Log in

kimbo shop ildenaro 016

Napoli Pizza Village, da Fratelli La Bufala le nuove pizze dedicate a Napoli

Sono venticinque le nuove pizze recentemente inserite in menu da Fratelli la Bufala. Dal 6 all’11 settembre alcune di queste vengono proposte anche allo stand della celebre rete di locali napoletana alla sesta edizione del Napoli Pizza Village. Ambasciatori della “napoletanità” nel mondo, i Pizzaioli Emigranti di Fratelli la Bufala all’evento internazionale dedicato alla pizza napoletana presentano alcune pizze dedicate alla città di Napoli. 
Oltre a quella ai Quattro Pomodori e a quella ai Quattro Gusti che riunisce in un'unica pizza i sapori delle più veraci pizze napoletane, compresa quella friarielli e salsiccia, la pizza Cosacca recupera un pezzetto di storia della città: pare che sia nata nel 1844 in occasione della visita dello zar Nicola I e di sua moglie Aleksandra Fëodorovna che si trovarono così bene a Napoli al punto da inviare a Ferdinando II i due cavalli di bronzo che adornarono prima l’ingresso dei giardini reali e poi lo spazio antistante il Maschio Angioino. I napoletani si inventarono così la pizza Cosacca, un misto tra Margherita e Marinara con il pomodoro e il formaggio al posto della mozzarella.
Alla base della filosofia del gruppo c'è l'idea della diffusione a livello internazionale della cucina tradizionale campana con le sue ricette, in primis la pizza napoletana, e i suoi vini tipici, ma anche attraverso una selezione di prodotti made in Italy e di agricoltura biologica. Il menu servito ogni giorno a più di 10mila persone nei sessantaquattro ristoranti sparsi in tutto il mondo, l'ultimo aperto a Jeddah il 25 agosto, comprende antipasti, primi piatti e secondi a base di carne di bufala, pizza Dop napoletana e dolci tipicamente partenopei. In cucina non vengono però mai utilizzati grassi idrogenati, salse industriali, glutammato o alimenti geneticamente modificati.