Log in
NEWS
Bagnoli, nuova convocazione per la Cabina di regia: riunione il 4 agosto Torre Annunziata, nominata la nuova Giunta: vicesindaco Gaetano Veltro San Giovanni Bosco, nuova denuncia dei Verdi: pronto soccorso infestato dalle blatte Nuovo look per il Teatro Bracco: cult della tradizione e pièce nazionali Tra siccità e rete "colabrodo": la mappa dell'emergenza idrica in Campania Federterme, vertice a Roma per il rilancio di Castellamare di Stabia Camera di Commercio di Salerno, presentato il piano Trasparenza e Anticorruzione Ctp, via libera a ricapitalizzazione da 12 mln Alberghi, record di strutture all'asta. In Campania sono 13 Credito alle Pmi, Liverini: Benevento tra le prime provincie in Italia Bagnoli, la cabina di regia potrebbe slittare ad agosto Trenitalia lancia la card per visitare i musei Project managment, 5mila € alle migliori tesi di laurea Trasporti, Di Scala convoca in Commissione regionale le Compagnie di navigazione Umberto Vitiello nuovo presidente del Gruppo Giovani Acen Alberghi all'asta: impennata al Nord, in Campania cessioni dimezzate Giovani ricercatori, premi fino a 10mila € Opere incompiute, sprint della Campania Cise, battesimo ufficiale. Campania è Hub dello sviluppo Accordi di programma, domani la firma tra Governo e Campania Consiglio regionale approva documento di bilancio Confindustria, nasce “Campania digital Innovation Hub" Medici, c'è tempo fino al 28 luglio per recuperare Irap non dovuta Musica popolare, torna a Vallo della Lucania FestMed Imprese, +36 mila tra aprile e giugno: il bilancio migliore in Campania (+5.807) Ravello Festival, gran finale della danza con Les Italiens de l’Opéra de Paris Cartoniadi Isole Minori, domande entro il 31 luglio: in palio 15mila euro Italia-Usa, il 23 settembre Gala della Camera di commercio di Chicago Spesa pubblica pro-capite: primato alla Valle d'Aosta, Campania nelle ultime posizioni Klasse14, orologi made in Naples per il mercato giapponese Oasi Astroni, 60% dell'area distrutta da fiamme In consiglio regionale via libera a Ddl Semplificazione Caserta, appalti truccati all'ospedale Sant'Anna: 7 arresti Johnny Take Uè, così la pizza che si inforna nel container "Scatta l'impresa": via al contest per promuovere il microcredito

kimbo shop ildenaro 016

Mission possible, rinnovare imprese e sistema

Un fondo raccolto tra gli associati per venire in soccorso delle imprese colpite dal terremoto iscritte a Confindustria e la duplice richiesta al governo di destinare l’8 per mille alla ricostruzione e di portare al 100 per cento l’art bonus per le aree disastrate sono i tre impegni assunti dal presidente Vincenzo Boccia durante la presentazione dell’ultimo rapporto del Centro studi.

Un rapporto a luci e ombre, come siamo ormai abituati da tempo, perché se continua a collocare l’Italia al secondo posto in Europa e al settimo nel mondo per valore aggiunto – confermando che siamo ancora un grande paese industriale – presenta anche un’ampia e problematica fascia d’imprese che arrancano e rischiano di non farcela a superare la crisi.

Queste imprese, nell’impostazione di Boccia, devono imparare ad assumere i comportamenti del gruppo di testa che quota il venti per cento del totale nazionale e avendo imboccato per tempo la strada dell’innovazione si trovano oggi a competere ad armi pari con i concorrenti di tutto il mondo consolidando le loro posizioni forti di un brand d’origine come il Made in Italy.

La grande opportunità che ora si presenta al corpo dilatato e infermo delle aziende intermedie, quelle che non sprizzano di salute ma non hanno nemmeno alcuna intenzione di morire, è che oggi può disporre di un’ampia e affilata gamma di strumenti – super ammortamenti, iper ammortamenti, Invitalia - che possono metterlo in condizione di guarire presto e bene.

Mai come in questo periodo non esistono settori che vincono e settori che perdono – afferma il presidente di Confindustria – ma imprese che vanno bene e imprese che vanno male. Il che significa, spiega, che si può guadagnare in comparti tradizionali e perdere in quelli avanzati e tecnologico. La qualità dell’imprenditore e dei suoi collaboratori farà la differenza.

I ministri Carlo Calenda e Pier Carlo Padoan, allo Sviluppo economico e all’Economia, fanno sapere che dopo aver predisposto il pacchetto di Industria 4.0, studiato proprio per sostenere e spingere in avanti le imprese desiderose d’investire, il governo ha in serbo di triplicare i programmi lanciando P.a. 4.0 e Lavoro 4.0 con lo stesso spirito di rinnovamento del sistema.

L’obiettivo è creare in Italia un fortissimo spirito di condivisione (da non confondere con concertazione) per affrontare un contesto internazionale che Calenda descrive molto difficile e minaccioso. Padoan assicura che si farà di tutto per non lasciare indietro nessun pezzo del Paese nonostante l’immagine più volte riflessa di un’economia che si è fratturata.

Tutti alla meta o, meglio, alla meta tutti quelli che mostrano di avere voglia ed energia da spendere nelle proprie aziende con l’obiettivo di migliorare la leva strategica della produttività, è la missione della nuova Confindustria per la quale l’imperativo categorico della crescita non è fine a se stesso ma serve a combattere l’eccessiva disuguaglianza e la povertà.