Log in
NEWS
Chiesa, il vescovo di Pozzuoli disconosce i riti "ecumenici" Gruppo Cualbu, via ai lavori di riqualificazione dell'ex Birreria Peroni Capri Startup Competition, vince Carddia: nuova app per la salute Coolsun, made in Italy le vernici innovative per l'isolamento termico Climathon 2017, al via la maratona degli innovatori per rendere le città più green Vini d'Italia del Gambero Rosso, successo per la Campania Digital City: Bruxelles lancia la sfida per città smart Stefano Caldoro: Più fiducia in Ue grazie a Tajani Enel, nuovo Innovation Hub a Mosca Napoli, allarme smog: divieto di circolazione 3 giorni a settimana ma per i Verdi non basta Crediti ex Equitalia, lo Stato vuole svenderli a banche e finanziarie Gaetano Graziano nell'associazione nazionale Direttori di Centri Commerciali Gennaro Capodanno nuovo presidente dell'associazione "Jacopo Sannazaro" Premio Grassi, martedì la premiazione a Salerno Napoli, Caniglia e Gaudini: Dateci la delega alla gestione delle notti di movida Anicav su etichettatura dei derivati del pomodoro: Svolta storica Teatro, al Nuovo di Napoli il debutto de "Le Serve" Sinfonia d'inverno, grande successo per il charity gala a sostegno del Pausilipon L' Esercito di Terracotta dell'imperatore Quin: prima nazionale a Napoli Il sognatore sveglio, a Castel Nuovo la follia dell’Arte di Antonio Ligabue Sanità responsabile, dibattito con il ministro Lotti Top Italian Restaurant, i migliori chef del Belpaese all'estero per Gambero Rosso Agroalimentare: insetti a tavola dal 1º gennaio, ma il 54% degli italiani dice No Nuovi pianeti, un modello della Nasa per cercare ET Ambiente e lavoro, nuovo bando Uia: Bruxelles cerca città innovative Agroalimentare, Masiello (Coldiretti): Bene etichettatura per i derivati dal pomodoro Ravello, prorogato fino al 4 novembre lo spettacolo "Villa Rufolo mille anni di magia" Da bottega a museo: ecco il nuovo Ospedale delle bambole Città della Scienza, sos Cgil: Lavoratori allo stremo Premio Sepe a Orfeo, Grimaldi e allo show Made in Sud. Lavoro e corruzione i temi al centro della sesta De Luca sulla sanità: Stiamo preparando una grande rivoluzione Premio Sepe, Cutolo di Mcl: Un omaggio ai grandi personaggi di Napoli Debiti Pubblica amministrazione, valgono il 3% del Pil: il doppio della media Ue Mozzarella di bufala campana, nel mondo è conosciuta come Pino Daniele e Cannavaro Isa Yachts del gruppo Palumbo presenta in Florida le sue novità per il mercato mondiale

kimbo shop ildenaro 016

Napoli, "scippi e sporcizia in piazza Garibaldi": scatta la diffida al Comune

Basta col degrado a piazza Garibaldi, il Comune intervenga: questo il monito lanciato dagli avvocati Riccardo Vizzino e Maria Augusto che con una diffida sollevano, in rappresentanza del costituente Comitato del Diritto alla Salute dei Cittadini Napoletani, il problema della sicurezza e della vivibilità in una area critica della città. 

"Nella zona di Piazza Garibaldi - scrivono gli avvocati - il furto può avvenire nella massima celerità a bordo di un motorino o nella maniera più subdola e silenziosa. Può accadere che un motorio ti strattona e trascina per la strada o puoi accorgerti di essere stato scippato mentre eri in cammino e hanno messo le mani nella tua borsa! Tutto quello che appena è stato descritto è soltanto un aspetto del degrado di cui è piena la zona della Ferrovia. E allora ci si chiede come sia possibile che tutti questi illeciti non siano frenati, come sia possibile che la Polizia presente sul luogo resti inerte innanzi a tale scempio. Guardare senza agire è simile ad un avallo, la violazione di un dovere di intervenire se non addirittura essere conniventi con il criminale".

Ma c'è di più. "A tutti è noto - si legge ancora nella diffida - che basta fare un giro nella piazza Garibaldi che si vedono venditori abusivi, teli stesi a terra con prodotti di marche contraffatte.

L’etichettatura non esiste o comunque è palesemente falsificata. Palesemente in mostra si notano borse, cinture, occhiali da sole, maglieria e abbigliamento dalle note marche, perfettamente rifatta ad immagine e somiglianza della originale. E’ chiaro che si tratta di contraffazione, ostentata sotto gli occhi di tutti".

Per gli avvocati "l’omesso controllo da parte di tutte le autorità competenti non può essere una svista alla napoletana. Il mancato intervento implica un accrescimento e rafforzamento del lato oscuro di Napoli".

A questa situazione si aggiungono i "mercatini di immondizia, il nuovo ed inattaccabile mercato della Napoli straniera".

Di qui l'appello alle istituzioni cittadine: "La tutela della salute, l’ordine pubblico, il corretto e potenziale commercio e la salubrità della città di Napoli sono i pilastri dello sviluppo e dell’evoluzione napoletana. Egregio Sindaco, in quanto rappresentante del Paese di Napoli, la voce corale del popolo napoletano si appella ad un Suo immediato intervento: non può chiudere gli occhi innanzi a tale degrado, non può non intervenire innanzi a tutti questi disastri".

Tra le richieste avanzate al Comune c'è l'attuazione insieme alle Autorità sanitarie di "un piano d’emergenza per la tutela della salute" e "lo sgombero della zona di piazza Garibaldi da tutti i venditori abusivi, occupanti la zona senza permesso né licenza di vendere".

Alle Autorità di Polizia Locale e Carabinieri di zona gli avvocati invece chiedono di "accertare gli abusi nella zona di riferimento, in relazione, la vendita abusiva, la vendita di prodotti contraffatti, le occupazioni sine titulo, la assenza di permessi di soggiorno, ivi comprese le motivazioni legittimanti la permanenza a Napoli" e di "provvedere in via urgente allo sgombero della Piazza Garibaldi e zone limitrofe dalle sostanze alimentari, rifiuti biologici, pericolosi per la salute della popolazione napoletana".

In mancanza di rispospe concrete gli avvocati si dicono pronti a rivolgersi "alle competenti Autorità Giudiziarie e ad agire per la tutela anche risarcitoria dei diritti e degli interessi dei cittadini come singoli e come categoria".