Log in
NEWS
Legge di Bilancio, De Vincenti: confermati e rafforzati gli impegni per coesione e Sud Ambrogio Prezioso nuovo Presidente di Confindustria Campania InterArtes 2017, dialoghi tra le arti: si parte con Erri De Luca Lilì Marlene, e la musica si tinge di rosa Anm, conto alla rovescia per la procedura di licenziamento collettivo: domani assemblea dei lavoratori Cisl, Furlan: Da domani una donna alla guida del sindacato in Campania Mozzarella Dop congelata alla conquista dei mercai esteri: nuove polemiche sull'oro bianco campano "Mutui usurari", ecco i dettami della Cassazione Chirurgia, al via oggi a Napoli il Congresso nazionale "Pallottole d'argento" contro il mal di testa: nuova sperimentazione all'Università Vanvitelli di Napoli Camera di Commercio di Napoli, appuntamento con l'Alternanza Day Bnl promuove la "Diversity and inclusion week", eventi gratuiti a Napoli Giocare a pallone allunga la vita delle cellule: lo studio dei ricercatori di Napoli e Copenhagen Gianpiero Falco (Confapi Napoli): Legge Bassanini da rivedere, frena la spesa Ue Rimadesio, il design made in Italy sbarca in Giappone Agroalimentare, da oggi scatta l'obbligo di etichetta per il latte made in Italy Povertà, Italia peggior Paese dell'Europa Occidentale: a rischio quasi uno su tre Campania, si rompe una condotta: stop all'acqua in cinque comuni tra Napoli e Salerno "Carlo Poerio e l'Europa", da oggi via alla mostra dedicata al patriota napoletano Musica, De Sica canta Napoli nella stagione Ico Magna Grecia Una piattaforma digitale per i malati di Sm: il progetto della Federico II vince il Premio Merck Cisl, Annamaria Furlan al congresso regionale della Campania Anche i liberali marciano Terna e Fondazione Cariplo portano anche a Napoli il roadshow per cercare talenti Rfi sigla un protocollo sulla legalità con la Prefettura di Napoli Sailitalia ripropone l'evento Wine & Sail Unicocampania, oltre 107mila richieste di abbonamenti gratis per studenti Porti di Napoli e Salerno, entro fine mese il decreto sulle zone economiche speciali Napoli, Mara Carfagna all'attacco: Via Marina, che disastro Maratona della Salute, Borsacchi vince la Prevention Race Garanzia giovani: 1,2 mln di iscritti, 172 mila lavorano Sindaci donna, maglia nera alla Campania: solo 5 su 100 Forza Italia, parte in Campania la scuola di formazione dei Seniores Credit crunch, prestiti alle aziende giù di oltre 42 mld in un anno Napoli, Bassolino lancia l'hashtag #deMagistrisdicaalsindaco

kimbo shop ildenaro 016

Treno storico Napoli-Pietrelcina, De Luca e Moretti al viaggio inaugurale: Mantenuti gli impegni

Cerimonia inaugurale questa mattina per il primo viaggio del treno storico che, da Napoli e da Salerno, consentirà a migliaia di turisti di visitare ogni settimana i luoghi di San Pio e conoscere le eccellenze del territorio sannita.
Il progetto “In treno per Pietrelcina” rientra nelle attività promosse da Regione Campania e Fondazione Fs Italiane che, con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ha trasformato circa 400 km di linee ferroviarie, ormai prive di trasporto pubblico, in un suggestivo museo dinamico.
Numerosi turisti che in mattinata raggiungono per l'evento il comune sannita. A bordo del treno storico anche il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, il consigliere del presidente per la realizzazione della ferrovia Napoli-Bari, Costantino Boffa, il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, il presidente di Coldiretti Campania, Gennarino Masiello, il presidente della Fondazione Fs, Mauro Moretti, il direttore della Fondazione Fs, Luigi Francesco Cantamessa, il prefetto di Benevento, Paola Galeone, l'arcivescovo di Benevento, mons. Felice Accrocca ed i rappresentanti provinciali delle Forze dell'Ordine.
"Abbiamo mantenuto il nostro impegno - dice Vincenzo De Luca, presidente Regione Campania - Arrivando in treno a Pietrelcina ho visto tante famiglie, soprattutto bambini ed anziani, in un clima straordinario che riflette il risveglio di tutte le aree interne della Campania. Stiamo lavorando per dare respiro al Sannio e all'Irpinia, e riscoprire un nuovo sentimento di orgoglio. La Campania è particolarmente ricca di luoghi religiosi e pensiamo di attivare altri percorsi turistici. Un flusso religioso ed economico che consentirà a tanti giovani di lavorare e restare in Campania. Assumiamo oggi anche un altro impegno con il sindaco Mastella. Organizzeremo una seconda corsa del treno, e non solo una come previsto, con tappa turistica a Benevento. Un impegno che ci costerà 70mila euro, in un clima di grande amicizia e soddisfazione, accogliendo nel cuore i valori di Padre Pio". 
Domenico Masone, sindaco di Pietrelcina, ringrazia "in particolar modo i sindaci sanniti, a partire da Clemente Mastella, per la coesione e per la fiducia. Insieme, hanno voluto che il Comune di Pietrelcina diventasse capofila di questo progetto così ambizioso. Oggi parte la ricostruzione del nostro territorio ed inizia una nuova fase di sviluppo economico e turistico. L'arrivo del treno storico, che dovrebbe fermarsi in tutti i territori coinvolti, è frutto di una importante sinergia istituzionale con Regione Campania, Mibact, Enti, Fondazione Fs ed Rfi. La nostra comunità si è affezionata al presidente De Luca ed oggi è una giornata d'amore che celebra anche la festa di San Pio in tutto il mondo. L'emozione di sentire il treno arrivare nella stazione di Pietrelcina dopo tanti anni mi ha commosso. Adesso arriva il compito più difficile: mettere da parte i campanilismi locali e condividere un unico modello di sviluppo".
Per Umberto Del Basso De Caro, sottosegretario Infrastrutture e Trasporti, "La riattivazione della linea ferroviaria, motivo di orgoglio per tutto il Sannio, consentirà all'intera regione di raggiungere Pietrelcina con orari comodi. Speriamo sia solo il tassello di un grande mosaico. Anche per ragioni storiche, è giusto che la linea prosegua fino a Morcone, seguendo proprio l'itinerario del Santo, per poi raggiungere il Molise e Sulmona. Auspico che la stazione di Pietrelcina non sia un arrivo ma un transito, per proseguire negli altri territori sanniti".
Mauro Moretti, presidente Fondazione Fs spiega: "Migliaia di turisti che vogliono fare visita a questo luogo sacro, che ha conservato una integrità ed una semplicità così rara, avranno la possibilità di conoscere l'autenticità di Pietrelcina e lo spirito di Padre Pio. Una perla che andava recuperata e che oggi mettiamo con orgoglio nella corona della Fondazione FS, sempre alla ricerca delle meraviglie storiche che il nostro territorio può offrire. Pensiamo anche a pacchetti turistici, parziali o composti, per consentire a tante persone di conoscere Benevento e Pietrelcina".
Luigi Francesco Cantamessa, direttore Fondazione Fs sottolinea che "oggi è una giornata storica, basti pensare che risale al 1881 il primo fischio del treno a Pietrelcina, al 1883 l'attivazione della linea ferroviaria fino in Molise e al 2013 l'ultimo treno arrivato in questa stazione. Da allora, solo incuria e abbandono. Questi binari, un tempo arrugginiti, oggi tornano ad essere verdi. Proprio in questo luogo, nel 1903, il Santo aspettava il treno per Morcone. Anche fisicamente, dunque, possiamo dire che è il treno di Padre Pio. Le prossime tappe di questo progetto saranno Morcone e gli altri territori sanniti per ricollegarci poi all'itinerario transappenninico fino a Roccaraso. Il 9 agosto è stata approvata la legge sulle ferrovie storiche che si propone di tutelare, come bene storico e artistico della nazione, le linee abbandonate. Abbiamo il dovere di consegnarle ai nostri figli come i nostri nonni ce le hanno lasciate".
Arcivescovo Felice Accrocca, prima della solenne benedizione, dice: "Il treno favorisce le comunicazioni ma dobbiamo ridurre anche le distanze tra le persone, altrimenti rischiamo di essere a due metri ma separati da un muro. Padre Pio ed i Santi hanno avuto la capacità di tenderci la mano. Questo pezzo di ferrovia ci aiuti a creare nuovi tracciati e a costruire ponti fra le persone".

treno pietralcina de luca 01
treno pietralcina de luca 02
treno pietralcina de luca 03
treno pietralcina de luca 04