n63

Log in
NEWS
Forza Italia, nominati i componenti del coordinamento cittadino Universiadi, A. Cesaro (Fi): Il silenzio del ministro è un'occasione persa Giovanni Francesco Russo nuovo coordinatore di Campania Libera Napoli Turismo, domani al Med Festival Experience la firma all'intesa con Russia, Serbia e Brasile Volontariato al Sud, contributi alle coop sociali Go Sud, un concorso di idee per valorizzare i luoghi della cultura Le verità, presentato il thriller psicologico ambientato a Napoli Dal consolato spagnolo l'omaggio al connubio culturale con Napoli Sicurezza sul lavoro, al via l’assegnazione degli incentivi: domande fino al 5 giugno Unione Industriali, fronte comune tra Regione e imprese sullo sviluppo urbano Capitale europea dell’innovazione: primo premio da 1milione di euro Centenario Unione Industriali Napoli, De Vincenti: In moto investimenti importanti Centenario Unione Industriali Napoli, Boccia: In Italia troppi esperti del passato Centenario Unione Industriali Napoli, Prezioso: Bagnoli? Servono interventi choc Abc, all'azienda del Comune di Napoli il Premio Natura 2017 Centenario Unione Industriali Napoli,Pan: Il Sud snodo geopolitico chiave per l'Ue Centenario Unione Industriali Napoli,Arcuri: Appello al silenzio per Bagnoli Centenario Unione Industriali Napoli, Guido: Porti, puntare sull'internazionalizzazione Libri, sabato a Gaeta la presentazione del volume di Paolo Russo "Sua Eccellenza" Visionemotion, questa sera la videomostra personale di Salvio Vassallo Lepore sui giovani: Devono contribuire allo sviluppo Carabinieri aprono nuova caserma nel salernitano De Vincenti su Bagnoli: Presto la Cabina di regia Napoli, nella chiesa di S. Gregorio la commemorazione del genocidio armeno Turismo, Sorrento e Paestum le località che puntato più sul web Musica, apre in città prima sala della musica napoletana Cassa Rurale di Battipaglia e Montecorvino Rovella, nasce la Fondazione Aidepi, ecco la guida per abbinare pasta e condimento Giubileo Sepe, l'omelia dell'Arcivescovo: Insieme contro il grave cancro della malavita PizzaUnesco, il sottosegretario De Filippo firma la petizione Sud, Boccia: Spopolamento? Occorre reagire per evitare che accada Sisma, la Pro Loco di Montecorvino Rovella dona una ludoteca a Cittareale Alitalia, Boccia: Una vicenda specchio del Paese Sindaci della Costiera Amalfitana in campo per piano traffico Napoli, da Polizia Municipale retata contro taxi abusivi

kimbo shop ildenaro 016

Confindustria Benevento, a Liverini la delega regionale al credito

Ieri è stata affidata a Filippo Liverini la delega regionale al credito nel corso del Consiglio di Presidenza di Confindustria Campania che ha altresì riconfermato, sempre a Benevento, la delega alla semplificazione.

Il riconoscimento è il risultato di un impegno costante che il presidente Liverini ha sempre dedicato al comparto creditizio, grazie alla sensibilità acquisita negli anni di esperienza sulla materia, alle capacità maturate nell’ambito del settore e agli ottimi rapporti costruiti con gli Istituti di credito.

“Il nostro principale obiettivo - spiega Filippo Liverini - è quello di avvicinare il sistema delle imprese a quello del credito attraverso l’utilizzo di un linguaggio e di un metodo di comunicazione che consenta ai due mondi di comprendersi. Lavoreremo, dunque, per fare in modo che le imprese dialoghino in maniera trasparente e chiara con il sistema bancario. Ci impegneremo affinchè si conoscano ed utilizzino in maniera sempre più copiosa gli strumenti creditizi sostenuti da Confindustria nazionale, come la moratoria del credito, il Fondo di Garanzia, la bussola della qualità (app sperimentale). La delega sul credito mi riempie particolarmente di orgoglio in quanto si tratta di un tema delicato al quale il nostro presidente Vincenzo Boccia ha dedicato la sua più grande attenzione ritenendolo leva strategica di sviluppo per un paese sempre più competitivo. Ringrazio per questa testimonianza di stima il Presidente Costanzo Jannotti Pecci e l’intero Consiglio regionale.

Credo vivamente che le imprese debbano imparare a comunicare meglio le proprie attività alle banche e queste ultime dovranno riuscire a rispondere di più alle esigenze del mondo imprenditoriale. Ritengo sia fondamentale il ruolo di Confindustria quale camera di compensazione tra le due realtà.

L’attuale contesto impone un salto culturale, richiede un nuovo modo di operare. Quasi sempre i bilanci delle piccole e medie imprese sono scarni, privi di dettagli, quasi senz’anima, nel senso che trasmettono poco o nulla dello sforzo strategico, produttivo e commerciale dell’imprenditore. Spesso essi sono costruiti più per indirizzare scelte di natura fiscale che per poter giustificare il credito ricevuto da fornitori e da istituti finanziari. Quindi, uno dei principali impegni che noi imprenditori dobbiamo assumere è quello di una maggiore chiarezza e trasparenza nella predisposizione dei nostri documenti economici, patrimoniali e finanziari. Al contempo, tuttavia, chiederemo agli Istituti di Credito di impegnarsi a tornare dentro le nostre imprese, a parlare con noi imprenditori, a visitare i nostri capannoni, a conoscere i processi produttivi, i nostri prodotti e i nostri dipendenti. È fondamentale che le banche valutino anche gli asset intangibili: i rapporti con i clienti e i fornitori, il nostro management, i brevetti, i marchi, la nostra reputazione, le relazioni con il territorio, le reti commerciali, l’indotto. Sono questi elementi qualitativi che vanno considerati al pari delle voci quantitative del bilancio affinchè si possa realmente crescere in maniera strutturata”.