Log in
NEWS
Alla fine è sempre la povera gente, credulona e sprovveduta, a pagare il conto Tech day Ischia 4.0, tra realta aumentata e Li-Fi startup a confronto sul futuro del turismo Vertenza Ericsson, corsa contro il tempo per evitare 29 licenziamenti Vertenza Ericsson, l'assessore Palmeri all'azienda: Faccia dietrofront sui licenziamenti Pd, l'associazione Campania Domani di David Lebro aderisce al partito Anm, lunedì 2 ottobre stop di 24 ore al trasporto pubblico locale Osterie d’Italia 2018, a Riardo 400 osti a raccolta per la presentazione del volume Marotta nominato commissario di Alternativa Popolare a Salerno Eav, De Gregorio: Altro sciopero che non capisco A Marcianise "Carrefour in piazza" per sostenere iniziative benefiche Asi Caserta ospita il primo corso sulla prevenzione della corruzione Formazione Rsu e Tas, da venerdì via al corso Cisl a Napoli Premio Penisola Sorrentina, riconoscimenti a De Rossi e Branchetti Modelli 3D per testare le terapie antitumorali: ricercatrice campana premiata con l’Erc Starting Grant Ristorazione, in Campania 30mila imprese attive: vincono tradizione e qualità MozArt Box alla Reggia borbonica di Portici: apre Stefano Bollani Giornalisti, in Campania via al premio Ferrara: scadenza prorogata al 2 ottobre Docce fredde e pasti non graditi: protesta dei migranti a Salerno Ex Gepin, Palmeri: Un successo frutto di un grande lavoro di squadra Università Parthenope, a Napoli il Biwaes 2017: confronto sulla sostenibilità ambientale Sant'Antimo, udienza dal Papa per 17 allievi del Pestalozzi e il musicista Salvetti "Agente OO11" al via a Napoli: 5 giovani youtubers in missione per salvare il pianeta Java Academy, Innovaway alla ricerca di 100 tra analisti e programmatori Protom, più del 15% del fatturato 2011-2017 investito in progetti di ricerca Confindustria Salerno, domani la presentazione del programma Elite Regione, De Luca: Immigrati? Non dobbiamo aspettare che muoia qualcuno Media, 48mila imprese in Italia: Napoli terza con 2mila attività Vini italiani in Germania, accordo tra Camera di commercio italo-tedesca e Uiv Napoli: l'opposizione garantisce il numero legale, ricordata Adriana Tocco Abusi edilizi, De Luca propone legge in 5 articoli con carcere e sanzioni Aeffe lancia la nuova etichetta "Birra Margherita" Banca di Credito Popolare, porte aperte a Torre del Greco per la XVI edizione di “Invito a Palazzo” Canottaggio, Cambridge batte Oxford alla Reggia di Caserta "Capri, Hollywood": l'edizione 2017 è dedicata a Liz Taylor Festa della Ricerca: al Pascale porte aperte per una notte

kimbo shop ildenaro 016

Digitaxi, da Napoli la risposta italia a Uber

 
“E’ partita da Napoli e sembra essere destinata a diventare la risposta a Uber anche perché è un’applicazione che permette un collegamento diretto con i tassisti autorizzati e non con singoli autisti indipendenti come fa il sistema nato a San Francisco”. A raccontare come funziona DigiTaxi, l’applicazione che permette di usare i taxi migliorando la trasparenza e la qualità del servizio sono il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli de La radiazza ricordando che “l’applicazione è nata su iniziativa di un gruppo di utenti taxi che avevano già fondato la pagina facebook "Taxi in città tariffa max. € 6". “Con la versione 1.0 uscita nel 2014 è stata avviata la fase sperimentale che è durata circa due anni, fino a dicembre 2016, e, da gennaio 2017, è partita la fase commerciale che sta procedendo molto bene grazie alle adesioni degli utenti e dei tassisti che sempre più numerosi stanno scaricando l'App (DigiTaxi driver, per i tassisti e DigiTaxi, per gli utenti) dagli store di Apple e di Google” spiega Michele Palmieri, uno degli ideatori. “DigiTaxi oltre a permettere la prenotazione del taxi, immediata e programmata, fornisce indicazioni per l’identificazione dei tassisti, la verifica delle tariffe applicate e addirittura dei percorsi migliori che possono essere controllati strada facendo” hanno aggiunto Borrelli e Simioli precisando che “alla fine della corsa è possibile anche lasciare un commento e un feedback sulla qualità del servizio ricevuto”. “Ancora una volta Napoli riesce a dimostrare la sua capacità di inventiva e di innovazione tanto che l’app ha già ricevuto diversi premi in giro per il Mondo tra cui un riconoscimento ufficiale nel corso di Expo 2015 a Milano” hanno concluso Borrelli e Simioli per il quale “DigiTaxi potrebbe essere anche il modo per superare, almeno in parte, i disagi che si stanno vivendo a Napoli a causa delle agitazioni sindacali, dei guasti e di tutti gli altri problemi che stanno rallentando il servizio di trasporto pubblico a Napoli”.