Log in
NEWS
Regione, Lepore a Caserta: A breve il via libera al Piano energetico regionale Area Med, dalle crisi nascono nuove opportunità: a Napoli Atenei alleati per sviluppo Gesac, incontro con De Luca: verso la rete integrata degli aeroporti Campagna Nastro Rosa, a Napoli controlli senologici gratuiti Presidio medico di primo soccorso nella Stazione di Napoli Centrale Smartup Optima, via al bando della terza edizione: in palio 5mila euro Anche la Russia ha la sua criptomoneta Banca di Credito Popolare, via libera al piano indistriale 2019-2020 Gruppo Grimaldi, finanziato il restauro di due chiese napoletane Infertilità di coppia: il kit della napoletana KronosDNA riduce tempi e costi della diagnosi Coca-Cola Hbc, giornata di formazione dedicata ai giovani campani Da Salerno a Washington, Giffoni Experience diventa un caso di studio Osservatorio Gei: ripresa in corso, nel 2018 Pil del Mezzogiorno cresce dell'1,1% Bando Donne, 2 milioni al Sud per progetti contro la violenza di genere Graded e Protom entrano nel Programma Elite Costalli (Mcl) al Premio Sepe: Per una vera ripartenza servono politiche chiare e proposte forti Ministero obbliga i genitori ad accompagnare e prelevare i figli a scuola fino ai 14 anni Premio Salernitani Doc, ecco i 35 riconoscimenti assegnati Chiesa, il vescovo di Pozzuoli disconosce i riti "ecumenici" Gruppo Cualbu, via ai lavori di riqualificazione dell'ex Birreria Peroni Capri Startup Competition, vince Carddia: nuova app per la salute Coolsun, made in Italy le vernici innovative per l'isolamento termico Climathon 2017, al via la maratona degli innovatori per rendere le città più green Vini d'Italia del Gambero Rosso, successo per la Campania Digital City: Bruxelles lancia la sfida per città smart Stefano Caldoro: Più fiducia in Ue grazie a Tajani Enel, nuovo Innovation Hub a Mosca Napoli, allarme smog: divieto di circolazione 3 giorni a settimana ma per i Verdi non basta Crediti ex Equitalia, lo Stato vuole svenderli a banche e finanziarie Gaetano Graziano nell'associazione nazionale Direttori di Centri Commerciali Gennaro Capodanno nuovo presidente dell'associazione "Jacopo Sannazaro" Premio Grassi, martedì la premiazione a Salerno Napoli, Caniglia e Gaudini: Dateci la delega alla gestione delle notti di movida Anicav su etichettatura dei derivati del pomodoro: Svolta storica Teatro, al Nuovo di Napoli il debutto de "Le Serve"

kimbo shop ildenaro 016

Il valore dell’innovazione aperta: la condivisione che crea successo

Le tante ombre proiettate dall’individualismo non permettono di mettere in scena l’Innovazione Aperta nel teatro del Bazar delle Follie. Proprio per questo ci ostiniamo a continuare la narrazione di un fenomeno sociale oltre che economico dagli esiti dirompenti. 
Nell'universo degli eventi suscitati dall’economia della conoscenza, essere e contare di più insieme agli altri è la pre-condizione per innovare e avere di più. 
L’altruismo estende il suo campo d’applicazione mentre l’egoismo diventa una vacua pretesa. In questa prospettiva, gli esseri umani e l'innovazione non si attirano direttamente. Al centro c'è la cultura che gli uni e l'altra modificano e, a loro volta, ne sono influenzati. 
Tra egoismo e altruismo, la gamma dei valori culturali è ampia. A seconda delle circostanze, ad impostare la scena sarà l'accento egoistico o l’intonazione altruistica.
Nelle rappresentazioni dell’innovazione aperta l'egoismo e l'altruismo si rincorrono nello spazio culturale.
Popolarizzata nei primi anni '2000, l'innovazione aperta è un processo sistematico attraverso il quale le idee penetrano da un’organizzazione a un’altra e viaggiano su diversi vettori di opportunità per la creazione di valore. 
Con il simultaneo apparire di molteplici tecnologie digitali trasformative e con la rapida evoluzione della disciplina dell'innovazione, è diventato evidente quanto sia indispensabile un approccio al cambiamento tale da includere le dimensioni tecnologiche, sociali e politiche.
Nella sua versione 2.0, frutto dei progressi delle tecnologie digitali e degli sviluppi delle scienze cognitive, l’innovazione aperta è un paradigma che promuove mutamenti radicali, cerca l'inaspettato e fornisce il sostegno a una rapida scalata al successo. Come metodo, fornisce una rete di sicurezza sia alle innovazioni che agli innovatori, instillando in quest’ultimi fiducia e coraggio di innovare. 
Essa mira a produrre benefici per la società e non solo per l'economia, individuando e realizzando innovazioni che ci indirizzano collettivamente verso la traiettoria di un modo di vivere più intelligente e quindi sostenibile.
Con ciò rendendo evidente come nuovi servizi e mercati possano essere co-creati in ecosistemi aperti dove i risultati a vantaggio di tutti (“io vinco, tu vinci”) subentrano alle situazioni che separano i vincenti dai perdenti (“io vinco, tu perdi”). 
Ultima modifica illunedì, 07 agosto 2017 12:30