Log in
NEWS
Scossa di terremoto e crolli: tragedia ad Ischia Archeologia, a Ercolano i raggi X svelano il ritratto di una antica donna romana Fumetti, a Salerno rivive il mito di Trumoon Ap Campania, Barone: Le alleanze le decide Alfano Caso Loreto Mare, domani arrivano i Nas Onlus e Coop sociali, bando da 223 mln: domande a partire dal 7 novembre Incentivi per under 32: ecco le misure allo studio del Governo Isole minori, 15 milioni di euro per l'efficienza energetica Corti di lunga vita, via al contest: 2mila euro in palio per il primo classificato Fca, non solo Jeep: Great Wall punta all'intero gruppo Castel Volturno, si insedia il commissario straordinario Mar Mediterraneo, lo screening di Goletta Verde: in Lazio, Calabria e Campania i punti più inquinati Sal De Riso, piccoli, tondi e deliziosii: ecco i nuovi Cabochon D’Amalfi Acerra, il Comune con la Coldiretti: No al Ceta Scavi di Pompei, tour operator favorevoli all'aumento delle tariffe Cinema, primo ciak per il nuovo film con Rubini: set ad Apice Caso Loreto mare, si indaga per omicidio colposo Edilizia scolastica, via al bando Pon: 350 mln alle Regioni del Sud Ricerca, nuovo bando aerospazio: i progetti entro il 30 settembre Sponz Fest, la Scuola di tarantella montemaranese alla notte del tamburo Zootecnia, banca dati per la biodiversità: 93 milioni per allevatori e centri di ricerca Access City Award 2018: demande entro l'11 settembre Nocera, voto di scambio politico-mafioso: blitz dei carabinieri Scavi di Pompei, ricara il biglietto: da 11 euro passa a 15 Industria Italiana Autobus, giornata storica a Flumeri: l'8 settembre presentazione dei primi mezzi prodotti Caso Loreto mare, Codacons: Gli ispettori non bastano, denuncia a Lorenzin e De Luca Napoli, dopo la delibera primi tavolini a piazza Municipio Nerina Dirindin (Mdp): Caso Loreto mare, occorre riorganizzare il sistema Napoli, de Magistris: La sicurezza? Non si ottiene innalzando i muri Mafia, Dia: Sequestrati in un anno beni per 210 milioni Fca, cinesi di Great Wall interessati a Jeep Tommariello d’oro 2017, ecco i premiati: appuntamento il 26 a Montefusco Sarà il turismo lento e sostenibile il futuro dell’Italia? Giovane morto al Loreto mare, è bufera nella Sanità campana Sui sentieri degli dei, ad Agerola omaggio a Rino Gaetano

kimbo shop ildenaro 016

Federterme, Jannotti Pecci: Sì alla riforma della legge quadro


"Abbiamo espresso il nostro parere favorevole al disegno di legge (AC 4407) di riforma della legge 323 del 2000 (la prima legge quadro sulle terme, N.d.R) che gli Onorevoli Fanucci e Camani, insieme a numerosi altri parlamentari hanno recentemente presentato alla Camera". E' stato il commento di Costanzo Jannotti Pecci, Presidente di Federterme - l'organizzazione aderente a Confindustria che dal 1919 rappresenta le imprese termali italiane - all'uscita dell'Aula della X Commissione (Attivita' Produttive) di Montecitorio, al termine dell'audizione svoltasi oggi. In apertura di riunione, il Presidente della X Commissione, Guglielmo Epifani, ha sottolineato l'esigenza di tenere conto della rilevanza economico-sociale delle attivita' termali per l'economia dei rispettivi territori, sia per i trattamenti e servizi termali per la salute, sia per il contributo alla crescita del turismo del benessere termale, mostrando un'approfondita conoscenza delle dinamiche della filiera. "Abbiamo avuto modo di esaminare in modo approfondito il provvedimento - ha proseguito Jannotti Pecci - frutto anche della costante interlocuzione tra Federterme e l'Intergruppo parlamentare 'Amici del termalismo', e di esprimere il nostro apprezzamento per il lavoro svolto dagli Onorevoli Deputati firmatari dello stesso".
"L'articolato - sostiene il Presidente di Federterme - recepisce la gran parte delle istanze delle imprese del settore e, una volta approvato, rendera' disponibili certezze normative e risorse indispensabili per far ripartire l'intero comparto, fornendo nel contempo la possibilita' a chi amministra di rendere effettive le politiche di rilancio, troppo spesso, ad oggi, solo sulla carta." Tra i principali contenuti del provvedimento, quelli di maggiore rilevanza appaiono essere: l' Istituzione del Fondo per la riqualificazione termale, l'atteso chiarimento interpretativo nel senso dell'inapplicabilita' della "Direttiva Bolkestein" alle procedure di rilascio/rinnovo delle concessioni per acque minerali e termali - questione che il Presidente di Federterme ha definito "di natura emergenziale ed urgentissima"- linee guida per politiche virtuose di privatizzazione delle terme in mano pubblica, un credito d'imposta per la riqualificazione e la promozione "dedicata" del prodotto "Terme d'Italia". Federterme ha poi avanzato alcune proposte, tra queste la razionalizzazione delle risorse rivenienti ai Comuni termali dalla tassa di soggiorno, finalizzandone l'utilizzo alla realizzazione di iniziative di promozione del termalismo locale (e in quota parte nazionale) e ad aspetti infrastrutturali di diretto interesse delle attivita' termali.
La Federazione ha anche chiesto che nella legge possano trovare posto una serie di norme destinate ad ampliare il range delle attivita' sanitarie svolte dalle terme, anche in linea con le risultanze recentemente emerse al tavolo sul rilancio del termalismo istituito presso il Ministero della Salute. "Devono essere inserite - continua Jannotti Pecci - norme che semplifichino i profili autorizzatori degli stabilimenti termali, rendendoli omnicomprensivi di tutte le attivita' sanitarie che negli stessi possono essere svolte; previsioni che favoriscano l'integrazione degli stabilimenti termali con le altre strutture sanitarie del territorio in particolare nel settore della riabilitazione e che obblighino le Regioni, nell'ambito dei propri bilanci, a riservare apposite risorse per l'attuazione di quanto previsto dalla 'spending review' per la sperimentazione di nuovi modelli di assistenza finalizzati al contenimento della spesa, attraverso appositi accordi tra strutture sanitarie pubbliche e aziende termali" Completano il quadro proposto dalla Federterme la facolta', per le aziende termali, di realizzare in modo sistematico programmi di educazione sanitaria e campagne di prevenzione delle principali patologie a forte impatto sociale; il rilancio delle Scuole di specializzazione in Medicina termale e rendere finalmente fruibile la figura dell'Operatore terme".