Log in
NEWS
Alla fine è sempre la povera gente, credulona e sprovveduta, a pagare il conto Tech day Ischia 4.0, tra realta aumentata e Li-Fi startup a confronto sul futuro del turismo Vertenza Ericsson, corsa contro il tempo per evitare 29 licenziamenti Vertenza Ericsson, l'assessore Palmeri all'azienda: Faccia dietrofront sui licenziamenti Pd, l'associazione Campania Domani di David Lebro aderisce al partito Anm, lunedì 2 ottobre stop di 24 ore al trasporto pubblico locale Osterie d’Italia 2018, a Riardo 400 osti a raccolta per la presentazione del volume Marotta nominato commissario di Alternativa Popolare a Salerno Eav, De Gregorio: Altro sciopero che non capisco A Marcianise "Carrefour in piazza" per sostenere iniziative benefiche Asi Caserta ospita il primo corso sulla prevenzione della corruzione Formazione Rsu e Tas, da venerdì via al corso Cisl a Napoli Premio Penisola Sorrentina, riconoscimenti a De Rossi e Branchetti Modelli 3D per testare le terapie antitumorali: ricercatrice campana premiata con l’Erc Starting Grant Ristorazione, in Campania 30mila imprese attive: vincono tradizione e qualità MozArt Box alla Reggia borbonica di Portici: apre Stefano Bollani Giornalisti, in Campania via al premio Ferrara: scadenza prorogata al 2 ottobre Docce fredde e pasti non graditi: protesta dei migranti a Salerno Ex Gepin, Palmeri: Un successo frutto di un grande lavoro di squadra Università Parthenope, a Napoli il Biwaes 2017: confronto sulla sostenibilità ambientale Sant'Antimo, udienza dal Papa per 17 allievi del Pestalozzi e il musicista Salvetti "Agente OO11" al via a Napoli: 5 giovani youtubers in missione per salvare il pianeta Java Academy, Innovaway alla ricerca di 100 tra analisti e programmatori Protom, più del 15% del fatturato 2011-2017 investito in progetti di ricerca Confindustria Salerno, domani la presentazione del programma Elite Regione, De Luca: Immigrati? Non dobbiamo aspettare che muoia qualcuno Media, 48mila imprese in Italia: Napoli terza con 2mila attività Vini italiani in Germania, accordo tra Camera di commercio italo-tedesca e Uiv Napoli: l'opposizione garantisce il numero legale, ricordata Adriana Tocco Abusi edilizi, De Luca propone legge in 5 articoli con carcere e sanzioni Aeffe lancia la nuova etichetta "Birra Margherita" Banca di Credito Popolare, porte aperte a Torre del Greco per la XVI edizione di “Invito a Palazzo” Canottaggio, Cambridge batte Oxford alla Reggia di Caserta "Capri, Hollywood": l'edizione 2017 è dedicata a Liz Taylor Festa della Ricerca: al Pascale porte aperte per una notte

kimbo shop ildenaro 016

Imprenditori e volontari pronti a ripiantumare Parco del Vesuvio

 “Ho comunicato ufficialmente al Presidente del Parco Agostino Casillo che finanzieremo la ripiantumazione del primo ettaro di terreno del Parco Nazionale del Vesuvio a spese nostre grazie all’aiuto di un gruppo di imprenditori capitanati da Roberto Fogliame e al sostegno di tanti militanti e simpatizzanti dei Verdi. Vogliamo che il Vesuvio, simbolo della nostra città e della nostra regione nel mondo, torni più bello di prima. Ma occorre fare presto; c’è il rischio che le aree distrutte dagli incendi possano causare il cedimento di pezzi della montagna e la catastrofe, in questo caso, sarebbe irreparabile”. Lo ha dichiarato Francesco Borrelli, consigliere dei Verdi alla Regione Campania, nel corso di una catena umana realizzata da attivisti e rappresentanti istituzionali del Sole che ride ad Ercolano, uno dei comuni colpiti duramente dai roghi dei giorni scorsi. “Ho avuto rassicurazioni dal consigliere del Presidente De Luca per la Protezione Civile, Aniello Di Nardo, che la situazione è finalmente sotto controllo anche se restano dei focolai nell’area del comune di Terzigno che destano preoccupazioni perché rischiano di toccare la mega discarica realizzata dall’allora Commissario Guido Bertolaso nel corso dell’emergenza rifiuti. Un sospiro di sollievo parziale, ma non basta. I Verdi chiederanno ai sindaci di tutti i comuni colpiti dagli incendi, alla Regione Campania e alla Città Metropolitana di costituirsi parte civile nei processi contro i piromani che hanno causato questo disastro ambientale – conclude Borrelli – affinchè sia chiaro a tutti i criminali che le comunità locali non sono più disposte a tollerare lo scempio dei propri territori”. Al flash mob, che si è concluso con un abbraccio simbolico dei partecipanti al Vesuvio e che sarà replicato giovedì prossimo a Portici, hanno preso parte l’assessore comunale di Ercolano, Giampiero Perna, l’assessore comunale di Napoli, Maria D’Ambrosio, la coordinatrice nazionale dei Verdi, Fiorella Zabatta, i consiglieri comunali di Napoli Stefano Buono e Marco Gaudini, i consiglieri comunali di Ercolano e Portici Saverio De Crescenzo e Franco Santomartino, il presidente di Arcigay Napoli, Antonello Sannino e don Ciro Cozzolino, parroco di Torre Annunziata, che ha avuto parole durissime nei confronti dei piromani: “Questa è in poco tempo la seconda manifestazione alla quale partecipo ad Ercolano. Credo che abbiamo una sola scelta quella di fidarci nell'opera degli inquirenti. Chi sa, chi ha visto parli!” – conclude don Ciro.