Log in
NEWS
Chiesa, il vescovo di Pozzuoli disconosce i riti "ecumenici" Gruppo Cualbu, via ai lavori di riqualificazione dell'ex Birreria Peroni Capri Startup Competition, vince Carddia: nuova app per la salute Coolsun, made in Italy le vernici innovative per l'isolamento termico Climathon 2017, al via la maratona degli innovatori per rendere le città più green Vini d'Italia del Gambero Rosso, successo per la Campania Digital City: Bruxelles lancia la sfida per città smart Stefano Caldoro: Più fiducia in Ue grazie a Tajani Enel, nuovo Innovation Hub a Mosca Napoli, allarme smog: divieto di circolazione 3 giorni a settimana ma per i Verdi non basta Crediti ex Equitalia, lo Stato vuole svenderli a banche e finanziarie Gaetano Graziano nell'associazione nazionale Direttori di Centri Commerciali Gennaro Capodanno nuovo presidente dell'associazione "Jacopo Sannazaro" Premio Grassi, martedì la premiazione a Salerno Napoli, Caniglia e Gaudini: Dateci la delega alla gestione delle notti di movida Anicav su etichettatura dei derivati del pomodoro: Svolta storica Teatro, al Nuovo di Napoli il debutto de "Le Serve" Sinfonia d'inverno, grande successo per il charity gala a sostegno del Pausilipon L' Esercito di Terracotta dell'imperatore Quin: prima nazionale a Napoli Il sognatore sveglio, a Castel Nuovo la follia dell’Arte di Antonio Ligabue Sanità responsabile, dibattito con il ministro Lotti Top Italian Restaurant, i migliori chef del Belpaese all'estero per Gambero Rosso Agroalimentare: insetti a tavola dal 1º gennaio, ma il 54% degli italiani dice No Nuovi pianeti, un modello della Nasa per cercare ET Ambiente e lavoro, nuovo bando Uia: Bruxelles cerca città innovative Agroalimentare, Masiello (Coldiretti): Bene etichettatura per i derivati dal pomodoro Ravello, prorogato fino al 4 novembre lo spettacolo "Villa Rufolo mille anni di magia" Da bottega a museo: ecco il nuovo Ospedale delle bambole Città della Scienza, sos Cgil: Lavoratori allo stremo Premio Sepe a Orfeo, Grimaldi e allo show Made in Sud. Lavoro e corruzione i temi al centro della sesta De Luca sulla sanità: Stiamo preparando una grande rivoluzione Premio Sepe, Cutolo di Mcl: Un omaggio ai grandi personaggi di Napoli Debiti Pubblica amministrazione, valgono il 3% del Pil: il doppio della media Ue Mozzarella di bufala campana, nel mondo è conosciuta come Pino Daniele e Cannavaro Isa Yachts del gruppo Palumbo presenta in Florida le sue novità per il mercato mondiale

kimbo shop ildenaro 016

Cut’n’Cos, la tradizione partenopea dei guantai si rinnova


I guanti in pelle più apprezzati nel mondo sono fatti a Napoli dove si usa un processo di concia all’anilina che evidenzia la naturale brillantezza dei colori. Eredi di una delle più antiche fabbriche di lavorazione di guanti in pelle, la Gi. Gruppo Italiano, due giovani cugini napoletani di appena 25 anni, lanciano il marchio "Cut’n’Cos" consapevoli di dover affrontare una grande sfida. I due, infatti, hanno scelto di proiettarsi nel futuro, interpretando nuove tendenze e nuovi stili, forti dell’esperienza maturata dalla tradizione e dall’artigianalità ultracentenaria delle precedenti generazioni, che mossero i primi passi già ad inizio del ‘900 nel famoso rione Sanità.

Dalla piccola bottega dell’antico quartiere napoletano, il quartiere Sanità, ad oggi sono passati molti anni, ma l’esperienza maturata ha preparato Cut’n’Cos a nuove sfide e nuovi mercati. Maestri tagliatori, esperte cucitrici e ricchezza dei materiali danno la garanzia di poter rispondere a richieste di collezioni ricercate e lavori di ottima qualità. Cut’n’Cos punta tutto sull’alta, ottima, qualità dei suoi guanti, offrendoli direttamente ai clienti “online” così come agli Specialty e Department Stores.

La scelta di lanciare la prima collezione in primavera sta a sottolineare che il guanto va visto come elemento d’abbigliamento fashion, scostandosi della ormai obsoleta concezione di oggetto utile solo a riscaldare le mani. Nasce quindi la collezione special edition ss17. Dai colori accessi e dai modelli evocativi vuole porsi subito riconoscibile sul mercato. Le pelli tinte sono lavorate a mano in modo da renderle elastiche, il che è fondamentale per fare in modo che i guanti ritornino alla loro forma originale dopo averli indossati (www.cutncos.com).

Graphicnart è l’agenzia napoletana con sede a Napoli e Milano, capitanata da Giuseppe Rigo, che ha firmato la campagna primavera/estate 2017 di Cut’n’Cos (Mua Filomena Pascarella, stylist Mariachiara Russo). Scattata nelle cornici inconfondibili di Napoli dal fotografo Nicola Riccardi, la campagna si compone di tre diversi momenti.Si va dallo splendido Largo San Martino, rivisto in chiave vintage.Si passa all’eleganza della Certosa di San Martino, per finire in un mood street/urban ambientato perfettamente nel camaleontico Centro Direzionale di Napoli. Scatti che raccontano come l’artigianalità e l’unicità di un accessorio d'abbigliamento raffinato, elegante ed evocatore di tempi passati possano vestire qualunque stile dall’elegante casual allo street senza mai stonare.