n63

Log in
NEWS
Prestiti Online, Campania tra le regioni più attive Palmeri all'Isabella d'Este: Scuola culla di eccellenze De Luca su castanicoltura: Così rilanciamo comparto Anm, corse straordinarie per Napoli-Juventus Scavi di Pompei, restauri conclusi: aprono due nuove Domus Fisco, evasi ogni anno 110 miliardi di euro Bruno Scuotto resta a capo della sezione Impianti dell'Unione Industriali di Napoli Universiadi, De Vincenti assicura: Finanziamenti sprint, a disposizione 140 mln De Vincenti a Napoli per fare il punto sul patto per lo sviluppo Antonello Accurso nuovo segretario generale Uilm Campania Trasporti, ripristinato il bus navetta nel porto di Napoli Vittoria Principe nella commissione regionale Pari Opportunità Trenitalia, corse della Linea 2 dopo la partita Napoli-Juve Cava de' Tirreni, nuove deleghe ai consiglieri Asl Salerno, apre Sportello Trapianti Luigi Salvatori confermato alla guida della sezione Cantieristica navale di Unione Industriali Napoli Pasticceria, a Palazzo Petrucci va in scena la Sfogliacampanella dello chef Ferrieri Porto, crocieristi all'opera: al via la collaborazione col San Carlo In vendita la sede dell'Archivio di Stato di Salerno Scommesse abusive, blitz della Gdf a Salerno Pontecagnano, via ai lavori di sistemazione del Parco Peter Pan Ospedale veterinario Frullone, De Luca: A Milano si crea economia, qui ci perdiamo in chiacchiere Moda e modi, un mercoledì pomeriggio non stop tutto da vivere Pd, conferenza programmatica di Orlando l'8 aprile a Napoli Pascale, al via il coordinamento delle rete oncologica campana L'alga marina metà pianta metà animale: la scoperta dei ricercatori napoletani della Stazione Zoologica Nice to meet you: via alla call per infrastrutture sostenibili Sociale, da Gesco un "CuBoh" per combattere i pregiudizi Dema, De Magistris a La7: Non escludo una lista alle Politiche del 2018 Brexit, braccio di ferro tra Gran Bretagna e Scozia Neurochirurgia, i viaggi della speranza cambiano direzione. A Castelvolturno centro eccellenza per scoliosi Ue, incubazione delle start up: 3 milioni di euro con Copernicus Generazione cultura: contributi per i talenti under 27 Napoli, duemila in piazza contro i tagli alle politiche sociali Qr Code Campania, c'è il bando dell'Istituto Zooprofilattico

kimbo shop ildenaro 016

BenBo, nasce a Napoli il primo capsule hotel d’Italia

  •  Antonio Averaimo
  • Pubblicato in Imprese&Mercati

Si chiama capsule hotel ed è una tipologia di albergo nata nelle metropoli giapponesi. Da lì è poi giunta negli aeroporti e nelle stazioni ferroviarie di mezzo mondo. Spazi angusti, ma utili per i passeggeri a fermarsi per qualche ora o a pernottare. L'aeroporto di Napoli è il primo in Italia a ospitare un capsule hotel. Si chiama BenBo, ospita 42 casette 4 metri x 4 dotate di letto, tavolino, scarpiera, aria condizionata e smart tv.

Nato al posto della palazzina Pegaso, da tempo dismessa, il nuovo format brevettato da un gruppo di architetti napoletani dello Studio Tre apre oggi le porte ai turisti. Cabine arancio, grigie e bianche, 16 bagni in comune dotati di doccia, una reception attiva 24 ore su 24. Queste le tariffe: 8 euro la prima ora, 7 dalla seconda in poi per la permanenza diurna, 25 euro le 9 ore notturne. Ogni capsula ha pareti insonorizzate, porte automatizzate, finestre oscurate, un letto, un tavolo da lavoro, specchio, appendiabiti e portascarpe, illuminazione d'atmosfera e docking station per i dispositivi mobili.

Il cliente potrà prenotare la propria stanza anche prima dell'arrivo in aeroporto tramite il sito Internet o l'app per smartphone diBenBo. Nella struttura c'è anche un ampio spazio eventi che ospiterà show cooking, presentazioni di libri, mostre d'arte e laboratori creativi. Il progetto degli architetti napoletani è stato finanziato da un pool di imprenditori campani per una cifra che si aggira intorno a 1 milione di euro, e da Gesac, la società che gestisce lo scalo napoletano, che ha messo a disposizione altri 400mila euro di investimenti infrastrutturali. "Il nostro obiettivo è quello di rivolgerci a una platea molto vasta di clienti - spiega Carlotta Tartarone, project manager di Studio Tre - Ci siamo ispirati agli ostelli della gioventù, in particolare al modello giapponese, ma guardiamo anche alle famiglie". Altri capsule hotel potrebbero sorgere in altri aeroporti italiani. La società partenopea è già in contatto con gli scali di Roma-Fiumicino, Bergamo-Orio al Serio e Palermo. Presto potremmo vedere anche in queste città un altro BenBo "fast and cheap". Rapido ed economico.