Log in
NEWS
Consiglio regionale: manca numero legale, seduta sospesa Prevenzione rischio sismico in Campania, via libera del Consiglio alle Misure di semplificazione Regione, Todisco in aula al posto di Iannace: aderisce a Mdp Terra dei fuochi, Confapi: Sindaci parte civile nei processi contro i piromani Incendi, De Luca: Applicato il vecchio piano, ora va rafforzato Incendi, De Luca: Chiederemo una base canadair in Campania Beni immobili a imprese e coop under 40: on line la prima gara di "Cammini e Percorsi" Terra dei Fuochi, c'è l'intesa: stanziati 40 milioni Morto il pittore Marcello Mariani. Esordì a Napoli "Baraonda" ad Ariano Irpino: in scena il Festival della Solidarietà Tari, rincaro dell'1,1% in quattro anni: tassa più salata a Benevento e Salerno Napoli, su Bagnoli opposizioni all'attacco Terra dei Fuochi, caso in consiglio regionale. Espulsi i membri del M5S Eav, De Luca: Miracolo della giunta. Ma Forza Italia accusa Pietrelcina, "Jazz sotto le Stelle" tra musica e innovazione Napoli "incompiuta": per Restart Scampia lavori in corso dal 2006 Credito: in Campania cresce la richiesta di prestiti, giù i mutui Napoli, piano Bagnoli: salta il Consiglio comunale Incendi, da oggi a Torre del Greco tavolo permanente M5S Cooperazione scientifica nel Mediterraneo, a Napoli si presenta Prima Scenari economici e Milano Finanza 22 luglio 2017 LETTERA APERTA A TITO BOERI di Paolo Savona Incendi, domani audizione in Commissione Ambiente Contributi ai Partiti europei: domande entro il 30 settembre Al via Youth4Regions, contest Ue per giornalisti Start up sociali e under 35: 300mila € alle migliori idee Mozzarella surgelata, 56 parlamentari chiedono chiarimenti Metropolitana di Napoli, in parlamento il caso della "compatibilità" di Cascetta Siccità, la pioggia non basta. Solo l'11% "diventa" acqua Mutui, attesa media di 134 giorni. Il caso Campania Mostre, Biennale di San Leucio sceglie il tema "Terra Madre" Da Napoli un sistema che previene i danni da sisma agli edifici Rfi, in Campania nuovi sistemi informativi per i viaggiatori Giffoni Film Festival, Gubitosi: Ora collegamento Metro con Salerno Cooperazione scientifica nel Mediterraneo, a Napoli si presenta Prima Napoli, opposizioni diserteranno seduta consiliare su Bagnoli

kimbo shop ildenaro 016

Alta formazione, asse Suor Orsola-Enm: prestiti fino a 25mila euro per corsi post universitari

Prestiti fino a 25 mila euro per finanziare corsi di alta formazione e fino a 50mila per aprire una nuova impresa: è quanto prevede l’accordo per il diritto allo studio siglato tra il Suor Orsola Benincasa di Napoli e l’Ente Nazionale per il Microcredito, il primo nel suo genere in Italia.

Obiettivo
L’obiettivo è quello di rendere effettivo il diritto allo studio universitario anche per giovani e famiglie in difficoltà economica e consentire a studenti e laureati di realizzare le loro migliori idee imprenditoriali.
L’intesa prevede per la prima volta che siano supportati percorsi di studio attraverso gli strumenti del microcredito a valere sul fondo nazionale per le Pmi. Un intervento previsto dal decreto dell’economia e delle finanze numero 176 del 2014 in base al quale il “microcredito imprenditoriale” fino a 25mila euro (cioè quello finalizzato alla realizzazione di iniziative di microimpresa o di lavoro autonomo, ovvero all’inserimento nel mercato del lavoro) può essere destinato al pagamento di corsi di formazione, anche di natura universitaria o post-universitaria, volti ad agevolare l’inserimento nel mercato del lavoro delle persone fisiche beneficiarie del finanziamento; oppure al pagamento di corsi di formazione.
Una grande novità che proverà a strutturare presso l’Università Suor Orsola dei percorsi di studio pianificati e pagati attraverso il microcredito con dei programmi di restituzione che potranno beneficiare di quel sistema di servizi ausiliari propri dello strumento ed utilissimi ad evitare il default del progetto.


Nuove imprese
In base all’accordo con l’Ente nazionale per il Microcredito l’altra grande possibilità per studenti e laureati sarà quella di chiedere un finanziamento fino a 25mila euro anche per la creazione di nuove imprese o per il miglioramento di attività già esistenti da non più di cinque anni. Nell’ambito dello specifico progetto di SELFIEmployment arriverà, invece, fino a 50 mila la possibile richiesta di finanziamento per la creazione di nuove imprese dedicata ai giovani neet (quelli che non studiano e non lavorano) tra i 18 e i 29 anni.
“L’accordo - spiega il rettore Lucio d’Alessandro - sottolinea il grande impegno del nostro Ateneo nell’ambito della garanzia effettiva del diritto allo studio. Le attività discendenti dalla convenzione riguarderanno, infatti, sia la diffusione della cultura finanziaria e di impresa sia il sostegno economico alle imprese giovani e, in particolare, a quelle nascenti come start-up dall’ambito di questo Ateneo”.

Educazione finanziaria
Il progetto sarà accompagnato dalla realizzazione di programmi nazionali di educazione finanziaria e sviluppo della cultura imprenditoriale, dei principi solidali e dell’etica del profitto.
Parti integranti dell’accordo saranno anche la promozione della ricerca sul microcredito quale strumento dell’economia sociale di mercato, la collaborazione istituzionale tra i due enti finalizzata alla realizzazione di corsi di formazione sul microcredito e la promozione di progetti di microcredito sociale volti al pagamento di corsi di formazione, anche di natura universitaria o post-universitaria, finalizzati ad agevolare l’inserimento nel mercato del lavoro delle persone fisiche beneficiarie del finanziamento.

VAI AL SITO
http://www.microcredito.gov.it/

LA MISURA IN PILLOLE
Firmatari del protocollo
Ente nazionale Microcredito
Università Suor Orsola Benicasa di Napoli
Finanziamenti previsti
Microcredito fino a 25mila euro per il pagamento di corsi di formazione, anche universitari o post-universitari
Un finanziamento fino a 25mila euro per la creazione di nuove imprese o il miglioramento di attività già esistenti da non più di 5 anni
Chi può richiedere i finanziamenti
Studenti e laureati del Suor Orsola Benincasa
Che cos’altro prevede l’accordo
La promozione della ricerca sul microcredito
La collaborazione istituzionale tra i due enti finalizzata alla realizzazione di corsi di formazione sul microcredito
La promozione di nuovi progetti di microcredito sociale volti al pagamento di corsi di formazione per i più bisognosi