Log in
NEWS
Scossa di terremoto e crolli: tragedia ad Ischia Archeologia, a Ercolano i raggi X svelano il ritratto di una antica donna romana Fumetti, a Salerno rivive il mito di Trumoon Ap Campania, Barone: Le alleanze le decide Alfano Caso Loreto Mare, domani arrivano i Nas Onlus e Coop sociali, bando da 223 mln: domande a partire dal 7 novembre Incentivi per under 32: ecco le misure allo studio del Governo Isole minori, 15 milioni di euro per l'efficienza energetica Corti di lunga vita, via al contest: 2mila euro in palio per il primo classificato Fca, non solo Jeep: Great Wall punta all'intero gruppo Castel Volturno, si insedia il commissario straordinario Mar Mediterraneo, lo screening di Goletta Verde: in Lazio, Calabria e Campania i punti più inquinati Sal De Riso, piccoli, tondi e deliziosii: ecco i nuovi Cabochon D’Amalfi Acerra, il Comune con la Coldiretti: No al Ceta Scavi di Pompei, tour operator favorevoli all'aumento delle tariffe Cinema, primo ciak per il nuovo film con Rubini: set ad Apice Caso Loreto mare, si indaga per omicidio colposo Edilizia scolastica, via al bando Pon: 350 mln alle Regioni del Sud Ricerca, nuovo bando aerospazio: i progetti entro il 30 settembre Sponz Fest, la Scuola di tarantella montemaranese alla notte del tamburo Zootecnia, banca dati per la biodiversità: 93 milioni per allevatori e centri di ricerca Access City Award 2018: demande entro l'11 settembre Nocera, voto di scambio politico-mafioso: blitz dei carabinieri Scavi di Pompei, ricara il biglietto: da 11 euro passa a 15 Industria Italiana Autobus, giornata storica a Flumeri: l'8 settembre presentazione dei primi mezzi prodotti Caso Loreto mare, Codacons: Gli ispettori non bastano, denuncia a Lorenzin e De Luca Napoli, dopo la delibera primi tavolini a piazza Municipio Nerina Dirindin (Mdp): Caso Loreto mare, occorre riorganizzare il sistema Napoli, de Magistris: La sicurezza? Non si ottiene innalzando i muri Mafia, Dia: Sequestrati in un anno beni per 210 milioni Fca, cinesi di Great Wall interessati a Jeep Tommariello d’oro 2017, ecco i premiati: appuntamento il 26 a Montefusco Sarà il turismo lento e sostenibile il futuro dell’Italia? Giovane morto al Loreto mare, è bufera nella Sanità campana Sui sentieri degli dei, ad Agerola omaggio a Rino Gaetano

kimbo shop ildenaro 016

Accordo su Bagnoli, comitati sul piede di guerra: domani presidio davanti alla Prefettura

Solo dopo che saranno chiari i contenuti dell'intesa, entreremo nel merito delle questioni aperte e dei nodi da sciogliere. Ma, ora più che mai, è necessario mobilitarsi, vigilare, far ripartire l'iniziativa autonoma di una città. 0 - 0 palla al centro, la partita comincia adesso!". Promettono che su Bagnoli non sarà fatto alcun "passo indietro" e gli attivisti di 'Bagnoli libera' annunciano anche per domani pomeriggio un presidio (ore 17), davanti alla Prefettura di NAPOLI, in occasione della firma dell'accordo su Bagnoli tra Governo, Regione Campania e Comune di NAPOLI. "Gli annunci rassicuranti non bastano - spiegano - ancora poco chiari i contenuti dell'accordo tra governo, regione e amministrazione comunale. Sbagliato il metodo. Ma, oggi più che mai, attraverso la mobilitazione sono stati messi al centro gli interessi pubblici e collettivi. Da qui è necessario ripartire, attraverso il protagonismo della città, la partecipazione, la lotta, il controllo, la proposta dal basso". "La prima perplessità riguarda il metodo, che in questo caso è anche sostanza e merito. L'annunciata discussione pubblica con il territorio e la città si riduce a una frettolosa informativa. Il processo decisionale - aggiungono - si ritira nuovamente nelle stanze dei bottoni e senza eliminare, come dovuto, il ruolo del commissariamento. Al netto degli annunci rassicuranti, sono ancora poco chiari i contenuti dell'accordo tra governo, regione e amministrazione comunale. Le informazioni che trapelano lasciano lo spazio a diversi dubbi e criticità, tuttavia non si può negare che la mobilitazione popolare ha ottenuto degli effetti chiari: porre al centro dell'agenda politica gli interessi pubblici e collettivi e le istanze sociali con i loro obiettivi concreti". "Solo dopo che saranno chiari i contenuti dell'intesa, entreremo nel merito delle questioni aperte e dei nodi da sciogliere. Ma, ora più che mai, è necessario mobilitarsi, vigilare, far ripartire l'iniziativa autonoma di una città", concludono.