Log in
NEWS
Ambiente, Premio San Michele a "L' Oro di Capri" Enel avvia la produzione in Brasile dei due parchi solari più grandi del Sud America Piano ospedaliero e territorio, lunedì a Napoli il ministro Lorenzin Infezioni cutanee, la scoperta made in Italy: così l'organismo le combatte in due mosse Capodimonte, riaprono i prati della Reggia per le Giornate Europee del patrimonio Boom ecobonus: 2,8 milioni di italiani pronti a ristrutturare casa Napoli, via al Bilancio consolidato 2016: stop al divieto di assunzioni Baroque Park, a Villa Bruno viaggio nel mondo dei libri Treno storico Napoli-Pietrelcina, De Luca e Moretti al viaggio inaugurale: Mantenuti gli impegni Incendi, nasce la filiera della prevenzione Aib Confapi Napoli, Falco: serve un'Agenzia per lo sviluppo del Mezzogiorno Napoli, successo per gli Itinerari Unesco al Wtu di Siena Capri, referendum per il futuro di via Krupp: via alla raccolta firme Cooperazione interregionale, nuovo bando Ue da 60 milioni Forza Italia, entra l'ex Idv Di Nardo: Nessun tradimento, torno a casa Festival di Bari sulle buone pratiche delle città europee. C'è anche Napoli Ryanair cerca il riscatto. In inverno nuovi collegamenti Napoli-Malta Conti pubblici: così i derivati possono affossare il bilancio dello Stato Musica, parata di stelle a Roma per "Napoli nel Cuore" Francesco Todisco (Mdp): Eolico, bene i sequestri della Gdf Fisco, indagine Cgia: Campania tra le regioni meno tartassate Cura dei pazienti fragili, a Roma un convegno organizzato da Lucio Romano Moda, nascono 6 imprese al giorno: record di giovani a Napoli Confindustria, Robiglio si candida alla presidenza di Piccola Industria Test di Medicina, boom di irregolarità: 5 atenei nel mirino. C'è anche Napoli Targa in memoria di Giancarlo Siani: un Qr Code per far conoscere la sua storia ai più giovani Mostre, quasi 1.500 persone al Madre per la videoinstallazione di Cerami "Mai Soli", a Salerno il primo gruppo-appartamento per anziani Capri, nasce il Comitato "Via Krupp aperta e pubblica" Trasporti, De Luca annuncia arrivo del bigliettaio a bordo dei bus Trofeo Pulcinella, cento pizzaioli in gara a Napoli Evasione fiscale da 1,5 mln: sequestrata coop che lavora per le Fs Palasport delle Fiamme Oro di Roma intitolato al napoletano Aurelio Santoro Rossi, Viesti, Laterza e le vexata questio M Provinciali a Caserta, in corsa sei liste e due candidati alla presidenza

kimbo shop ildenaro 016

Regione, accordo quadro di programma: 113 milioni per le aree di crisi non complessa

La Giunta regionale nella riunione di ieri ha approvato un atto deliberativo sulle aree di crisi non complessa, dando il via a un accordo di programma quadro con il Ministero dello Sviluppo e Invitalia. L'accordo stabilisce il finanziamento di 113 milioni di euro (45 milioni cofinanziati dalla Regione) per le imprese che hanno partecipato all'avviso pubblico nazionale di aprile e fa seguito agli altri provvedimenti adottati dall'amministrazione regionale (definizione delle aree di crisi non complessa, interventi per i Comuni esclusi dalle aree di crisi, interventi per le aree Pip e le aree di sviluppo industriale, accordo di programma quadro sui contratti di sviluppo, erogazione dei fondi per la competitività delle Pmi) che hanno permesso l'avvio di una consistente crescita industriale in Campania. Il provvedimento, prendendo atto della forte presenza delle imprese campane all'appuntamento nazionale - su 231 progetti presentati per un totale di circa 1 mld di euro di investimenti, 119 sono di imprese campane per un totale di circa 550 mln di euro -, consente di aggiungere agli 80 miloni di euro dell'avviso pubblico di Invitalia (38 mln circa saranno destinati alla Campania), altri 113 milioni solo per la nostra Regione. In questo modo, si potranno assorbire gran parte dei progetti di investimento presentati per la Campania e si potrà dare vita a un'altra grande iniziativa rivolta allo sviluppo e all'occupazione (con oltre 2000 nuovi posti di lavoro). Le aree di crisi, in questo modo, passano a essere, da vincolo stringente, un'opportunità di crescita per il sistema produttivo regionale. Questo risultato è stato possibile grazie alla fattiva collaborazione stabilita con il governo, il Ministro dello Sviluppo e Invitalia sui temi decisivi della crescita economica e del lavoro. Il Presidente Vincenzo De Luca e l'assessore Amedeo Lepore hanno dichiarato: "Con questo provvedimento la Campania dà nuova linfa agli investimenti e al lavoro produttivo, rafforzando il processo di crescita industriale del nostro territorio. Dopo l'accordo con il governo sui contratti di sviluppo, che ha fornito impulso a grandi progetti industriali, si promuove una forte iniziativa a sostegno delle piccole e medie imprese. A questo accordo seguirà la definizione delle aree di crisi complessa e l'adozione dei contratti di programma regionali per continuare a stimolare la capacità innovativa e l'aggregazione delle Pmi. Il sistema industriale e i lavoratori della Campania hanno manifestato dinamismo e vitalità, dimostrando di essere i più competitivi a livello nazionale. Anche per questa ragione, l'Amministrazione regionale intende rafforzare gli interventi a favore delle imprese e degli investimenti, per creare nuova occupazione e consolidare la ripresa economica. La Campania già nel 2016 è cresciuta più di tutte le altre Regioni e ora sta contribuendo notevolmente ai dati estremamente positivi dello sviluppo industriale italiano, indice di una ripresa di natura strutturale. Perseguiremo ancora questi obiettivi con concretezza e tenacia, nell'interesse dei lavoratori e del sistema produttivo campano".