Log in
NEWS
Confapi Napoli, Giglio: Incidenti in mare, più controlli ai presidi di salvataggio Benevento, Mortaruolo (Pd): Dalla Regione contributi a 47 Pro Loco Ecolamp, Napoli e provincia al 56% di raccolta di lampadine esauste Miss Mondo Italia, lunedì tappa nel salernitano Morto a Napoli il direttore della Comunicazione Msc Maurizio Salvi Attentato Barcellona, 14 morti: anche due italiani. Nella notte attacco sventato a Cambrils Torre del Greco, D'Elia (M5s): Al via il laboratorio di democrazia diretta Torre del Greco, Mdp: Ripristinata la legalità Imprese, il report di Intesa Sanpaolo: arrancano le italiane, +20% per quelle di immigrati Napoli, de Magistris: Per il turismo estate eccellente Siti Unesco, apre la Grotta preistorica di Camerota Start up e servizi digitali: percorso di accelerazione per 4 nuove imprese Erasmus giovani imprenditori global: le domande entro il 30 agosto Scavi di Pompei, ieri guasto all'impianto di illuminazione: le visite notturne riprendono Anche questo sarà il nostro tempo La consistenza dell’intangibile Torre del Greco, sciolto il Consiglio: arriva il commissario Attentato Barcellona, a Napoli bandiere a mezz'asta a Palazzo S. Giacomo La lezione di Roosevelt: un New Deal per l'Italia Ad ogni opera d'arte il giusto tipo d'esposizione Attacco terroristico a Barcellona: furgone contro la folla sulla Rambla, morti e feriti Guardia Sanframondi, ordinanza del sindaco: No a cellulari e filmati per il rito dei Flagellanti Il volo dell'angelo della console Usa a Napoli Il consolato d'Australia porta "Troppo Napoletano" ad Adelaide Luigi Mercogliano nominato nella direzione regionale di Fdi-An Parco Archeologico di Ercolano, visitatori in aumento: + 16,70% rispetto al 2016 Intesa Sanpaolo, a ferragosto oltre 4.000 visitatori a Palazzo Zevallos Aeroporti, l'Enac va avanti con la certificazione: Ok il 40% degli scali, c'è Napoli Morte garante detenuti, Palmieri: Amica delle persone fragili Morte Garante detenuti, E. Russo: Con lei la detenzione ha fatto progressi Periti industriali, Sansone: Pronti a collaborare per l’adeguamento degli impianti sportivi di Scampia Riforma Madia, altro stop sulla soppressione del Corpo Forestale: parola alla Corte Costituzionale Morte garante detenuti, Dap: Donna di grande valore Scavi di Pompei, al via il cantiere: entro il 2019 area interamente consolidata Regione, Caldoro: No agli aumenti gli stipendi dei manager della Sanità

kimbo shop ildenaro 016

Caccia, via libera al nuovo calendario venatorio regionale


La Giunta regionale della Campania, su proposta del Presidente De Luca, ha approvato quest’oggi il calendario venatorio 2017-2018. “Anche quest’anno - dichiara Franco Alfieri, consigliere del Presidente per l’Agricoltura, Foreste, Caccia e Pesca - il calendario è stato approvato entro il 15 giugno, termine prescritto dalla normativa in materia, ma disatteso in passato. Questo calendario è improntato al principio della precauzione, così come richiesto dalla Commissione europea, al fine di assicurare una maggiore salvaguardia del patrimonio faunistico soggetto al prelievo venatorio. Abbiamo reso, dunque, più calzanti quei vincoli che, nei precedenti calendari, erano fissati in maniera generica”. Il calendario fissa i periodi in cui è possibile, per ciascuna delle specie ammesse, lo svolgimento dell’attività venatoria. L’inizio è fissato per il 1° ottobre, anticipato al 2 settembre, nella modalità dell’appostamento temporaneo, per la tortora, la gazza, la ghiandaia e la cornacchia grigia. La stagione si concluderà il 31 gennaio 2018, termine prorogato al 10 febbraio per la gazza, la ghiandaia e la cornacchia grigia. Tra le principali novità, la chiusura al 31 gennaio 2018 anche per i turdidi (tordo bottaccio, cesena e tordo sassello) nonché la limitazione del prelievo per gli anatridi. Il calendario 2017-2018 - risultato della proficua condivisione tra gli uffici regionali e il mondo agricolo, venatorio ed ambientale e del prezioso contributo tecnico-scientifico del Comitato Tecnico Faunistico Venatorio Regionale (CTFVR) e dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) - rafforza le prescrizioni, introdotte dal precedente calendario, relative all’impegno ‘volontario’ del cacciatore nella gestione ambientale e faunistica. In pratica, il cacciatore si identifica ancora di più come ‘sentinella’ del paesaggio, essendo chiamato, ad esempio, a segnalare gli incendi boschivi, l’abbandono di rifiuti e i principi di frane. L’attività faunistico-venatoria è praticata in Campania da circa 40mila persone e rappresenta, sempre più, una realtà di enorme rilievo per le aree rurali ed interne. “Per rispondere meglio alle mutate esigenze del comparto e tenere conto del riassetto istituzionale intervenuto con l’attribuzione, in capo alle Regione, delle funzioni svolte in precedenza dalle province - dichiara Alfieri - siamo in procinto di apportare sostanziali modifiche, individuate di concerto con le associazioni venatorie, agricole ed ambientali, alla legge regionale attualmente in vigore. E’ previsto, tra l’altro, il rafforzamento del ruolo degli Ambiti Territoriale di Caccia (ATC), l’inglobamento dei piani faunistici venatori provinciali nel Piano Faunistico Venatorio regionale nonché l’adeguamento, alle linee guida nazionali, delle attività connesse ai danni arrecati dalla fauna selvatica”.