n63

Log in
NEWS
Alitalia verso commissariamento. Ecco l'iter Short term rental in crescita a Napoli Cina-Italia, pattugliamenti congiunti sulla Grande Muraglia Maradona spara a zero contro Federcalcio Argentina: Serve una bomba Associazione Antiracket: Vera liberazione è dal pizzo Perito in lutto, muore il sindaco Apolito Ravello, 4mila ingressi in due giorni a Villa Rufolo Luigi Carrino diventa commendatore Bimbi trapiantati, presidio dei genitori al Monaldi Adler e Rummo, domani Gentiloni a Benevento 25 aprile, a Benevento corteo con migranti Fi, Fasano: La scuola di Cava continuerà negli anni Chiesa, domani Napoli in festa per i 50 anni di sacerdozio di Sepe Salvatore Ronghi (Mns): Alitalia, urge un nuovo modello sindacale Parentopoli nella Sanità campana, Verdi ancora all'attacco Concorso Go Sud, giovedì la presentazione a Villa Pignatelli Football Leader, a Napoli detenuti a lezione di calcio 25 aprile, de Magistris: Mi emoziono nella città delle quattro giornate Pesca, allarme da Marina di Pisciotta per le alici di Menaica: c'è l'interrogazione Reti di imprese per l’artigianato digitale: domande entro il 4 maggio Agricoltura biologica, in Campania bando da 35mila euro Napoli, proposta de Magistris: il Comune acquisisca il Monte di Pietà Napoli, domani il Comitato per l'ordine e la sicurezza sulla movida Unione Industriali Napoli, a Città della Scienza si discute delle Vie dello Sviluppo Terremoto, da Casapulla fondi per Bar Zocchi a Montemonaco Forza Italia: Giacobbe, Chiariello e Trani candidati sindaco per Pozzuoli, Sant'Antino e Ischia Comunali, il movimento De Magistris alla prova delle urne in Campania Boom di multe, nel 2015 incassi su del 45%: Campania seconda con 182 mln di introiti Cervelli che "rimpatriano": regime fiscale agevolato fino al 2 maggio Ippodromo di Agnano, torna il Gran Premio Lotteria: montepremi superiore a 800mila euro Napoli, sindaco chiede incontro al premier su debiti ereditati Capri, il sindaco assicura: Via Krupp non sarà privatizzata 25 aprile: 4mila ingressi in 2 giorni, record a Villa Rufolo Coldiretti lancia l'allarme siccità in Campania Batteri aiutano a capire origine della vita, studio parte da Napoli

kimbo shop ildenaro 016

Sviluppo, l’irresistibile ascesa delle Reti

Il mondo delle reti medico-scientifiche si è dato appuntamento a Venafro, frazione Pozzilli, presso l’Istituto di ricerca Neuromed. Divisi nei tre filoni principali della Neurologia, della Cardiologia e dell’Oncologia questi enti molto particolari hanno incontrato le imprese italiane rappresentate da Confindustria per verificare quali possibilità di collaborazione possono scaturire per dare maggiore forza agli attori di entrambe le categorie.
Il sistema delle reti sta conoscendo nel Paese un periodo fortunato. Quelle tra imprese sono diventate a inizio aprile 3.588 e raggruppano 18.079 realtà con una crescita esponenziale negli ultimi mesi che testimonia la bontà dello strumento e le sue potenzialità. La fortuna del modello è dovuta in particolare alla composizione del sistema produttivo italiano fatto di piccole e piccolissime aziende il più delle volte gelose della propria autonomia eppure desiderose di crescere.
Mettersi insieme nella cornice di un contratto di rete consente di raggiungere entrambi gli obiettivi: diventare grandi restando autonomi. Certo, occorre almeno aprirsi alla collaborazione, alla condivisione, alla visione comune per poter percorrere un pezzo di strada in compagnia ma si tratta di un salto culturale che comunque andava fatto per raggiungere caratteristiche competitive compatibili con le dimensioni dei mercati internazionali.
Il fenomeno ha raggiunto una dimensione tale, in termini quantitativi e qualitativi, da essere riuscito a conquistare vantaggi fiscali molto interessanti a favore di tutti i partecipanti che potranno godere di ammortamenti, super ammortamenti e di tutte le agevolazioni riservate a chi investe nelle aree di crisi. Far parte di una rete, inoltre, darà la possibilità di partecipare ai bandi di Industria 4.0 e di cogliere altre opportunità riservate a soggetti di grande taglia.
Il tema affrontato a Pozzilli - alla presenza del presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, del responsabile di RetImpresa Antonello Montante e del patron di Neuromed Aldo Patriciello - è come far dialogare le reti d’impresa con quelle della ricerca in una interazione tra pubblico e privato da sempre osteggiata nel Paese per ragioni ideologiche ma oggi indispensabile per orientare gli sforzi degli uni e degli altri a beneficio dell’intera società.
Si tratta, tra l’altro, di mettere a fattor comune l’enorme quantità di dati che la tecnologia consente oggi di ricavare potenziando con la condivisione la capacità di analisi e l’interpretazione secondo la filosofia che informa la quarta rivoluzione industriale che aggiunge intelligenza a ogni funzione e punta a migliorare il valore aggiunto creando le condizioni per creare nuova ricchezza senza la quale sono impensabili investimenti e sviluppo.
Il passaggio è cruciale. Molto più delicato e sensibile di quanto si possa immaginare anche perché nascosto da una dialettica politica che sembra ignorarlo o, almeno, relegarlo al rango degli argomenti vari ed eventuali mentre invece meriterebbe il primo posto nell’Agenda di un Paese che volesse riprendere la strada della crescita lungo la quale, solo, si trovano le risposte che si cercano dove non sono e non potrebbero essere.