Log in
NEWS
Campania, il Governo impugna la legge sulla sociologia del territorio Atitech, Palmeri: la Regione manterrà gli impegni assunti Cluster tecnologici, nuovo bando Miur: 393 milioni di euro alle Regioni del Sud Confindustria, Srm, Svimez: una rivoluzione è in atto Un'estate letteraria al Blu di Acciaroli Start up innovative, Campania prima regione del Sud con 547 attività Metro, inaugurata l'uscita San Giacomo. Delrio: Napoli città europea Sud, Alemanno (Mns): C'è il disegno di legge per la Macro Regione Confapi Napoli, Marrone contro l'abusivismo balneare: Grave danno alle imprese World top model, a Villa Parthenope 20 ragazze in passerella per il concorso internazionale Vita e Morte di un archeologo Al MANN “Oltre la Mostra” racconta Joachim Winckelmann I migranti del pensiero Garanzia Giovani, il Governo rifinanzia il programma con 1,3 miliardi Governo, 4,5 mln alla Campania per sicurezza edifici scolastici Rifiuti fino alla falda, sigilli a discarica di Casalnuovo In Dl Sud fondi per tribunale di Santa Maria Capua Vetere Pepe in Grani, a Caserta la migliore pizza d'Italia Fondazione Banco di Napoli, critiche interne all'operazione Brs Vodafone a quota 1,3 mld di ricavi. E porta il 4G a Napoli "Ritorno al Cilento", oltre 50mila visitatori per la mostra di Paestum Napoli, locali di via Falcone respingono le accuse Natalia Sanna eletta presidente della commissione regionale pari opportunità Banco di Napoli Fondazione risponde a istanze del ministero Dl Sud, 90 mln per ristrutturate le sedi giudiziarie di Campania, Calabria, Puglia e Sicilia Regione, Consiglio convocato per il 24 e 25 luglio Nicaragua, nuove opportunità di investimento per le imprese campane Monumenti nell'"Iride": scatti in mostra al Consiglio regionale Da affittacamere a produttori di formaggi: la mappa delle imprese nei piccoli Comuni Bankitalia, sale il numero di ricorsi all'arbitro: record in Puglia e Campania Mdp, Todisco primo consigliere regionale: ma resterà in carica solo due mesi Giffoni Innovation Hub sigla intesa con iOS Academy di Napoli Vito Busillo confermato alla vicepresidenza di Anbi Nuovo procuratore di Napoli, la decisione ad agosto Anm, linea bus 621 al posto della funicolare di Mergellina Hub della Nato a Napoli, oggi la presentazione agli ambasciatori

kimbo shop ildenaro 016

Federterme, Jannotti Pecci: Sì alla riforma della legge quadro


"Abbiamo espresso il nostro parere favorevole al disegno di legge (AC 4407) di riforma della legge 323 del 2000 (la prima legge quadro sulle terme, N.d.R) che gli Onorevoli Fanucci e Camani, insieme a numerosi altri parlamentari hanno recentemente presentato alla Camera". E' stato il commento di Costanzo Jannotti Pecci, Presidente di Federterme - l'organizzazione aderente a Confindustria che dal 1919 rappresenta le imprese termali italiane - all'uscita dell'Aula della X Commissione (Attivita' Produttive) di Montecitorio, al termine dell'audizione svoltasi oggi. In apertura di riunione, il Presidente della X Commissione, Guglielmo Epifani, ha sottolineato l'esigenza di tenere conto della rilevanza economico-sociale delle attivita' termali per l'economia dei rispettivi territori, sia per i trattamenti e servizi termali per la salute, sia per il contributo alla crescita del turismo del benessere termale, mostrando un'approfondita conoscenza delle dinamiche della filiera. "Abbiamo avuto modo di esaminare in modo approfondito il provvedimento - ha proseguito Jannotti Pecci - frutto anche della costante interlocuzione tra Federterme e l'Intergruppo parlamentare 'Amici del termalismo', e di esprimere il nostro apprezzamento per il lavoro svolto dagli Onorevoli Deputati firmatari dello stesso".
"L'articolato - sostiene il Presidente di Federterme - recepisce la gran parte delle istanze delle imprese del settore e, una volta approvato, rendera' disponibili certezze normative e risorse indispensabili per far ripartire l'intero comparto, fornendo nel contempo la possibilita' a chi amministra di rendere effettive le politiche di rilancio, troppo spesso, ad oggi, solo sulla carta." Tra i principali contenuti del provvedimento, quelli di maggiore rilevanza appaiono essere: l' Istituzione del Fondo per la riqualificazione termale, l'atteso chiarimento interpretativo nel senso dell'inapplicabilita' della "Direttiva Bolkestein" alle procedure di rilascio/rinnovo delle concessioni per acque minerali e termali - questione che il Presidente di Federterme ha definito "di natura emergenziale ed urgentissima"- linee guida per politiche virtuose di privatizzazione delle terme in mano pubblica, un credito d'imposta per la riqualificazione e la promozione "dedicata" del prodotto "Terme d'Italia". Federterme ha poi avanzato alcune proposte, tra queste la razionalizzazione delle risorse rivenienti ai Comuni termali dalla tassa di soggiorno, finalizzandone l'utilizzo alla realizzazione di iniziative di promozione del termalismo locale (e in quota parte nazionale) e ad aspetti infrastrutturali di diretto interesse delle attivita' termali.
La Federazione ha anche chiesto che nella legge possano trovare posto una serie di norme destinate ad ampliare il range delle attivita' sanitarie svolte dalle terme, anche in linea con le risultanze recentemente emerse al tavolo sul rilancio del termalismo istituito presso il Ministero della Salute. "Devono essere inserite - continua Jannotti Pecci - norme che semplifichino i profili autorizzatori degli stabilimenti termali, rendendoli omnicomprensivi di tutte le attivita' sanitarie che negli stessi possono essere svolte; previsioni che favoriscano l'integrazione degli stabilimenti termali con le altre strutture sanitarie del territorio in particolare nel settore della riabilitazione e che obblighino le Regioni, nell'ambito dei propri bilanci, a riservare apposite risorse per l'attuazione di quanto previsto dalla 'spending review' per la sperimentazione di nuovi modelli di assistenza finalizzati al contenimento della spesa, attraverso appositi accordi tra strutture sanitarie pubbliche e aziende termali" Completano il quadro proposto dalla Federterme la facolta', per le aziende termali, di realizzare in modo sistematico programmi di educazione sanitaria e campagne di prevenzione delle principali patologie a forte impatto sociale; il rilancio delle Scuole di specializzazione in Medicina termale e rendere finalmente fruibile la figura dell'Operatore terme".