n63

Log in
NEWS
Getra, Zigon e Cesaro presentano "Terra dei Valori": Patrimonio culturale e umano fondamentale per l'impresa Confindustria, Boccia: Al via una fase di confronto serrato con la politica Corecom, Zaccaria, Avviato percorso per le deleghe di seconda fase Giovanni Sannino eletto presidente della sezione Industria alimentare di Unione Industriali Napoli Vincenzo Napolitano confermato alla guida della sezione Utilities di Unione Industriali Napoli Vittime innocenti della camorra, il cardinale Sepe ricorda Annalisa Durante Governo, a Palazzo Chigi vertice tra Gentiloni e i governatori Pd, dati Youtrend: Renzi sbanca in Campania (83,7%) Rifiuti, cresce la raccolta di organico. Nord più virtuoso del Sud, ma la Campania è quarta tra le Regioni Sud 4.0: la nuova rivoluzione industriale parte dal Mezzogiorno El Cafè Bar, a Pomigliano d'Arco il primo caffè alla cannabis Corecom Campania, record di conciliazioni e iniziative per minori Università, a Tirana la quinta edizione di "Studiare in Italia" Vincenzo Schiavo nuovo presidente di Confesercenti Campania e Molise Addio voucher, l'allarme delle imprese: A rischio l'occupazione per 300mila persone Def, Boccia al Governo: La politica economica guardi alle imprese Pasta Chirico, il 31 la premiazione dei vincitori di Racconti di Grano Teatro Stabile, chiusura del Mercadante: il 3 aprile il cda per nuova struttura Cosap, 100 milioni per trasformare l'ex Peroni in un complesso polivalente Giorgio Starace nuovo ambasciatore a Tokyo Ue, Tremonti: Così il Sud è affidato a Bruxelles Napoli, il sindaco: Non pagheremo i debiti ingiusti del passato Medici Napoli, l'Ordine celebra gli iscritti da 50 anni Nuovo Piano paesaggistico, Campania divisa in 15 macroaree Felicita Delcogliano nuovo assessore a Istruzione e Mobilità a Benevento De Luca allo stadio per Salernitana-Ascoli Confindustria incontra il territorio, venerdì appuntamento a San Marco dei Cavoti Scuola, si avvicina la pausa di Pasqua: stop alle lezioni dal 13 al 18 aprile Voucher, Confesercenti: Occupazione a rischio in 1 impresa su 2 Busitalia, in arrivo 10 nuovi mezzi a Salerno Letteratura, presentato premio nazionale Amerigo delle Quattro Libertà Verdi, continua l'Open space a Roma: c'è anche De Magistris Banco di Napoli Intesa Sanpaolo, Monte di Pietà in vendita: dove nacque la lotta alla usura Disarmiamo l'ignoranza, mostra d'arte a San Giorgio Confindustria, l’impasto che serve all’Europa

kimbo shop ildenaro 016

Ecoambiente Salerno, Battipaglia verso il compostaggio: primi camion in autunno


"Siamo l'unico impianto in Campania già autorizzato per il trattamento dell'umido, bruceremo le tappe e dall'autunno 2018 puntiamo a ricevere il primo carico per il compostaggio". Così Domenico Ruggiero, direttore tecnico di Ecoambiente Salerno, annuncia all'Ansa la "corsa" dello stir di Battipaglia verso la riconversione in impianto di compostaggio. L'impianto gestito dalla società che interamente partecipata dalla Provincia di Salerno, sarà dunque il primo in Campania a trattare la frazione umida, che attualmente viene mandata fuori regione "a un costo fino a 140 euro a tonnellata", spiega Ruggiero. Dopo lo stanziamento da parte della Regione Campania dei 222 milioni per gli impianti di compostaggio in Campania, Battipaglia è partita subito con il progetto esecutivo che è ora è sul tavolo della Regione Campania per la verifica definitiva. L'impianto di Battipaglia costerà 9.7 milioni di euro e una volta completato tratterà 35.000 tonnellate di rifiuti umidi l'anno, circa un quarto delle 140.000 tonnellate che, dai dati 2015, produce la provincia di Salerno "Ci aspettiamo - spiega Ruggiero - che per l'estate parta la gara d'appalto. Il cronoprogramma prevede che i lavori di realizzazione durino 12 mesi dall'avvio dei lavori. Poi ci sarà il collaudo funzionale che però si fa già con il conferimento dei primi rifiuti che dovrebbe avvenire quindi per l'autunno 2018". "Possiamo stringere i tempi - spiega Ruggiero - perché già nel 2012 avevamo avviato la procedura per non essere più solo uno stir ma ottenere nel 2012 progettualità quindi non più solo un impianto di tritovagliatura e infatti dall'agosto 2015 è classificato come Tmb (Trattamento meccanico biologico), in cui quindi si differenzia l'umido e il secco. Attualmente, però, dall'umido non si ottiene un compost per agricoltura, ma un biostabilizzato, un terriccio che può servire ad esempio per ripristinare le vecchie discariche o le cave, per un recupero ambientale". A Battipaglia, coesisteranno quindi tre tipologie di trattamento dei rifiuti: il compostaggio, il Tmb e una piattaforma per la raccolta differenziata di carta, vetro, plastica che verranno rapidamente avviate ai consorzi". L'obiettivo, spiega Ruggiero, è di "permettere ai Comuni di abbassare le tariffe e rendere sostenibile il conferimento dei rifiuti. Ai cittadini della zona dico che l'impianto è lì dal 2002 e ha tutti i sistemi che garantiscono la sostenibilità ambientale della struttura".