Log in
NEWS
Legge di Bilancio, De Vincenti: confermati e rafforzati gli impegni per coesione e Sud Ambrogio Prezioso nuovo Presidente di Confindustria Campania InterArtes 2017, dialoghi tra le arti: si parte con Erri De Luca Lilì Marlene, e la musica si tinge di rosa Anm, conto alla rovescia per la procedura di licenziamento collettivo: domani assemblea dei lavoratori Cisl, Furlan: Da domani una donna alla guida del sindacato in Campania Mozzarella Dop congelata alla conquista dei mercai esteri: nuove polemiche sull'oro bianco campano "Mutui usurari", ecco i dettami della Cassazione Chirurgia, al via oggi a Napoli il Congresso nazionale "Pallottole d'argento" contro il mal di testa: nuova sperimentazione all'Università Vanvitelli di Napoli Camera di Commercio di Napoli, appuntamento con l'Alternanza Day Bnl promuove la "Diversity and inclusion week", eventi gratuiti a Napoli Giocare a pallone allunga la vita delle cellule: lo studio dei ricercatori di Napoli e Copenhagen Gianpiero Falco (Confapi Napoli): Legge Bassanini da rivedere, frena la spesa Ue Rimadesio, il design made in Italy sbarca in Giappone Agroalimentare, da oggi scatta l'obbligo di etichetta per il latte made in Italy Povertà, Italia peggior Paese dell'Europa Occidentale: a rischio quasi uno su tre Campania, si rompe una condotta: stop all'acqua in cinque comuni tra Napoli e Salerno "Carlo Poerio e l'Europa", da oggi via alla mostra dedicata al patriota napoletano Musica, De Sica canta Napoli nella stagione Ico Magna Grecia Una piattaforma digitale per i malati di Sm: il progetto della Federico II vince il Premio Merck Cisl, Annamaria Furlan al congresso regionale della Campania Anche i liberali marciano Terna e Fondazione Cariplo portano anche a Napoli il roadshow per cercare talenti Rfi sigla un protocollo sulla legalità con la Prefettura di Napoli Sailitalia ripropone l'evento Wine & Sail Unicocampania, oltre 107mila richieste di abbonamenti gratis per studenti Porti di Napoli e Salerno, entro fine mese il decreto sulle zone economiche speciali Napoli, Mara Carfagna all'attacco: Via Marina, che disastro Maratona della Salute, Borsacchi vince la Prevention Race Garanzia giovani: 1,2 mln di iscritti, 172 mila lavorano Sindaci donna, maglia nera alla Campania: solo 5 su 100 Forza Italia, parte in Campania la scuola di formazione dei Seniores Credit crunch, prestiti alle aziende giù di oltre 42 mld in un anno Napoli, Bassolino lancia l'hashtag #deMagistrisdicaalsindaco

kimbo shop ildenaro 016

Infermiere "cucina" al Cardarelli, scoppia la polemica

Sta facendo il giro dei social e creando polemiche la foto di un infermiere dell'ospedale Cardarelli di Napoli, diffusa dal consigliere regionale dei Verdi, Francesco Borrelli: l'uomo ha in mano una cozza e in un'altra un pomodorino. Qualcuno, forse un amico la pubblica sul profilo Fb dell'infermiere. Si vede, accanto a lui, in camice bianco, una cucina e tutto l'occorrente per preparare un pranzo. "La foto che ritrae un infermiere del Cardarelli che cucina allegramente in una delle stanze dell'ospedale mettendosi addirittura in posa - secondo Borrelli, che è componente della commissione Sanità della Regione - è un insulto per tutti i suoi colleghi che ogni giorno svolgono questo delicatissimo ruolo con estrema professionalità. Dalla foto sembra emergere, inoltre, che la "postazione di cucina" sia tutt'altro che improvvisata facendo pensare che non si tratti di un episodio occasionale ma di una pessima consuetudine perpetrata in spregio alle più elementari norme igieniche e di sicurezza". "Non appena ho avvisato il direttore del più grande ospedale del Mezzogiorno, Ciro Verdoliva, immediatamente è scattata la verifica di quanto segnalato che ha confermato la presenza di materiale vario non idoneo al posto di lavoro e la contestuale apertura di un'indagine interna sull'accaduto - prosegue Borrelli - in modo da poter prendere gli opportuni provvedimenti per tutelare l'immagine dell'ospedale. L'ospedale non è un ristorante e mi auguro che cucinare non sia un modo per qualche dipendente per passare il tempo durante l'orario di lavoro o fuori orario ma in ogni caso in luoghi inidonei e dove ci vorrebbe il massimo dell'igiene". "Non sarà di certo questa foto a vanificare il duro lavoro che la Regione, insieme ai dirigenti delle Asl, ai medici e agli infermieri, sta facendo per dare ai cittadini un servizio sanitario di eccellenza - conclude Borrelli - ma proprio per questo simili atteggiamenti devono essere severamente sanzionati". Dal canto suo il Cardarelli - come riferisce la Repubblica nell'edizione napoletana - ha fatto sapere che l'ambiente adibito alla preparazione delle cozze si trova non in un reparto, e quindi vicino ai malati, ma in un luogo che si trova vicino, una palazzina dei servizi. Insomma, niente cucina in corsia ma un posto, appartato dove i sanitari trascorrono momenti di pausa dal lavoro. Sulla vicenda, interviene polemizzando con Borrelli, pur senza citarlo mai, l'eurodeputato di Forza Italia, Fulvio Martusciello. "La spiegazione data dalla direzione sanitaria del Cardarelli sulla foto dell'infermiere che cucina chiude l'ennesima inutile polemica aperta da chi cerca solo la ribalta. Il luogo dove e' stata ritratta la foto infatti, ha precisato la direzione, è una palazzina di servizi e non un reparto sgonfiando gli allarmi lanciati sulla mancanza di sicurezza per la salute dei pazienti. A causa però di questo allarmismo inutile ci sarà un padre di famiglia che rischia una sanzione e un ospedale umiliato nella sua professionalità".