n63

Log in
NEWS
Avellino, nasce Associazione antiracket intitolata alla moglie di Libero Grassi Rotte marittime, bando Ue da 1,5 mln: c’è tempo fino al 15 marzo Alfabetizzazione cinematografica: 1,4 milioni di euro da Bruxelles Agricoltura, al Sud balzo in avanti dell’occupazione giovanile Agroalimentare: 2,5 milioni di euro per la ricerca scientifica Sanità, De Luca: Presto la stabilizzazione di 2mila precari Da Verne alla navicella di Star Trek: i viaggi che hanno anticipato la storia Napoli: il mercato delle quotazioni oro piace ai piccoli e medi risparmiatori Investire in oro: conviene nuovamente Cavalleggeri Guide di Salerno a sostegno di Telethon NapoliServizi, de Magistris: L'ad Allocca sarà sostituito Giusy Petitti confermata coordinatrice Felsa Cisl Salerno Spa abusiva in un hotel, sigilli dei Carabinieri Anci, app per servizi pubblici: 50 amministratori under 37 si sfidano a Napoli Delegazione Authority Tunisia in visita al Corecom Campania Pasquale Amoroso neo collaboratore del vice ministro Nencini Gianfranco Coppola eletto nel Consiglio nazionale dell'Ussi Acerra, arriva l'app "Comunica City": tutte le informazioni utili gratis sul telefonino Confidi, sbloccati 225 milioni di euro per finanziare le Pmi italiane Barilla, presentato a Marcianise il contratto di filiera: nuove risorse per la Campania Napoli Pizza Village, a giugno nove giorni di gusto sul lungomare Sottosegretario Cesaro: Forte impegno italiano sul traffico di opere d’arte Napoli, nasce il comitato autonomo degli Lsu del Comune Addio a Squitieri, la moglie: Napoli lo sta abbracciando fino alla fine Addio a Squitieri: Claudia Cardinale: Con Pasquale una storia travolgente Addio a Squitieri: il figlio Mario: Ha mantenuto una napoletanità completa Sciopero taxi, boom di adesioni a Napoli Il linguaggio segreto di Napoli: viaggio tra i simboli della città ermetica Addio a Squitieri, applausi e commozione per l'arrivo del feretro al borgo Vergini Pmi 4.0, via alla Sabatini Ter: le domande dal 1°marzo Salerno, riqualificazione del territorio: professionisti a confronto Nuove tecnologie sul posto di lavoro: italiani più ottimisti degli europei Agricoltura, Svimez: Settore in ripresa al Sud e in Campania Aumento dei tassi in vista, il dollaro si rafforza Pmi agricole, reti ed e-commerce: credito d’imposta fino a 400mila €

kimbo shop ildenaro 016

Jobs act, Consulta dice no a referendum su art. 18, sì su voucher e appalti

La Consulta dice sì ai referendum proposti dalla Cgil sulla cancellazione dei voucher e sulla reintroduzione della piena responsabilità in solido di appaltante e appaltatore. La decisione dei giudici della Corte Costituzionale è arrivata dopo una riunione durata oltre due ore. Ammessi, dunque, due quesiti referendari su tre. Non ha passato l'esame dei giudici costituzionali, infatti, il quesito relativo all'articolo 18.

Solo nelle prossime settimane verranno pubblicate le motivazioni di questa sentenza, ma, a caldo, sono in molti a sospettare che la decisione sia stata influenzata da valutazioni di carattere politico. Il più esplicito a riguardo è il segretario della Lega Matteo Salvini che parla di "sentenza politica, gradita ai poteri forti e al governo". Roberta Lombardi twitta ironicamente: "Consulta boccia referendum su art.18. Ok, si vota nel 2018 quindi. Povera patria".

Difatti, se si fosse andati a votare sull’articolo 18, per molti sondaggi i «sì» avrebbero prevalso facilmente, e il governo in carica avrebbe rischiato di subire un’altra sconfitta, in grado di creare una crisi parlamentare paragonabile se non maggiore rispetto a quella successiva al referendum costituzionale. Anche per questo per evitare il referendum nel 2017 e rinviarlo di un anno si era pensato, come aveva rivelato involontariamente il ministro del lavoro Poletti, di ricorrere all'arma "atomica" delle elezioni anticipate. Questi ragionamenti politici sono stati di fatto completamente superati dalla sentenza. Senza più il quesito sull’articolo 18, particolarmente trainante, gli altri due referendum ammessi, sull’abolizione dei voucher e sulla responsabilità solidali in tema di appalti, rischiano perfino di non raggiungere il quorum di validità. E sugli stessi voucher, come aveva dichiarato il direttore dell'ispettorato nazionale del lavoro, Paolo Pennesi, lo stesso ministero sta pensando di praticare delle riforme.

Si esprimono favorevolmente alla decisione il PD, col senatore Andrea Marcucci che parla di "sentenza ineccepibile". Maurizio Lupi parla di "buona notizia", affermando che il quesito, così com'era formulato, avrebbe contribuito a far ritornare la legislazione sul lavoro "a un sistema rigido e senza flessibilità".

Significative le dichiarazioni della leader della CGIL, Susanna Camusso, che non considera chiusa la partita sull'articolo 18. “Continueremo la nostra iniziativa contrattuale e valuteremo di ricorrere alla Corte Europea, perché siamo convinti di aver rispettato le regole” per la presentazione del quesito referendario.