Log in
NEWS
Apple, il 28 la vicepresidente Jackson a Napoli Forza Italia, Caldoro: Centrodestra Ok anche al Sud, adesso unire Trenitalia, dal 4 settembre il Frecciargento Foggia-Roma: tappe a Benevento e Caserta Simona Capasso nominata vice presidente di Federmeccanica Pacco sospetto nella stazione metro Vanvitelli, Anm: Falso allarme Verdi Campania, Borrelli e Peretti: Torna a splendere il Sole che ride Europa, sfida tra città green: in palio fino a 350mila euro Confindustria, nasce la federazione unica Carta-Grafica: 23,7 mld di ricavi nel 2016 ExtraMann, l'Archeologico di Napoli "adotta" 9 siti Università Luigi Vanvitelli, dopo il cambio del nome un nuovo logo Fi, De Siano sul voto: Centrodestra unito è maggioranza in Campania Ischia Film Festival, a John Turturro l'IQOS Innovation Award Competitività, formazione dei lavoratori: bando Fondimpresa da 72 milioni di euro Chin8 Neri partner di Festival Show Torre Annunziata, anche De Luca l'inaugurazione della stazione Circum di Villa Regina--Antiquarium Stress: sette anni fa la nascita del distretto, domani la firma delll'ccordo col Ministero Pane tipo, Angri chiede marchio Igt Lions, Tesoro di San Gennaro primo museo "cardioprotetto" Confapi, Caccapuoti: Professionisti in crisi per il prelievo dell'Iva Unione Industriali Napoli, "100 anni di imprese" in una mostra a Palazzo Partanna Confindustria Salerno, domani a Fisciano la presentazione dell'accordo con Intesa San Paolo Premio Biagio Agnes: i big del giornalismo per la IX edizione, Fiorello mattatore Bacoli, Giovanni Picone è il nuovo sindaco di Bacoli: la spunta su Della Ragione Export, vendite in crescita nei mercati extra Ue: il made in Italy conquista Usa, Cina e Russia Piano periferie, sbloccati gli ultimi 800 mln Kimbo, il caffè made in Naples tra le eccellenze italiane in Usa Vaccino contro il tumore fegato, parte la sperimentazione al Pascale "E lucevan le stelle...", dal 1° luglio eppuntamento al Museo di Pietrarsa Caro patente: a Milano il primato, Roma meno costosa di Napoli Giù le mani dal Vesuvio, oggi la presentazione del nuovo romanzo di Michele Serio Web, aziende sempre più social: Instagram incalza Facebook Nuova denuncia al Loreto Mare, consiglieri Verdi: Scarafaggi a Radiologia Edilizia sostenibile nell'era digitale, Stress presenta libro bianco Anche il Sannio ed il Fortore guardano a Matera 2019 E' di Torre del Greco il Primo Console Italiano in Giappone nel 1939

kimbo shop ildenaro 016

Sviluppo, l’irresistibile ascesa delle Reti

Il mondo delle reti medico-scientifiche si è dato appuntamento a Venafro, frazione Pozzilli, presso l’Istituto di ricerca Neuromed. Divisi nei tre filoni principali della Neurologia, della Cardiologia e dell’Oncologia questi enti molto particolari hanno incontrato le imprese italiane rappresentate da Confindustria per verificare quali possibilità di collaborazione possono scaturire per dare maggiore forza agli attori di entrambe le categorie.
Il sistema delle reti sta conoscendo nel Paese un periodo fortunato. Quelle tra imprese sono diventate a inizio aprile 3.588 e raggruppano 18.079 realtà con una crescita esponenziale negli ultimi mesi che testimonia la bontà dello strumento e le sue potenzialità. La fortuna del modello è dovuta in particolare alla composizione del sistema produttivo italiano fatto di piccole e piccolissime aziende il più delle volte gelose della propria autonomia eppure desiderose di crescere.
Mettersi insieme nella cornice di un contratto di rete consente di raggiungere entrambi gli obiettivi: diventare grandi restando autonomi. Certo, occorre almeno aprirsi alla collaborazione, alla condivisione, alla visione comune per poter percorrere un pezzo di strada in compagnia ma si tratta di un salto culturale che comunque andava fatto per raggiungere caratteristiche competitive compatibili con le dimensioni dei mercati internazionali.
Il fenomeno ha raggiunto una dimensione tale, in termini quantitativi e qualitativi, da essere riuscito a conquistare vantaggi fiscali molto interessanti a favore di tutti i partecipanti che potranno godere di ammortamenti, super ammortamenti e di tutte le agevolazioni riservate a chi investe nelle aree di crisi. Far parte di una rete, inoltre, darà la possibilità di partecipare ai bandi di Industria 4.0 e di cogliere altre opportunità riservate a soggetti di grande taglia.
Il tema affrontato a Pozzilli - alla presenza del presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, del responsabile di RetImpresa Antonello Montante e del patron di Neuromed Aldo Patriciello - è come far dialogare le reti d’impresa con quelle della ricerca in una interazione tra pubblico e privato da sempre osteggiata nel Paese per ragioni ideologiche ma oggi indispensabile per orientare gli sforzi degli uni e degli altri a beneficio dell’intera società.
Si tratta, tra l’altro, di mettere a fattor comune l’enorme quantità di dati che la tecnologia consente oggi di ricavare potenziando con la condivisione la capacità di analisi e l’interpretazione secondo la filosofia che informa la quarta rivoluzione industriale che aggiunge intelligenza a ogni funzione e punta a migliorare il valore aggiunto creando le condizioni per creare nuova ricchezza senza la quale sono impensabili investimenti e sviluppo.
Il passaggio è cruciale. Molto più delicato e sensibile di quanto si possa immaginare anche perché nascosto da una dialettica politica che sembra ignorarlo o, almeno, relegarlo al rango degli argomenti vari ed eventuali mentre invece meriterebbe il primo posto nell’Agenda di un Paese che volesse riprendere la strada della crescita lungo la quale, solo, si trovano le risposte che si cercano dove non sono e non potrebbero essere.