Log in
NEWS
Regione, Lepore a Caserta: A breve il via libera al Piano energetico regionale Area Med, dalle crisi nascono nuove opportunità: a Napoli Atenei alleati per sviluppo Gesac, incontro con De Luca: verso la rete integrata degli aeroporti Campagna Nastro Rosa, a Napoli controlli senologici gratuiti Presidio medico di primo soccorso nella Stazione di Napoli Centrale Smartup Optima, via al bando della terza edizione: in palio 5mila euro Anche la Russia ha la sua criptomoneta Banca di Credito Popolare, via libera al piano indistriale 2019-2020 Gruppo Grimaldi, finanziato il restauro di due chiese napoletane Infertilità di coppia: il kit della napoletana KronosDNA riduce tempi e costi della diagnosi Coca-Cola Hbc, giornata di formazione dedicata ai giovani campani Da Salerno a Washington, Giffoni Experience diventa un caso di studio Osservatorio Gei: ripresa in corso, nel 2018 Pil del Mezzogiorno cresce dell'1,1% Bando Donne, 2 milioni al Sud per progetti contro la violenza di genere Graded e Protom entrano nel Programma Elite Costalli (Mcl) al Premio Sepe: Per una vera ripartenza servono politiche chiare e proposte forti Ministero obbliga i genitori ad accompagnare e prelevare i figli a scuola fino ai 14 anni Premio Salernitani Doc, ecco i 35 riconoscimenti assegnati Chiesa, il vescovo di Pozzuoli disconosce i riti "ecumenici" Gruppo Cualbu, via ai lavori di riqualificazione dell'ex Birreria Peroni Capri Startup Competition, vince Carddia: nuova app per la salute Coolsun, made in Italy le vernici innovative per l'isolamento termico Climathon 2017, al via la maratona degli innovatori per rendere le città più green Vini d'Italia del Gambero Rosso, successo per la Campania Digital City: Bruxelles lancia la sfida per città smart Stefano Caldoro: Più fiducia in Ue grazie a Tajani Enel, nuovo Innovation Hub a Mosca Napoli, allarme smog: divieto di circolazione 3 giorni a settimana ma per i Verdi non basta Crediti ex Equitalia, lo Stato vuole svenderli a banche e finanziarie Gaetano Graziano nell'associazione nazionale Direttori di Centri Commerciali Gennaro Capodanno nuovo presidente dell'associazione "Jacopo Sannazaro" Premio Grassi, martedì la premiazione a Salerno Napoli, Caniglia e Gaudini: Dateci la delega alla gestione delle notti di movida Anicav su etichettatura dei derivati del pomodoro: Svolta storica Teatro, al Nuovo di Napoli il debutto de "Le Serve"

kimbo shop ildenaro 016

Sma, Di Domenico: Da Cesaro parole gravissime prive di fondamento

“Il consigliere regionale Armando Cesaro sembra aver trovato il suo sport estivo. Evidentemente poco impegnato in faccende serie, si diverte ad attaccare ingiustificatamente i vertici di Sma Campania”. Ad affermarlo in una nota l’amministratore delegato di Sma Campania Lorenzo Di Domenico. “Le dichiarazioni rilasciate nella ultime ore sulla gestione di questa azienda sono ancor più gravi e menzognere delle precedenti, frutto evidentemente di valutazioni che nulla hanno a che fare con l’oggettivo rendimento della società in house della Regione Campania ma di mere dinamiche politiche di cui non sono a conoscenza e che non mi competono. Sono tuttavia costretto a rispondere nel merito considerando il peso delle accuse che vengono mosse al management - aggiunge Di Domenico - . Le promozioni in seno a Sma Campania su cui punta il dito il consigliere Cesaro risalgono al lontano 2012, anno in cui la Giunta regionale della Campania era retta da una maggioranza di centrodestra di cui è espressione lo stesso Cesaro. Sebbene antecedenti all’attuale gestione di Sma Campania, alcune di esse sono state concesse e/o mantenute onde evitare di incombere in contenziosi legali che avrebbero comportato ulteriori spese per quest’azienda a partecipazione pubblica. Stesso dicasi per le “integrazioni salariali” a cui fa riferimento il consigliere: nell’ottica di una razionalizzazione complessiva della Pubblica Amministrazione, con alcuni dipendenti di Sma Campania è stato deciso di effettuare delle transazioni rispetto a numerosi e ingenti arretrati accumulati negli anni precedenti. A seguito di approfondite istruttorie che ho fatto realizzare dai miei uffici, infatti, è emerso che saremmo stati certamente soccombenti in sede di giudizio. Più che spreco, quindi, parlerei di gestione oculata dei fondi pubblici. Consiglio infine all’onorevole Cesaro, in virtù della carica che riveste, di richiedere un accesso agli atti prima di rilasciare dichiarazioni fuorvianti senza una reale conoscenza dei fatti”, conclude Di Domenico.