Log in
NEWS
Canada, Calenda: Con l'accordo Ceta vantaggi per Pmi e cittadini europei Interporto Sud Europa, confronto tra aziende di logistica e Its: si punta sulla formazione Welfare, via al riparto del fondo sociale 2017: più di 28 mln alla Campania Agroalimentare, De Luca inaugura la Scuola del Gusto a Torrecuso Eav, da ottobre secondo agente sui bus a Bacoli e Castellammare Napoli, Palladino al sindaco: Rom, belle parole ma seguano i fatti L'ambasciatore algerino invita le aziende campane al Forum di Pescara L'Ambasciata italiana e i festeggiamenti di San Gennaro negli Usa Palumbo Group, Isa Yachts vende il nuovo superyacht di 65 metri Energie per l'Italia, parte il tour campano. Parisi: Pronta la squadra Criminalità, Gabrielli: Profondo senso di insicurezza sociale nel Paese Formazione manager, prosegue il corso in Campania Cultura, dal Mibact 132 mln per i Grandi progetti: fondi a Capodimonte, Reggia di Caserta e Catacombe di Napoli Napoli, da capitale morale a nobile fiaba San Giorgio a Cremano, i ritratti di Noschese e Troisi sui muri della Stazione Circum Allerta attentati, made in Campania l'app per gestire le operazioni di soccorso Prosciutto di Parma, in Giappone tutela per il marchio: è la prima volta di un prodotto straniero Gruppo Trevi, nuove commesse all'estero per 75 mln dollari Fondazione con il Sud, Nuove Generazioni: in arrivo il bando da 60 milioni E-Distribuzione, a Secondigliano componenti hi-tech per la rete Fincantieri, appello al Governo della Fim Cisl: Si salvaguardi l'industria italiana Mehta al San Carlo con "Fidelio", Bergamasco sul palco Lavoro, Inps: nei primi 7 mesi assunzioni stabili giù del 4,6% Porto Marina d'Arechi, a Genova con numeri record: +22%. Gallozzi: Avanti così Ciclofficina solidale, in bici alla scoperta dell'Oasi di Frassineto Test di Architettura al Politecnico di Milano, dall'Università della Campania record di candidati idonei Un esoscheletro in 3D al posto del gesso: il Santobono di Napoli fra i vincitori dell'Innova S@lute 2017 Almaviva Napoli, elezioni delle Rsu: la Cgil conquista la maggioranza La periferia di Napoli su "Le Monde": Scampia lontana dai cliché mafiosi Mdp, dal 27 settembre a Napoli la prima festa: è dedicata al lavoro Sepe alla messa per San Matteo, patrono della Guardia di Finanza Porto Marina d'Arechi, Boccia ospite dello stand al Salone Nautico di Genova "Veleno", a Casal di Principe la presentazione del film sulla vera storia della Terra dei Fuochi Olio Dante partecipa all'Atelier della Salute per promuovere uno stile di vita sano Alessandro Paola nuovo comandante dei Vigili del Fuoco di Livorno

kimbo shop ildenaro 016

Napoli, il corpo della speranza

L’accademia della Apple che apre a Napoli e il call center di Almaviva che invece chiude sono due facce della stessa città che passa con disinvoltura e spesso con indifferenza dalle stelle alle stalle quasi disdegnando di fermarsi a un livello di serena normalità.

Qui più che altrove la media è una truffa, una dimensione che si ritrova solo nelle statistiche ma non esiste nella realtà se non per pochissimi ed occasionali casi pronti a modificarsi nel momento stesso della loro osservazione. Insomma, una perenne rappresentazione di Miseria e Nobiltà.

A Napoli, città universale e dotata di un’anima, unica al mondo per avere un patrono che offre periodiche prove di esistenza come fa San Gennaro, si può trascorrere la più bella giornata della vita come si può vivere il peggior incubo metropolitano. Inferno e Paradiso, non scopriamo nulla di nuovo.

Il punto è capire se un andamento di questo tipo, un’altalena in moto perpetuo e dall’escursione sempre più ampia, possa essere compatibile con i capricci della Modernità che in ogni epoca mostra le specifiche qualità da rispettare se si vuole essere invitati a farne parte.

È compatibile, dunque, il frenetico saliscendi della vita partenopea con la richiesta comprensione e riconoscibilità avanzata dagli investitori internazionali per farsi convincere a puntare i propri soldi? Rassicura o spaventa il movimento elevato a sistema?

La teoria della comunicazione insegna che nulla allontana più di un andamento intermittente. L’impossibilità di anticipare una tendenza, di decifrare per tempo la direzione e il verso di un comportamento, di intravedere la fine di un percorso accidentato, genera spavento.

E poiché anche il male ha i suoi numerosi estimatori, ecco che si moltiplicano i casi di morbosa attenzione da parte di chi trova eccitante o mediaticamente efficace puntare una fiche sul territorio di gomorra pronto a salutare non appena le condizioni dovessero degenerare.

D’altra parte se nemmeno le istituzioni credono davvero valga la pena impegnarsi per il risanamento e il rilancio di Bagnoli, la rigenerazione dell’area est dove privati cittadini hanno pronti miliardi da mettere sul campo, il recupero del centro storico, non possiamo meravigliarci di nulla.

Viviamo in sospensione senza eccitarci troppo per le buone notizie ed evitando di farci abbattere da quelle brutte, tanto tutto vale lo spazio di un mattino. Le inaugurazioni sono buone ragioni per far festa ma ad avere la meglio è il senso di precarietà che le accompagna.

La città gassosa ha preso il sopravvento su quella solida dopo un passaggio veloce nella dimensione liquida. E di aria sono fatte tante e troppe dichiarazioni che non hanno nulla di concreto su cui poggiare confondendo i desideri con una realtà che spesso si vendica.

I giovani che vanno sono quasi più di quelli che restano e, nonostante tutto, c’è chi continua a credere in un futuro di riscatto e per quello si batte al di là di ogni

ragionevole aspettativa di vederlo maturare. Dopo tutto resta attraente il corpo della speranza.