Log in
NEWS
Bagnoli, nuova convocazione per la Cabina di regia: riunione il 4 agosto Torre Annunziata, nominata la nuova Giunta: vicesindaco Gaetano Veltro San Giovanni Bosco, nuova denuncia dei Verdi: pronto soccorso infestato dalle blatte Nuovo look per il Teatro Bracco: cult della tradizione e pièce nazionali Tra siccità e rete "colabrodo": la mappa dell'emergenza idrica in Campania Federterme, vertice a Roma per il rilancio di Castellamare di Stabia Camera di Commercio di Salerno, presentato il piano Trasparenza e Anticorruzione Ctp, via libera a ricapitalizzazione da 12 mln Alberghi, record di strutture all'asta. In Campania sono 13 Credito alle Pmi, Liverini: Benevento tra le prime provincie in Italia Bagnoli, la cabina di regia potrebbe slittare ad agosto Trenitalia lancia la card per visitare i musei Project managment, 5mila € alle migliori tesi di laurea Trasporti, Di Scala convoca in Commissione regionale le Compagnie di navigazione Umberto Vitiello nuovo presidente del Gruppo Giovani Acen Alberghi all'asta: impennata al Nord, in Campania cessioni dimezzate Giovani ricercatori, premi fino a 10mila € Opere incompiute, sprint della Campania Cise, battesimo ufficiale. Campania è Hub dello sviluppo Accordi di programma, domani la firma tra Governo e Campania Consiglio regionale approva documento di bilancio Confindustria, nasce “Campania digital Innovation Hub" Medici, c'è tempo fino al 28 luglio per recuperare Irap non dovuta Musica popolare, torna a Vallo della Lucania FestMed Imprese, +36 mila tra aprile e giugno: il bilancio migliore in Campania (+5.807) Ravello Festival, gran finale della danza con Les Italiens de l’Opéra de Paris Cartoniadi Isole Minori, domande entro il 31 luglio: in palio 15mila euro Italia-Usa, il 23 settembre Gala della Camera di commercio di Chicago Spesa pubblica pro-capite: primato alla Valle d'Aosta, Campania nelle ultime posizioni Klasse14, orologi made in Naples per il mercato giapponese Oasi Astroni, 60% dell'area distrutta da fiamme In consiglio regionale via libera a Ddl Semplificazione Caserta, appalti truccati all'ospedale Sant'Anna: 7 arresti Johnny Take Uè, così la pizza che si inforna nel container "Scatta l'impresa": via al contest per promuovere il microcredito

kimbo shop ildenaro 016

Il convegno di Capri, così uguale così diverso

Il convegno annuale dei Giovani imprenditori a Capri (in programma venerdì e sabato 21 e 22 ottobre) produce sempre un’emozione per chi, come chi scrive, lo ha visto nascere e crescere potendo misurare la gran parte dei propri anni professionali su quelli della manifestazione.

Certo, i tempi cambiano e sarebbe strano e pericoloso che non lo facessero. La formula che trent’anni fa appariva moderna ed era innovativa oggi non lo è più e tutte le sere su più canali possiamo assistere al confronto e allo scontro dei personaggi che ritroviamo nel teatrino del Quisisana. Ma a Capri è un’altra cosa.

C’è un’attesa, una voglia, un’intenzione che rende tutto più eccitante. Poi c’è il bagno di folla, l’incontro con amici e colleghi che magari non vedevi esattamente da un anno. L’occasione per registrare le novità che non vanno sui social, per vedere di faccia l’interlocutore anche quotidiano delle email di lavoro, per osservare come e quanto il passare del tempo cambia le persone.

Poi vengono i contenuti. Che giungevano e giungono, dopo qualche cambiamento procedurale, nel pieno della discussione che prepara la legge che torna a chiamarsi di Bilancio. È vero che le decisioni importanti sono quasi tutte prese e che i vincoli imposti dall’Europa riducono di molto le capacità di manovra dei governi ma un sano faccia a faccia produce ancora i suoi effetti e se ben fatto può aiutare a capire.

Infine ci sono i protagonisti dell’evento, i giovani industriali, che cambiano di nome ma non di spirito come se incarnassero un ideale di partecipazione e comportamento che li contraddistingue e li fa riconoscere nonostante il rumore che li circonda.

Insomma, il convegno di Capri è un rito con i suoi pregi e i suoi difetti e i primi di gran lunga superiori ai secondi. E non fa niente se il percorso per arrivare alla meta è pieno di litigi, incomprensioni, piccole e grandi cattiverie, perché di questa pasta è fatta l’esistenza umana e bisogna imparare a trattarla.

Le tecniche si acquisiscono con lo studio e poi ci sono fior di professionisti che possono aiutare all’occorrenza. Quello che non si può delegare, ciò che distingue un imprenditore da qualsiasi altro lavoratore, è la lettura del futuro con sufficiente anticipo sui concorrenti, la voglia di rischiare, la capacità di gestire situazioni complesse.

Per tutto questo le associazioni sono una palestra insostituibile. E i momenti di aggregazione sono snodi di un percorso di apprendimento al tempo stesso duro e giocoso nel difficile e fondamentale compito di costruire una personalità.