n63

Log in
NEWS
Lavoro, Inps: nel 2016 Cig a -14,8%: è il dato più basso dal 2008 Contributi per i danni dell'alluvione: delibera in Gazzetta Ufficiale Spesa per uffici giudiziari, Santa Maria Cv primo comune in Campania Rfi, entro 10 anni stazioni in 10 porti italiani: c'è anche quello di Napoli Sanità, domani sit in di protesta all'Ospedale San Paolo Cambio della guardia all'Ambasciata Americana "Smartags", dall'Enea di Portici etichette "intelligenti" per monitorare cibi e ambiente Sanità, in un anno tagliati 2.788 infermieri: in Campania -2% Sanità, de Maistris: A Napoli allarme 118, servizio inefficiente per taglio di risorse Napoli, restituita ad Anm struttura di via Argine Milleproroghe: Guerra (Pd), "congelare" emendamento De Luca Parchi: Galletti, veicoli sviluppo, incontro sindaci Cilento e avanti su legge di riforma Salernitana diventa mamma dopo 11 fecondazioni assistite "Passeggiate Reali" a Caserta tra le residenze del principe Acquaviva Lsu, De Luca firma la convenzione con Poletti: 33 milioni per oltre 4.000 lavoratori Rifiuti, stop a lavori su discarica Chiaiano Inaugurazione dell'era Trump, a New York il motto è protestare Francesco Pinto nel consiglio direttivo del Parco del Vesuvio Sud, De Luca: Quale crociata neoborbonica? La decenza è finita Dl Sud: Confindustria, per accelerare crescita va arricchito Biopsia liquida, da Cnr e Ceinge nuova tecnica in 3D Advantage, la Federico II nel progetto europeo sull'invecchiamento senza disabilità Inaugurata a Caserta scuola internazionale di alta formazione Studenti della Federico II ai vertici europei per la tutela dei diritti umani 2016: Più di 1200 nuove attività nel settore del Gaming Yellen, Draghi, Trump: mercati in surplace Le mappe, l’innovazione aperta e la scelta delle migliori strategie Ancora una nota sulla Siria Ancora sulla questione dell' OSCE e della sua prossima presidenza italiana Trenitalia, a Napoli magazine gratis per i clienti del trasporto regionale Reggia di Caserta, via al restauro del piazzale: finanziato il progetto Maltempo, Coldiretti: Oltre un milione i casi di influenza a gennaio Campania elimina tassa su trebbiatura del grano De Luca: Entro un mese legge su tutela autistici Camera, primo via libera all'home restaurant

kimbo shop ildenaro 016

Jobs act, Consulta dice no a referendum su art. 18, sì su voucher e appalti

La Consulta dice sì ai referendum proposti dalla Cgil sulla cancellazione dei voucher e sulla reintroduzione della piena responsabilità in solido di appaltante e appaltatore. La decisione dei giudici della Corte Costituzionale è arrivata dopo una riunione durata oltre due ore. Ammessi, dunque, due quesiti referendari su tre. Non ha passato l'esame dei giudici costituzionali, infatti, il quesito relativo all'articolo 18.

Solo nelle prossime settimane verranno pubblicate le motivazioni di questa sentenza, ma, a caldo, sono in molti a sospettare che la decisione sia stata influenzata da valutazioni di carattere politico. Il più esplicito a riguardo è il segretario della Lega Matteo Salvini che parla di "sentenza politica, gradita ai poteri forti e al governo". Roberta Lombardi twitta ironicamente: "Consulta boccia referendum su art.18. Ok, si vota nel 2018 quindi. Povera patria".

Difatti, se si fosse andati a votare sull’articolo 18, per molti sondaggi i «sì» avrebbero prevalso facilmente, e il governo in carica avrebbe rischiato di subire un’altra sconfitta, in grado di creare una crisi parlamentare paragonabile se non maggiore rispetto a quella successiva al referendum costituzionale. Anche per questo per evitare il referendum nel 2017 e rinviarlo di un anno si era pensato, come aveva rivelato involontariamente il ministro del lavoro Poletti, di ricorrere all'arma "atomica" delle elezioni anticipate. Questi ragionamenti politici sono stati di fatto completamente superati dalla sentenza. Senza più il quesito sull’articolo 18, particolarmente trainante, gli altri due referendum ammessi, sull’abolizione dei voucher e sulla responsabilità solidali in tema di appalti, rischiano perfino di non raggiungere il quorum di validità. E sugli stessi voucher, come aveva dichiarato il direttore dell'ispettorato nazionale del lavoro, Paolo Pennesi, lo stesso ministero sta pensando di praticare delle riforme.

Si esprimono favorevolmente alla decisione il PD, col senatore Andrea Marcucci che parla di "sentenza ineccepibile". Maurizio Lupi parla di "buona notizia", affermando che il quesito, così com'era formulato, avrebbe contribuito a far ritornare la legislazione sul lavoro "a un sistema rigido e senza flessibilità".

Significative le dichiarazioni della leader della CGIL, Susanna Camusso, che non considera chiusa la partita sull'articolo 18. “Continueremo la nostra iniziativa contrattuale e valuteremo di ricorrere alla Corte Europea, perché siamo convinti di aver rispettato le regole” per la presentazione del quesito referendario.