Attentato Barcellona, 14 morti: anche due italiani. Nella notte attacco sventato a Cambrils Torre del Greco, D'Elia (M5s): Al via il laboratorio di democrazia diretta Torre del Greco, Mdp: Ripristinata la legalità Imprese, il report di Intesa Sanpaolo: arrancano le italiane, +20% per quelle di immigrati Napoli, de Magistris: Per il turismo estate eccellente Siti Unesco, apre la Grotta preistorica di Camerota Start up e servizi digitali: percorso di accelerazione per 4 nuove imprese Erasmus giovani imprenditori global: le domande entro il 30 agosto Scavi di Pompei, ieri guasto all'impianto di illuminazione: le visite notturne riprendono Anche questo sarà il nostro tempo La consistenza dell’intangibile Torre del Greco, sciolto il Consiglio: arriva il commissario Attentato Barcellona, a Napoli bandiere a mezz'asta a Palazzo S. Giacomo La lezione di Roosevelt: un New Deal per l'Italia Ad ogni opera d'arte il giusto tipo d'esposizione Attacco terroristico a Barcellona: furgone contro la folla sulla Rambla, morti e feriti Guardia Sanframondi, ordinanza del sindaco: No a cellulari e filmati per il rito dei Flagellanti Il volo dell'angelo della console Usa a Napoli Il consolato d'Australia porta "Troppo Napoletano" ad Adelaide Luigi Mercogliano nominato nella direzione regionale di Fdi-An Parco Archeologico di Ercolano, visitatori in aumento: + 16,70% rispetto al 2016

kimbo shop ildenaro 016

Napoli, Comune: Tributi, possibile estinguere debiuto senza mora

"L'Amministrazione offre una importante occasione ai cittadini napoletani che hanno in corso una causa tributaria con il Comune di Napoli". E' quanto si legge in una nota della Giunta di Palazzo San Giacomo. "Ci si riferisce a cause relative a Ici/Imu, Tarsu/Tares/Tari, imposta sulla Pubblicità e imposta di Soggiorno per le quali sarà possibile chiudere la controversia senza pagare ulteriori aggravi - prosegue la nota - .
Lo scorso 1° Agosto, infatti, il Consiglio Comunale ha approvato, su proposta dell'Assessore al Bilancio, Enrico Panini, il regolamento per la definizione agevolata sulle liti tributarie, che consente ai contribuenti, che hanno notificato un ricorso al Comune entro il 24 aprile 2017, di estinguere il giudizio pendente pagando esclusivamente l'imposta richiesta, senza dover sostenere, quindi, sanzioni ed interessi di mora".
"Grazie al Regolamento sulla definizione agevolata delle controversie tributarie - dichiara l'Assessore Panini - i contribuenti che sono in causa con il Comune di Napoli su questioni tributarie hanno a disposizione un’occasione irripetibile. Entro il 2 Ottobre possono presentare la domanda per la chiusura della lite, risparmiando così le sanzioni e gli interessi. Una grande opportunità, aggiuntiva a quella già data della 'Rottamazione' delle cartelle esattoriali, che consentirà ai cittadini di concludere definitivamente la controversia senza dover più attendere gli esiti incerti della sentenza e senza dover sostenere ulteriori oneri economici".
La definizione agevolata si applica per le liti in ogni stato e grado di giudizio (anche in Cassazione). L'adesione dovrà avvenire entro il 30 settembre 2017 (che però cade di sabato, per cui la scadenza effettiva è lunedì 2 ottobre) attraverso la presentazione di un modulo ad hoc per ognuna delle liti pendenti, pubblicato, insieme al Regolamento, sulla home page del sito del Comune di Napoli. Entro questa data vanno anche versati gli importi dovuti in unica soluzione se inferiori a 2000 euro. Se gli importi superano i 2000 euro, è possibile anche pagare in tre rate: la prima entro il 2 ottobre (il 40% delle somme dovute), la seconda rata entro il 30 novembre 2017 (il 40% delle somme dovute) e la terza rata entro il 30 giugno 2018 (il restante 20% delle somme dovute).