n63

Log in
NEWS
Napoli, genitori dei trapiantati cuore su tetto Monaldi Il premier Gentiloni con i lavoratori del Pastificio Rummo: Un esempio per il Sud e per tutto il Paese Napoli, è allarme per la movida violenta Maurizio Sarri vince il premio "Enzo Bearzot" Accattonaggio: un esercito di minori all’angolo delle strade Istituto studi filosofici, l'appello del figlio del fondatore Marotta ai giovani: Salvatelo (VIDEO) Lavoro, Centri per l' Impiego aperti sabato 29 aprile Gentiloni nel Sannio: Il lavoro una priorità ossessiva, preoccupazione per Alitalia “Storie di Napoli. Nei vicoli del tempo”, il nuovo libro. 30 ragazzi innamorati di Napoli raccontano la città con storie Pd, il governatore De Luca: Voto Renzi ma il programma cambi Tv, i 50 anni di Telenapoli, la prima emittente via cavo in Italia Gentiloni nel Sannio: Anche al Sud si può fare impresa di qualità Consulenti del Lavoro, domani al via a Napoli il 9° congresso nazionale Gentiloni nel Sannio, Scudieri (Adler): Proseguiamo sulla strada dell’innovazione Gentiloni nel Sannio, il sindaco di Airola: Data storica Unicredit, accordo con Cdp per le popolazioni colpite da eventi calamitosi Pagamenti, imprese campane in difficoltà: una su quattro paga alla scadenza Ict Skills Lab, parte la sfida del lavoro 4.0 3 cose da sapere per farti amico il Fisco! Fs, con Busitalia Fast nuovo servizio su gomma in 15 regioni "Totò che tragedia!" al Trianon tra amori e rivista Pmi, fallimenti ancora in calo: Campania terza per attività chiuse nel 2017 Lavoro, disoccupati protestano nella cattedrale di Napoli: chiedono la mediazione di Sepe Curia, Sepe: Chiesi al Papa di non nominarmi vescovo nel giorno del pesce d'aprile Gentiloni nel Sannio, terminata la tappa alla Adler: visita al Pastificio Rummo H&M, per Business of Fashion è tra i migliori datori di lavoro nella moda Case Museo vs Grandi Strutture la partita dell'emozione Industria, da Napoli parte la sfida della Confederazione Italiana per lo Sviluppo Economico Ipertensione e malattie cardiovascolari: esperti internazionali in congresso a Napoli Gruppo VeGè fa il bis: piattaforma e-commerce anche per Isa Riccardo Dalisi a Pompei, in Floridiana le suggestioni del mondo antico Lavoro, alleanze delle abilità: i progetti entro il 2 maggio Blind Vision, il mondo "percepito" di Annalaura di Luggo Arte e cultura, con Lottomatica stage per 50 giovani talenti Nusco apre le porte alla sicurezza

kimbo shop ildenaro 016

Mission possible, rinnovare imprese e sistema

Un fondo raccolto tra gli associati per venire in soccorso delle imprese colpite dal terremoto iscritte a Confindustria e la duplice richiesta al governo di destinare l’8 per mille alla ricostruzione e di portare al 100 per cento l’art bonus per le aree disastrate sono i tre impegni assunti dal presidente Vincenzo Boccia durante la presentazione dell’ultimo rapporto del Centro studi.

Un rapporto a luci e ombre, come siamo ormai abituati da tempo, perché se continua a collocare l’Italia al secondo posto in Europa e al settimo nel mondo per valore aggiunto – confermando che siamo ancora un grande paese industriale – presenta anche un’ampia e problematica fascia d’imprese che arrancano e rischiano di non farcela a superare la crisi.

Queste imprese, nell’impostazione di Boccia, devono imparare ad assumere i comportamenti del gruppo di testa che quota il venti per cento del totale nazionale e avendo imboccato per tempo la strada dell’innovazione si trovano oggi a competere ad armi pari con i concorrenti di tutto il mondo consolidando le loro posizioni forti di un brand d’origine come il Made in Italy.

La grande opportunità che ora si presenta al corpo dilatato e infermo delle aziende intermedie, quelle che non sprizzano di salute ma non hanno nemmeno alcuna intenzione di morire, è che oggi può disporre di un’ampia e affilata gamma di strumenti – super ammortamenti, iper ammortamenti, Invitalia - che possono metterlo in condizione di guarire presto e bene.

Mai come in questo periodo non esistono settori che vincono e settori che perdono – afferma il presidente di Confindustria – ma imprese che vanno bene e imprese che vanno male. Il che significa, spiega, che si può guadagnare in comparti tradizionali e perdere in quelli avanzati e tecnologico. La qualità dell’imprenditore e dei suoi collaboratori farà la differenza.

I ministri Carlo Calenda e Pier Carlo Padoan, allo Sviluppo economico e all’Economia, fanno sapere che dopo aver predisposto il pacchetto di Industria 4.0, studiato proprio per sostenere e spingere in avanti le imprese desiderose d’investire, il governo ha in serbo di triplicare i programmi lanciando P.a. 4.0 e Lavoro 4.0 con lo stesso spirito di rinnovamento del sistema.

L’obiettivo è creare in Italia un fortissimo spirito di condivisione (da non confondere con concertazione) per affrontare un contesto internazionale che Calenda descrive molto difficile e minaccioso. Padoan assicura che si farà di tutto per non lasciare indietro nessun pezzo del Paese nonostante l’immagine più volte riflessa di un’economia che si è fratturata.

Tutti alla meta o, meglio, alla meta tutti quelli che mostrano di avere voglia ed energia da spendere nelle proprie aziende con l’obiettivo di migliorare la leva strategica della produttività, è la missione della nuova Confindustria per la quale l’imperativo categorico della crescita non è fine a se stesso ma serve a combattere l’eccessiva disuguaglianza e la povertà.