n63

Log in
NEWS
Unione Industriali di Napoli, seminario sugli investimenti in Russia La Farnesina incontra le imprese, Brancaccio (Coelmo): Ambasciate incidano sulle Pmi La Farnesina incontra le imprese, Zigon (Getra): Necessario fare rete Napoli, sì del consiglio comunale a delibera sulle partecipate Cantone a Napoli lancia l'allarme: Corruzione è aumentata Heroes, al via la Prize Competition Cnr, superati i ritardi per il fascicolo elettronico Eccellenze Campane riceve visita del ministro Alfano Unipegaso, nuovo processo tributario: successo per il dibattito a Padula Maurizio Maddaloni nel consiglio nazionale di Confcommercio Malta Business, Passariello: Isola partner strategico, altro che Panama d'Europa Donne lavoratrici, 20% smette dopo nascita primo figlio Contributi aggiuntivi per la formazione, il bando di Fondimpresa Capri, completata messa in sicurezza dell'Arco Naturale Ministro Alfano a Napoli: Italia super potenza della cultura e della bellezza Prodotti di seconda mano, Campania seconda in Italia Sbarchi migranti, Campania terza regione per accoglienza La Ciità di Salerno licenzia, insorge il sindacato Fnsi Festival dello Sviluppo Sostenibile, Franceschini: Investire in cultura, antidoto ai populismi Cinema, Giffoni FIlm Festival patrimonio dell'Unesco: al via la richiesta Confindustria, Boccia: Non esiste una questione meridionale ma una questione Italia Asse Pascale-Cina, a Napoli 450 oncologi cinesi Allo show room della Lamborghini gli studenti incontrano il mondo del lavoro. Polizze assicurative, anche le non obbligatorie rientrano nel calcolo del Teg Vetrerie Empoli presenta a Perigi il calice che gira Indagine Unimpresa: La crisi ci è costata 960 miliardi di euro Sviluppo sostenibile, da oggi a Napoli primo Festival italiano Arte e gusto, Pasquale Palamaro a Casa Morra tra Duchamp e Cage Borsa della Ricerca, Boccia: Imprese in prima linea Ap, Alfano a Napoli presenta candidati alle Amministrative Mostra d'Oltremare, Oliviero: Preoccupa futuro di New Edenlandia Assessore Fortini su dispersione scolastica: E' al 30% Ercolano, ritorno nel Pd per due esuli: è polemica Pd, Bassolino con le mucche "sfida" Berlusconi: Silvio che dici? Rc auto, in Campania il 24% dei veicoli senza assicurazione

kimbo shop ildenaro 016

Regione, Lepore: Politica industriale per uscire dalla crisi

“Il Presidente De Luca ha sottoscritto nei giorni scorsi alla presenza del ministro De Vincenti un protocollo d'intesa con le organizzazioni sindacali. Siamo i primi in Italia e ne andiamo fieri perché la Campania ha stabilito un tavolo permanente per un confronto stabile con le organizzazioni dei lavoratori sui temi dello sviluppo e dell'occupazione". Così l'assessore alle Attività produttive Amedeo Lepore all'incontro organizzato dalla Fiom – Cgil “La Fiom in Fca-Contrattare il domani“, che ha visto la presenza dei segretari generali Camusso e Landini. "La crisi che ha toccato la nostra Regione – ha continuato Lepore - è una crisi seria, grave, che nonostante gli sforzi fatti dall'Amministrazione Regionale in due anni e nonostante abbiamo recuperato due punti percentuali di prodotto interno lordo, richiede ancora un grande impegno per invertire la rotta e creare una svolta per la nostra economia produttiva. Abbiamo costruito una politica industriale, che muovendosi nell'ambito di una strategia nazionale, riesce ad allargare le condizioni di sviluppo della nostra Regione, a partire dal Patto per la Campania. L'Amministrazione De Luca sta portando avanti una politica per fattori che guarda alle imprese e ai lavoratori, incentrata su tre elementi fondamentali: sgravi fiscali, incentivi e leggi regionali come ad esempio quelle per la semplificazione, l'Industria 4.0 e l'economia circolare. Pensiamo anche ad un piano straordinario per l'occupazione, pensato dal Presidente, perché nonostante il grande dispiegamento di forze e di risorse messe in campo dalla Regione, il riavvio dello sviluppo e dell'occupazione richiederà tempi sicuramente non brevi, e non possiamo permetterci di lasciare nessun lavoratore per strada”. L'assessore Lepore infine, entrando nel merito della presenza dell'automotive e della Fca in Campania, ha detto tra l'altro che “ si deve lavorare intensamente per consentire al settore di svilupparsi ulteriormente, di avere una prospettiva industriale per il territorio, di riportare la piena occupazione uscendo dai contratti di solidarietà con nuove linee di produzione di eccellenza a Pomigliano, di rilanciare il Centro di Ricerca Elasys che deve essere indirizzato verso una prospettiva di crescita industriale” e infine che la Campania “ è pronta a realizzare la progettazione e la sperimentazione, sul proprio territorio, dell'auto del futuro”.