Log in
NEWS
Cairano, c'è la Festa del Migrante tra storia, ricordi e tradizione Campania, il Governo impugna la legge sulla sociologia del territorio Atitech, Palmeri: la Regione manterrà gli impegni assunti Cluster tecnologici, nuovo bando Miur: 393 milioni di euro alle Regioni del Sud Confindustria, Srm, Svimez: una rivoluzione è in atto Un'estate letteraria al Blu di Acciaroli Start up innovative, Campania prima regione del Sud con 547 attività Metro, inaugurata l'uscita San Giacomo. Delrio: Napoli città europea Sud, Alemanno (Mns): C'è il disegno di legge per la Macro Regione Confapi Napoli, Marrone contro l'abusivismo balneare: Grave danno alle imprese World top model, a Villa Parthenope 20 ragazze in passerella per il concorso internazionale Vita e Morte di un archeologo Al MANN “Oltre la Mostra” racconta Joachim Winckelmann I migranti del pensiero Garanzia Giovani, il Governo rifinanzia il programma con 1,3 miliardi Governo, 4,5 mln alla Campania per sicurezza edifici scolastici Rifiuti fino alla falda, sigilli a discarica di Casalnuovo In Dl Sud fondi per tribunale di Santa Maria Capua Vetere Pepe in Grani, a Caserta la migliore pizza d'Italia Fondazione Banco di Napoli, critiche interne all'operazione Brs Vodafone a quota 1,3 mld di ricavi. E porta il 4G a Napoli "Ritorno al Cilento", oltre 50mila visitatori per la mostra di Paestum Napoli, locali di via Falcone respingono le accuse Natalia Sanna eletta presidente della commissione regionale pari opportunità Banco di Napoli Fondazione risponde a istanze del ministero Dl Sud, 90 mln per ristrutturate le sedi giudiziarie di Campania, Calabria, Puglia e Sicilia Regione, Consiglio convocato per il 24 e 25 luglio Nicaragua, nuove opportunità di investimento per le imprese campane Monumenti nell'"Iride": scatti in mostra al Consiglio regionale Da affittacamere a produttori di formaggi: la mappa delle imprese nei piccoli Comuni Bankitalia, sale il numero di ricorsi all'arbitro: record in Puglia e Campania Mdp, Todisco primo consigliere regionale: ma resterà in carica solo due mesi Giffoni Innovation Hub sigla intesa con iOS Academy di Napoli Vito Busillo confermato alla vicepresidenza di Anbi Nuovo procuratore di Napoli, la decisione ad agosto Anm, linea bus 621 al posto della funicolare di Mergellina

kimbo shop ildenaro 016

Accordo su Bagnoli, comitati sul piede di guerra: domani presidio davanti alla Prefettura

Solo dopo che saranno chiari i contenuti dell'intesa, entreremo nel merito delle questioni aperte e dei nodi da sciogliere. Ma, ora più che mai, è necessario mobilitarsi, vigilare, far ripartire l'iniziativa autonoma di una città. 0 - 0 palla al centro, la partita comincia adesso!". Promettono che su Bagnoli non sarà fatto alcun "passo indietro" e gli attivisti di 'Bagnoli libera' annunciano anche per domani pomeriggio un presidio (ore 17), davanti alla Prefettura di NAPOLI, in occasione della firma dell'accordo su Bagnoli tra Governo, Regione Campania e Comune di NAPOLI. "Gli annunci rassicuranti non bastano - spiegano - ancora poco chiari i contenuti dell'accordo tra governo, regione e amministrazione comunale. Sbagliato il metodo. Ma, oggi più che mai, attraverso la mobilitazione sono stati messi al centro gli interessi pubblici e collettivi. Da qui è necessario ripartire, attraverso il protagonismo della città, la partecipazione, la lotta, il controllo, la proposta dal basso". "La prima perplessità riguarda il metodo, che in questo caso è anche sostanza e merito. L'annunciata discussione pubblica con il territorio e la città si riduce a una frettolosa informativa. Il processo decisionale - aggiungono - si ritira nuovamente nelle stanze dei bottoni e senza eliminare, come dovuto, il ruolo del commissariamento. Al netto degli annunci rassicuranti, sono ancora poco chiari i contenuti dell'accordo tra governo, regione e amministrazione comunale. Le informazioni che trapelano lasciano lo spazio a diversi dubbi e criticità, tuttavia non si può negare che la mobilitazione popolare ha ottenuto degli effetti chiari: porre al centro dell'agenda politica gli interessi pubblici e collettivi e le istanze sociali con i loro obiettivi concreti". "Solo dopo che saranno chiari i contenuti dell'intesa, entreremo nel merito delle questioni aperte e dei nodi da sciogliere. Ma, ora più che mai, è necessario mobilitarsi, vigilare, far ripartire l'iniziativa autonoma di una città", concludono.