Log in
NEWS
Terremoto, l'appello della Fondazione Premio Ischia: Tornate su isola Terremoto a Ischia, Merkel telefona a Gentiloni: Personalmente colpita Ricerca molecolare, passo in avanti contro il cancro al polmone Terremoto a Ischia, Ordine dei medici di Napoli: Pronti per il supporto Terremoto a Ischia, il Comune di Napoli invia due squadre di tecnici a Casamicciola Agricoltura, study tour in Cina per 10 giovani under 40 Incendi, in fiamme l'Oasi Wwf di Persano Terremoto a Ischia, la Regione Campania stanzia 2,5 mln per la prima emergenza Terremoto, crowdfunding di Anci per Centro Italia e Ischia Terremoto a Ischia, Federazione Infermieri: Apprezzamento ai colleghi del Rizzoli Terremoto a Ischia, psicologi campani: Pronti a intervenire Terremoto a Ischia, visita del ministro Pinotti Uova contaminate, i Nas denunceranno sette casi alla magistratura: due in Campania Terremoto a Ischia, polemica abusivismo: ecco cosa dice la legge regionale Terremoto a Ischia, Coldiretti: Pronti a sostenere la ripartenza dell'Isola Consorzio Sannio, i vini beneventani fanno il pieno nella guida WineHunter Award Ragionieri, sussidi straordinari per gli iscritti colpiti dal terremoto a Ischia Maserati Live Innovation, sfida tra start up hi-tech: domande entro il 4 settembre Madre, una domenica con "La magia dei colori": laboratorio didattico per i più piccini Gramigna, la voglia di riscatto contro la camorra sul grande schermo dal 16 novembre Estorsioni ai danni delle Pmi, record di denunce: +64% in 5 anni. Campania seconda Terremoto a Ischia, gli architetti: Continua a mancare una politica di prevenzione Boom del commercio on line: Napoli terza con 1.060 imprese Fs, Sponzfest Express: treno storico sui binari dell'Alta Irpinia Terremoto a Ischia, Confocommercio: Turismo regolare, no ad allarmismi Agriturismi in Campania, finanziamenti fino a 40mila euro Terremoto a Ischia, De Luca: Si legga la nostra legge, nessun condono o sanatoria Trasporti, domenica sciopero Usb: mezzi Anm fermi Terremoto a Ischia, Suor Orsola Benincasa: Sessione di esami speciale per gli studenti dell'isola Intesa Sanpaolo, accordo per l'acquisizione del gruppo svizzero Morval Superenalotto, la fortuna bacia la provincia di Salerno: due "5" da oltre 30mila euro Terremoto a Ischia, colpo al turismo: aliscafi da Napoli semivuoti Terremoto a Ischia, Papa Francesco: Vicino a chi soffre Archeotreno Campania, in viaggio su carrozze d'epoca da Napoli a Pompei e Paestum Terremoto a Ischia, la Procura di Napoli valuta l'inchiesta per disastro colposo

kimbo shop ildenaro 016

Gepin Contact, vertenza in stallo al Mise: sindacati sul piede di guerra

 
Deludente giornata ieri al Mise: nessun passo in avanti per la soluzione della vicenda Gepin e sindacati in rivolta. Salvatore Topo, segretario generale della Fistel Cisl Campania così commenta quanto accaduto a Roma: "Il problema sul tavolo è e resta trovare una soluzione che permetta il rientro al lavoro per tutti i lavoratori ex Gepin. Non temiamo i cambi di rotta continui di Poste e delle altre aziende coinvolte".
Per Topo "l' incontro di ieri, ma definirlo incontro è un eufemismo, ha ancora una volta messo in evidenza come le ragioni del mercato hanno sbaragliato dalle coscienze delle imprese la centralità della persona. Se la mossa di ieri fa parte di una strategia" aggiunge il sindacalista "giudico tale cosa sbagliata e fortemente offensiva nei riguardi di tutti i lavoratori ex Gepin ed anche delle organizzazioni sindacali. Tuttavia mi fido della volontà del Ministero e della nostra determinazione di cancellare definitivamente questa brutta pagina per le lavoratrici e per i lavoratori ex Gepin in modo  da ricomporre quel puzzle di diritti, di stabilità e di dignità rappresentato dal lavoro".
"Il nulla di fatto del tavolo negoziale di ieri al Mise - dice Giuseppe Di Marzo, segretario Regionale Fistel Cisl - rimette gli ex lavoratori di Gepin Contact in una condizione di estremo sconforto che ci auspichiamo non trascenda  in disperazione e non si traduca in gesti inconsulti. L'occupazione del parlamentino del Mise messa in atto dai pochi lavoratori presenti in delegazione è un chiaro campanello d'allarme sullo stato di agitazione e di stress che pervade sempre di più gli animi di padri e madri di famiglia a cui più volte è stata paventata, dai vertici istituzionali, una felice conclusione della vertenza. L' imminente scadenza dell'unica fonte di sostentamento data dagli ammortizzatori sociali e la mancanza di un chiaro e definitivo percorso volto al rispetto degli impegni presi  sono elementi che potrebbero  portare ad azioni ancora più incisive. Noi continueremo fino all'ultimo minuto utile a lavorare per ricercare le migliori soluzioni possibili auspicando che tutti gli attori di questa complessa vicenda, a partire dal Governo, facciano con risolutezza la propria parte".