Log in
NEWS
Terremoto, l'appello della Fondazione Premio Ischia: Tornate su isola Terremoto a Ischia, Merkel telefona a Gentiloni: Personalmente colpita Ricerca molecolare, passo in avanti contro il cancro al polmone Terremoto a Ischia, Ordine dei medici di Napoli: Pronti per il supporto Terremoto a Ischia, il Comune di Napoli invia due squadre di tecnici a Casamicciola Agricoltura, study tour in Cina per 10 giovani under 40 Incendi, in fiamme l'Oasi Wwf di Persano Terremoto a Ischia, la Regione Campania stanzia 2,5 mln per la prima emergenza Terremoto, crowdfunding di Anci per Centro Italia e Ischia Terremoto a Ischia, Federazione Infermieri: Apprezzamento ai colleghi del Rizzoli Terremoto a Ischia, psicologi campani: Pronti a intervenire Terremoto a Ischia, visita del ministro Pinotti Uova contaminate, i Nas denunceranno sette casi alla magistratura: due in Campania Terremoto a Ischia, polemica abusivismo: ecco cosa dice la legge regionale Terremoto a Ischia, Coldiretti: Pronti a sostenere la ripartenza dell'Isola Consorzio Sannio, i vini beneventani fanno il pieno nella guida WineHunter Award Ragionieri, sussidi straordinari per gli iscritti colpiti dal terremoto a Ischia Maserati Live Innovation, sfida tra start up hi-tech: domande entro il 4 settembre Madre, una domenica con "La magia dei colori": laboratorio didattico per i più piccini Gramigna, la voglia di riscatto contro la camorra sul grande schermo dal 16 novembre Estorsioni ai danni delle Pmi, record di denunce: +64% in 5 anni. Campania seconda Terremoto a Ischia, gli architetti: Continua a mancare una politica di prevenzione Boom del commercio on line: Napoli terza con 1.060 imprese Fs, Sponzfest Express: treno storico sui binari dell'Alta Irpinia Terremoto a Ischia, Confocommercio: Turismo regolare, no ad allarmismi Agriturismi in Campania, finanziamenti fino a 40mila euro Terremoto a Ischia, De Luca: Si legga la nostra legge, nessun condono o sanatoria Trasporti, domenica sciopero Usb: mezzi Anm fermi Terremoto a Ischia, Suor Orsola Benincasa: Sessione di esami speciale per gli studenti dell'isola Intesa Sanpaolo, accordo per l'acquisizione del gruppo svizzero Morval Superenalotto, la fortuna bacia la provincia di Salerno: due "5" da oltre 30mila euro Terremoto a Ischia, colpo al turismo: aliscafi da Napoli semivuoti Terremoto a Ischia, Papa Francesco: Vicino a chi soffre Archeotreno Campania, in viaggio su carrozze d'epoca da Napoli a Pompei e Paestum Terremoto a Ischia, la Procura di Napoli valuta l'inchiesta per disastro colposo

kimbo shop ildenaro 016

Confindustria Campania, Jannotti Pecci: Tutor d'azienda e controlli per combattere la contraffazione

Tutor d’azienda e controlli “a valle” per contrastare il mercato del falso, queste le proposte lanciate dal sistema produttivo campano in occasione dell’incontro della “Commissione parlamentare di inchiesta sui fenomeni della contraffazione, della pirateria in campo commerciale e del commercio abusivo” tenuto oggi, giovedì 4 maggio, presso la Prefettura di Napoli.

Ad illustrare le proposte il Presidente di Confindustria Campania Costanzo Jannotti Pecci accompagnato dal Delegato per il settore Moda & Fashion dell’Advisory Board di Confindustria Campania e presidente dell'Associazione Museo del Vero e del Falso, Luigi Giamundo.

Spesso si assiste al fenomeno di imprese straniere “mordi e fuggi”, di attività che sfuggono ad ogni controllo: da questo fenomeno nasce la proposta di prevedere un “tutor o garante di azienda”, ovvero un referente italiano da nominare all’atto in cui l’impresa straniera avvia le interlocuzioni con la PA italiana ponendosi come interfaccia e garante della legalità.

Il meccanismo andrebbe a regolarizzare la costituzione delle imprese straniere in Italia, oltre che a migliorare le integrazioni tra le diverse culture ,attraverso una più agevole informazione sulle leggi locali, favorendone così anche l’inserimento.

Inoltre, risulta necessario un rafforzamento dei controlli a valle al fine di estendere gli strumenti previsti in materia di anticontraffazione marchi e segni distintivi anche alle azioni di contrabbando e falsificazione nella composizione dei prodotti, nonché sarebbe significativa una semplificazione delle procedure di sequestro preventivo per verificare la tracciabilità e la qualità dei materiali, in quanto, potrebbe rappresentare un deterrente per chi opera illegalmente nel commercio.

“Pirateria e commercio abusivo ledono l’economia e l’immagine di un territorio che si sta adoperando tanto per recuperare il gap con le altre regioni d’Italia , ottenendo rilevanti risultati soprattutto sotto l’aspetto dell’appeal turistico e dell’attrazione di investimenti da parte di importanti aziende e partner internazionali – dichiara il Presidente di Confindustria Campania Jannotti Pecci – siamo lieti, pertanto, che incontri del genere si svolgano a Napoli, perché siamo convinti che dal nostro territorio possano partire proposte importanti e di rilievo nazionale”.

“Nota come luogo della contraffazione per eccellenza – osserva Luigi Giamundo, delegato per il settore Moda & Fashion dell’Advisory Board di Confindustria Campania e presidente dell'Associazione Museo del Vero e del Falso – Napoli è al tempo stesso il simbolo di una storica tradizione manifatturiera riconosciuta a livello internazionale. Dal tessile alle eccellenze agroalimentari, solo per citare due filiere particolarmente significative, Napoli e la Campania hanno le carte in regola per farsi portavoce nel mondo della forza e della bellezza dei prodotti autentici”.

Al termine dell’incontro si è convenuto sull’invio da parte di Confindustria Campania di un documento con le proposte illustrate integrato di un focus sulle infiltrazioni della criminalità organizzata.