n63

Log in
NEWS
De Luca allo stadio per Salernitana-Ascoli Confindustria incontra il territorio, venerdì appuntamento a San Marco dei Cavoti Scuola, si avvicina la pausa di Pasqua: stop alle lezioni dal 13 al 18 aprile Voucher, Confesercenti: Occupazione a rischio in 1 impresa su 2 Busitalia, in arrivo 10 nuovi mezzi a Salerno Letteratura, presentato premio nazionale Amerigo delle Quattro Libertà Verdi, continua l'Open space a Roma: c'è anche De Magistris Banco di Napoli Intesa Sanpaolo, Monte di Pietà in vendita: dove nacque la lotta alla usura Disarmiamo l'ignoranza, mostra d'arte a San Giorgio Confindustria, l’impasto che serve all’Europa Nozze d'argento per il Fai: 59 siti aperti solo in Campania Ap, Alfano: A Benevento il primo gruppo provinciale Vincenzo Schiavo eletto presidente di Confesercenri Campania-Molise Imprese di assicurazione, dati in calo ma mercato solido Comune di Napoli, lettera contro il rischiio crac: Dirigenti, recuperate risorse Magna Group assume gli ex Capaldo Ambiente, anche a Napoli iniziative per l'Ora della Terra Avvocati, i matrimonialisti si confrontano sulla nuova condizione dei padri Flora Beneduce (FI): La Regione accolga l'appello dei produttori a difesa dell’olio dei nostri territori Vincenzo Sbrescia (Fare Ambiente): L’Europa al crocevia della storia Chiamarsi Italiano e Cittadino d’Europa. Federalberghi Salerno, indagine sui B&B Fondi europei, un progetto per fare rete: da EUBE e LUPT mano tesa alle imprese Gli sperimentatori e la sindrome del "successo come al solito" Agenzie di stampa, 24 ore di sciopero Napoli, dopo Pasqua via a progetto Bagnoli Borsa mediterranea del Turismo, folla allo stand Blu Hotels per i calciatori del Napoli Confindustria Benevento, il 31 incontro con gli iscritti a San Marco dei Cavoti Mdp, sabato 1° aprile a Napoli la prima assemblea nazionale dei comitati promotori Fondi Ue, De Luca: Rendicontato il 104% del ciclo 2007-2013 Napoli, Bilancio 2017-2019: confermate le tariffe per rifiuti, Imu e Tasi Amministratori professionisti, la sicurezza in condominio: confronto tra categorie Ragazzi incattiviti: la legge del bullismo Credito delle Pmi, 225 mln ai Confidi: domande dal 2 maggio Afragola, sì ai progetti di riqualificazione nei quartieri dellarea Tav

kimbo shop ildenaro 016

Gioco d’azzardo: il costo del sogno proibito

Finalmente un primato nazionale: nei giochi d’azzardo online dove nel 2012 (ultimi dati disponibili) abbiamo speso 15 miliardi e mezzo occupando il 22 per cento del mercato mondiale. La Francia, seconda in Europa, nello stesso periodo non ha superato i 9,5 miliardi. E si parla di attività legali, svolte alla luce del sole.

A metterlo in evidenza è un articolo delle ricercatrici Annunziata De Felice e Isabella Martucci pubblicato sul trimestrale della Svimez Rivista economica del Mezzogiorno. Non si tratta di un record di cui andar fieri, naturalmente, sia per il fatto in sé che per le implicazioni negative sulle dinamiche economiche della crescita.

L’ammontare complessivo delle risorse impegnate nel settore gestito dai Monopoli e dai quattro Casinò del paese (parliamo di carte, roulette, lotto, superenalotto, gratta e vinci, scommesse sportive, bingo, videopoker e tutto l’armamentario che conosciamo) ha toccato nel 2013 l’invidiabile cifra di 84 miliardi di lire.

Il fenomeno rappresenta in Italia il 4,4 per cento del Pil con un peso relativo maggiore al Mezzogiorno (5,4 per cento) che al Nord e al Centro (4,1 e 4,3 per cento) confermando che dove meno robusto è il tessuto economico più spiccata è la tendenza a tentare la fortuna. L’andamento è in continua e sempre più ripida salita.

Com’era prevedibile c’è una regione che spicca sulle altre per incidenza sul reddito pro capite ed è la povera e popolosa Campania che però, in termini assoluti, si colloca al terzo posto dietro la Lombardia e il Lazio dove c’è una maggiore disponibilità e un uso più confidente dei Casinò se non altro per ragioni geografiche.

L’aspetto più inquietante (ma c’era da aspettarselo) è che negli anni della crisi i giocatori hanno sestuplicato le puntate o sono aumentati talmente tanto di numero da conferire alla realtà le dimensioni attuali. Segno evidente che disperazione e fatalismo vanno spesso a braccetto. Per qualche ora si è tutti potenziali milionari.

Sui risvolti educativi e anche economici dell’offerta governativa, tesa a raccogliere risorse per l’Erario, le polemiche si sprecano. Anche perché il risparmio così incanalato non fornisce alcun apporto alla creazione di ricchezza e non serve a combattere la povertà. Senza parlare dei casi di dipendenza che può generare.

C’è poi il capitolo non scritto dell’attività illegale o semplicemente sommersa che sta ricevendo una particolare spinta dal web dov’è praticamente impossibile esercitare il controllo e dove più facilmente s’infiltra la criminalità organizzata attirata da facili e abbondanti guadagni. Giovani e donne cadono più di frequente nella rete.

È del tutto evidente che a nulla valgono i pistolotti morali che si potrebbero dedicare all’argomento perché qualsiasi vuoto va riempito ed è fin troppo evidente che la voragine lasciata aperta nel paese in termini di opportunità di lavoro e speranza di un futuro migliore è così grande da poter inghiottire slot machine e tanto altro.

Il problema è che in questo caso anche sognare costa.