n63

Log in
NEWS
Borsa mediterranea del Turismo, folla allo stand Blu Hotels per i calciatori del Napoli Confindustria Benevento, il 31 incontro con gli iscritti a San Marco dei Cavoti Mdp, sabato 1° aprile a Napoli la prima assemblea nazionale dei comitati promotori Fondi Ue, De Luca: Rendicontato il 104% del ciclo 2007-2013 Napoli, Bilancio 2017-2019: confermate le tariffe per rifiuti, Imu e Tasi Amministratori professionisti, la sicurezza in condominio: confronto tra categorie Ragazzi incattiviti: la legge del bullismo Credito delle Pmi, 225 mln ai Confidi: domande dal 2 maggio Afragola, sì ai progetti di riqualificazione nei quartieri dellarea Tav Cinema, Ozpetek a Napoli per il nuovo film: incontro col sindaco Mdp, Rostan: Oggi nasce sede a Ponticelli Agroalimentare, Coldiretti: Mozzarella primo formaggio dop del Sud Srm, Bioeconomia opportunità per il territorio: ecco il rapporto Mozzarella di bufala campana, filiera da 300 milioni: va all'estero il 30% della produzione Msc Crociere, a bordo arriva il dining flessibile con pacchetti "food" Lavoro, crescono le assunzioni a tempo: in calo il posto fisso Banco di Napoli, Guido: 6,5 mld di finanziamenti al Sud nel 2016 Bio-economia, Barracco (Banco di Napoli): Occasione per investire al Sud Regione Campania, alle 16 si vota la fiducia al Collegato Vino italiano negli Usa, il futuro passa per i consumatori Millennials Volla, via alla riqualificazione delle aree verdi Napoli, Tar dà ragione al Comune su regolamento sale giochi Ospedale di Agropoli, attivato Pronto Soccorso Dall'accademia alla corsia: via al progetto della Federico II Aeroporto di Napoli, sold out per il primo volo diretto a Sharm Pd, Commissione alle prese con i ricorsi a Napoli: pressing romano Anm, navetta per giornate Fai a Villa Rosebery Mostre, al via "Napoli Svelata" tra sacralità ed esoterismo Pon Legalità, 377 milioni per 5 Regioni del Sud Riforma sanitaria Usa, slitta ad oggi il voto del Congresso Thermofrigor Sud, la società napoletana realizzerà il cuore del supertelescopio E-Elt Risparmio e investimenti, come valutare i Titoli di Stato? Giovani Imprenditori campani, eletto Francesco Giuseppe Palumbo Rivedere tutta la questione libica Le università del terzo millennio per i costruttori del domani

kimbo shop ildenaro 016

Napoli, il corpo della speranza

L’accademia della Apple che apre a Napoli e il call center di Almaviva che invece chiude sono due facce della stessa città che passa con disinvoltura e spesso con indifferenza dalle stelle alle stalle quasi disdegnando di fermarsi a un livello di serena normalità.

Qui più che altrove la media è una truffa, una dimensione che si ritrova solo nelle statistiche ma non esiste nella realtà se non per pochissimi ed occasionali casi pronti a modificarsi nel momento stesso della loro osservazione. Insomma, una perenne rappresentazione di Miseria e Nobiltà.

A Napoli, città universale e dotata di un’anima, unica al mondo per avere un patrono che offre periodiche prove di esistenza come fa San Gennaro, si può trascorrere la più bella giornata della vita come si può vivere il peggior incubo metropolitano. Inferno e Paradiso, non scopriamo nulla di nuovo.

Il punto è capire se un andamento di questo tipo, un’altalena in moto perpetuo e dall’escursione sempre più ampia, possa essere compatibile con i capricci della Modernità che in ogni epoca mostra le specifiche qualità da rispettare se si vuole essere invitati a farne parte.

È compatibile, dunque, il frenetico saliscendi della vita partenopea con la richiesta comprensione e riconoscibilità avanzata dagli investitori internazionali per farsi convincere a puntare i propri soldi? Rassicura o spaventa il movimento elevato a sistema?

La teoria della comunicazione insegna che nulla allontana più di un andamento intermittente. L’impossibilità di anticipare una tendenza, di decifrare per tempo la direzione e il verso di un comportamento, di intravedere la fine di un percorso accidentato, genera spavento.

E poiché anche il male ha i suoi numerosi estimatori, ecco che si moltiplicano i casi di morbosa attenzione da parte di chi trova eccitante o mediaticamente efficace puntare una fiche sul territorio di gomorra pronto a salutare non appena le condizioni dovessero degenerare.

D’altra parte se nemmeno le istituzioni credono davvero valga la pena impegnarsi per il risanamento e il rilancio di Bagnoli, la rigenerazione dell’area est dove privati cittadini hanno pronti miliardi da mettere sul campo, il recupero del centro storico, non possiamo meravigliarci di nulla.

Viviamo in sospensione senza eccitarci troppo per le buone notizie ed evitando di farci abbattere da quelle brutte, tanto tutto vale lo spazio di un mattino. Le inaugurazioni sono buone ragioni per far festa ma ad avere la meglio è il senso di precarietà che le accompagna.

La città gassosa ha preso il sopravvento su quella solida dopo un passaggio veloce nella dimensione liquida. E di aria sono fatte tante e troppe dichiarazioni che non hanno nulla di concreto su cui poggiare confondendo i desideri con una realtà che spesso si vendica.

I giovani che vanno sono quasi più di quelli che restano e, nonostante tutto, c’è chi continua a credere in un futuro di riscatto e per quello si batte al di là di ogni

ragionevole aspettativa di vederlo maturare. Dopo tutto resta attraente il corpo della speranza.