Log in
NEWS
M5s, inizia l'era Di Maio: eletto candidato premier, sarà anche il leader del movimento Ap, Barone: in Campania pronti con qualunque sistema elettorale Sacrificio di Salvo D'Acquisto, i carabinieri commemorano il 74° anniversario Ambiente, Premio San Michele a "L' Oro di Capri" Enel avvia la produzione in Brasile dei due parchi solari più grandi del Sud America Piano ospedaliero e territorio, lunedì a Napoli il ministro Lorenzin Infezioni cutanee, la scoperta made in Italy: così l'organismo le combatte in due mosse Capodimonte, riaprono i prati della Reggia per le Giornate Europee del patrimonio Boom ecobonus: 2,8 milioni di italiani pronti a ristrutturare casa Napoli, via al Bilancio consolidato 2016: stop al divieto di assunzioni Baroque Park, a Villa Bruno viaggio nel mondo dei libri Treno storico Napoli-Pietrelcina, De Luca e Moretti al viaggio inaugurale: Mantenuti gli impegni Incendi, nasce la filiera della prevenzione Aib Confapi Napoli, Falco: serve un'Agenzia per lo sviluppo del Mezzogiorno Napoli, successo per gli Itinerari Unesco al Wtu di Siena Capri, referendum per il futuro di via Krupp: via alla raccolta firme Cooperazione interregionale, nuovo bando Ue da 60 milioni Forza Italia, entra l'ex Idv Di Nardo: Nessun tradimento, torno a casa Festival di Bari sulle buone pratiche delle città europee. C'è anche Napoli Ryanair cerca il riscatto. In inverno nuovi collegamenti Napoli-Malta Conti pubblici: così i derivati possono affossare il bilancio dello Stato Musica, parata di stelle a Roma per "Napoli nel Cuore" Francesco Todisco (Mdp): Eolico, bene i sequestri della Gdf Fisco, indagine Cgia: Campania tra le regioni meno tartassate Cura dei pazienti fragili, a Roma un convegno organizzato da Lucio Romano Moda, nascono 6 imprese al giorno: record di giovani a Napoli Confindustria, Robiglio si candida alla presidenza di Piccola Industria Test di Medicina, boom di irregolarità: 5 atenei nel mirino. C'è anche Napoli Targa in memoria di Giancarlo Siani: un Qr Code per far conoscere la sua storia ai più giovani Mostre, quasi 1.500 persone al Madre per la videoinstallazione di Cerami "Mai Soli", a Salerno il primo gruppo-appartamento per anziani Capri, nasce il Comitato "Via Krupp aperta e pubblica" Trasporti, De Luca annuncia arrivo del bigliettaio a bordo dei bus Trofeo Pulcinella, cento pizzaioli in gara a Napoli Evasione fiscale da 1,5 mln: sequestrata coop che lavora per le Fs

kimbo shop ildenaro 016

La lezione di Roosevelt: un New Deal per l'Italia

Com’è stato ampiamente riportato l’Istat ha aggiornato in meglio le previsioni di crescita dell’Italia nel 2017 sia nell’andamento congiunturale (rispetto al periodo immediatamente precedente) sia nell’andamento tendenziale (rispetto all’anno prima). Sono indicazioni incoraggianti ma niente più di questo perché nonostante i progressi – constanti ma lenti – restiamo il fanalino di coda dell’Europa e non siamo stati ancora capaci di recuperare le posizioni perdute dallo scoppiare della crisi, dieci anni fa, a oggi.
Dunque, bene per l’avanzamento e male per la sua velocità: di questo passo, infatti, i nostri coinquilini dell’Unione allungheranno la distanza col passare del tempo e noi ci ritroveremo a sgomitare nelle retrovie con Grecia e compagnia simile sciupando un patrimonio che fa invidia al mondo. Una prospettiva che non piace e che dobbiamo assolutamente scongiurare. Soprattutto considerando le potenzialità che teniamo represse e che potremmo invece esprimere se solo fossimo messi nella condizione di farlo.
L’Italia, insomma, cammina con il freno a mano tirato. I risultati positivi cui stiamo assistendo sono il frutto di sforzi enormi rallentati dal peso di una serie di zavorre di cui non riusciamo a liberarci. L’elenco è lungo e noto ma non per questo va ignorato. Anzi, tutto dice che sia venuto il momento di osare l’osabile per far decollare un’economia che non aspetta che un vigoroso colpo d’acceleratore. Sgombrando il campo dai tanti ostacoli che l’ingombrano, frutto di un’anacronistica e non più sopportabile cultura anti industriale.
Il contesto sarà favorevole ancora per un anno, forse due. Fin quando alla Bce sarà consentito di iniettare liquidità nel sistema mantenendo bassi i tassi d’interesse (circostanza fondamentale per i Paesi, come il nostro, ad alto debito pubblico) e rendendo competitivo l’euro nei confronti del dollaro che quando scende troppo mina la nostra capacità competitiva e depotenzia le nostre esportazioni: uno dei motori ai quali abbiamo affidato il nostro sviluppo. La finestra c’è ma non resterà aperta per sempre. Dobbiamo affacciarci subito.
Naturalmente per raggiungere un obiettivo che resta sempre più semplice descrivere sulla carta che realizzare nei fatti occorre predisporre un piano organico, un programma a medio-lungo termine che tenga conto di tutte le variabili in gioco e si presenti in modo coordinato e strutturato. Ci vuole un’idea, la capacità di svilupparla, la determinazione a realizzarla. Non tanto e non solo per tentare un esercizio di abilità quanto per determinare la possibilità di comunicarla in maniera comprensibile e convincente.
Quando l’America si risvegliò impaurita e depressa dopo il crollo del 1929 ebbe la fortuna d’incrociare la personalità di Franklin Delano Roosevelt che nel 1933, diventato presidente e dunque nel possesso delle leve del comando, capì che la reazione doveva essere anticonvenzionale e forte, tanto forte e anticonvenzionale da meritare sostegno e condivisione da tutti i soggetti che avrebbero avuto un ruolo nella catena delle responsabilità. E nacque il New Deal, un sogno a occhi aperti diventato realtà.