n63

Log in
NEWS
Unione Industriali di Napoli, seminario sugli investimenti in Russia La Farnesina incontra le imprese, Brancaccio (Coelmo): Ambasciate incidano sulle Pmi La Farnesina incontra le imprese, Zigon (Getra): Necessario fare rete Napoli, sì del consiglio comunale a delibera sulle partecipate Cantone a Napoli lancia l'allarme: Corruzione è aumentata Heroes, al via la Prize Competition Cnr, superati i ritardi per il fascicolo elettronico Eccellenze Campane riceve visita del ministro Alfano Unipegaso, nuovo processo tributario: successo per il dibattito a Padula Maurizio Maddaloni nel consiglio nazionale di Confcommercio Malta Business, Passariello: Isola partner strategico, altro che Panama d'Europa Donne lavoratrici, 20% smette dopo nascita primo figlio Contributi aggiuntivi per la formazione, il bando di Fondimpresa Capri, completata messa in sicurezza dell'Arco Naturale Ministro Alfano a Napoli: Italia super potenza della cultura e della bellezza Prodotti di seconda mano, Campania seconda in Italia Sbarchi migranti, Campania terza regione per accoglienza La Ciità di Salerno licenzia, insorge il sindacato Fnsi Festival dello Sviluppo Sostenibile, Franceschini: Investire in cultura, antidoto ai populismi Cinema, Giffoni FIlm Festival patrimonio dell'Unesco: al via la richiesta Confindustria, Boccia: Non esiste una questione meridionale ma una questione Italia Asse Pascale-Cina, a Napoli 450 oncologi cinesi Allo show room della Lamborghini gli studenti incontrano il mondo del lavoro. Polizze assicurative, anche le non obbligatorie rientrano nel calcolo del Teg Vetrerie Empoli presenta a Perigi il calice che gira Indagine Unimpresa: La crisi ci è costata 960 miliardi di euro Sviluppo sostenibile, da oggi a Napoli primo Festival italiano Arte e gusto, Pasquale Palamaro a Casa Morra tra Duchamp e Cage Borsa della Ricerca, Boccia: Imprese in prima linea Ap, Alfano a Napoli presenta candidati alle Amministrative Mostra d'Oltremare, Oliviero: Preoccupa futuro di New Edenlandia Assessore Fortini su dispersione scolastica: E' al 30% Ercolano, ritorno nel Pd per due esuli: è polemica Pd, Bassolino con le mucche "sfida" Berlusconi: Silvio che dici? Rc auto, in Campania il 24% dei veicoli senza assicurazione

kimbo shop ildenaro 016

Tarì e Ice presentano Jewerly Export Lab

Dopo i risultati positivi di Tarì Bijoux, concluso con successo pochi giorni fa, il Tarì prosegue a tappe serrate nel programma di eventi in calendario per il 2017. Molteplici attività che racchiudono – come ricorda il presidente Giannotti – un obiettivo univoco: confermare l’identità del Tarì come “casa del mondo orafo italiano”. 
Il Tarì si conferma infatti punto di riferimento per imprenditori e dettaglianti, non solo luogo di incontro privilegiato tra domanda e offerta, ma anche punto di riferimento per iniziative e programmi che coinvolgono l’intero mondo orafo e che fanno riferimento al Tarì come quarto polo nazionale, insieme ad Arezzo, Vicenza e Valenza. Molte le iniziative in pista. Tra queste, la 6 giorni dedicata al progetto ‘Jewellery Export Lab’, che si svolgerà per la sua tappa dedicata al centro-Sud Italia all’interno del polo di Marcianise grazie all’intesa tra Ice – Agenzia per la Promozione all’esterno ed internazionalizzazione delle Imprese, Confidustria Federorafi e Tarì. Prevista la partecipazione della presidente di Federorafi Ivana Ciabatti, insieme a Francoise Izaute e Stefano De Pascale, di Andrea Ambra, Antonio Votino e Rita Palumbo per l’Ice, e del presidente del Tarì Vincenzo Giannotti. Jewellery Export Lab è un progetto “taylor made” che si propone di supportare le aziende del settore orafo/argentiero fornendo loro gli strumenti per penetrare e consolidare i rapporti commerciali con i mercati esteri. Al Tarì è prevista la seconda tappa di questo importante programma nazionale, 17, 18, 25, 26, 29 e 30 maggio prossimi. “Ospitare questa importante iniziativa, che avremo il piacere di presentare ufficialmente il prossimo 27 marzo – dichiara il presidente Giannotti – è una ulteriore conferma del sempre maggiore coinvolgimento del Tarì nelle attività di rilievo istituzionale del comparto orafo nazionale, anche grazie anche al recente ingresso in Confindustria Federorafi. Non più solo mercato o, come volte evidenziato, fiera permanente: Il Tarì è sempre più la casa degli orafi”. Intanto fervono i preparativi per l’appuntamento, ormai consolidato da 20 anni, con Mondo Prezioso: dal 12 al 15 maggio Il Tarì – e Caserta – si confermeranno capitale italiana del gioiello, accogliendo aziende, operatori e business in una 4 giorni di grande attività.