n63

Log in
NEWS
Matilda Cuomo e la formula magica del Mentoring Matilda Cuomo premia Boccia alla Camera di Commercio di Salerno Nei guai amministratore di società che trasporta dializzati Mostre, Pina Gagliardi a Capri dal 3 giugno Confindustria, Benevento Calcio tra le 10 imprese neoassociate citate da Boccia Mann, lettera degli intellettuali: Sentenza crea danno incalcolabile Napoli, il presidente della Commissione Trasparenza Palmieri: Rischio default Ex Isochimica, teste in aula: Amianto smontato anche in stazione Premio Morante Ragazzi, Floris super-vincitore Medicina, il ministro Fedeli a Salerno: Decreti per le scuole di specializzazione entro luglio Federico II, premi e concerti per compleanno dell'università Regione, si insedia Osservatorio su mercato del lavoro Crisi Anm e Ctp, De Luca scarica il Comune di Napoli Ga.Fi., nuova sede in Calabria Universiadi, Fi: Villaggio atleti su navi, cala il sipario per Bagnoli Fca, siglata l'intesa con la Regione per il centro ricerche di Pomigliano Napoli, il consiglio approva il rendiconto. Palma: Lascio per un incarico nazionale Camera di Commercio di Napoli, lunedì l'intesa con imprese cilene Salerno, Matilda Cuomo incontra sindaco Napoli e assessore De Luca Dario Scalella nuovo console della Corea del Sud a Napoli Monta la legalità, studenti reporter: domani la presentazione delle videoinchieste Provincia Caserta, scope in mano i dipendenti ripuliscono gli uffici Napoli, Confapi sul caso Bagnoli: Sindaco incoerente, Pmi marginalizzate Migranti, 1004 sbarcati nel porto di Salerno Regione, Bosco: Bandi del Psr importanti per un territorio a vocazione agricola Industree Communication Hub, arriva il Digital Advertising Remix Anche per i beni culturali chi si ferma è perduto Orizzonti di pace Wine&Thecity 2017, chiusura con danze e luci su Palazzo San Giacomo Sapa, workshop a Torino: fatturato da 130 mln, occhio a sicurezza e ambiente Contratti di Sviluppo, intesa da 325 milioni di euro Regione, Alfieri: Psr, entro l'estate bandi per 245 milioni di euro Kinder porta a Napoli il progetto S3 Volley Studio choc del Pascale: Chi non ha i soldi muore più facilmente di tumore dilizia non residenziale, affari d'oro in Campania nel 2016

kimbo shop ildenaro 016

Napoli, il corpo della speranza

L’accademia della Apple che apre a Napoli e il call center di Almaviva che invece chiude sono due facce della stessa città che passa con disinvoltura e spesso con indifferenza dalle stelle alle stalle quasi disdegnando di fermarsi a un livello di serena normalità.

Qui più che altrove la media è una truffa, una dimensione che si ritrova solo nelle statistiche ma non esiste nella realtà se non per pochissimi ed occasionali casi pronti a modificarsi nel momento stesso della loro osservazione. Insomma, una perenne rappresentazione di Miseria e Nobiltà.

A Napoli, città universale e dotata di un’anima, unica al mondo per avere un patrono che offre periodiche prove di esistenza come fa San Gennaro, si può trascorrere la più bella giornata della vita come si può vivere il peggior incubo metropolitano. Inferno e Paradiso, non scopriamo nulla di nuovo.

Il punto è capire se un andamento di questo tipo, un’altalena in moto perpetuo e dall’escursione sempre più ampia, possa essere compatibile con i capricci della Modernità che in ogni epoca mostra le specifiche qualità da rispettare se si vuole essere invitati a farne parte.

È compatibile, dunque, il frenetico saliscendi della vita partenopea con la richiesta comprensione e riconoscibilità avanzata dagli investitori internazionali per farsi convincere a puntare i propri soldi? Rassicura o spaventa il movimento elevato a sistema?

La teoria della comunicazione insegna che nulla allontana più di un andamento intermittente. L’impossibilità di anticipare una tendenza, di decifrare per tempo la direzione e il verso di un comportamento, di intravedere la fine di un percorso accidentato, genera spavento.

E poiché anche il male ha i suoi numerosi estimatori, ecco che si moltiplicano i casi di morbosa attenzione da parte di chi trova eccitante o mediaticamente efficace puntare una fiche sul territorio di gomorra pronto a salutare non appena le condizioni dovessero degenerare.

D’altra parte se nemmeno le istituzioni credono davvero valga la pena impegnarsi per il risanamento e il rilancio di Bagnoli, la rigenerazione dell’area est dove privati cittadini hanno pronti miliardi da mettere sul campo, il recupero del centro storico, non possiamo meravigliarci di nulla.

Viviamo in sospensione senza eccitarci troppo per le buone notizie ed evitando di farci abbattere da quelle brutte, tanto tutto vale lo spazio di un mattino. Le inaugurazioni sono buone ragioni per far festa ma ad avere la meglio è il senso di precarietà che le accompagna.

La città gassosa ha preso il sopravvento su quella solida dopo un passaggio veloce nella dimensione liquida. E di aria sono fatte tante e troppe dichiarazioni che non hanno nulla di concreto su cui poggiare confondendo i desideri con una realtà che spesso si vendica.

I giovani che vanno sono quasi più di quelli che restano e, nonostante tutto, c’è chi continua a credere in un futuro di riscatto e per quello si batte al di là di ogni

ragionevole aspettativa di vederlo maturare. Dopo tutto resta attraente il corpo della speranza.