Log in
NEWS
Regione, sostegno a investimenti nelle aziende agricole, Coldiretti chiede la proroga Cisl, Furlan: Oggi per la Campania scriviamo un nuovo libro Natale, Sos Confcommercio: rischio Napoli a luci spente Capodichino, cancellati 9 voli per la nebbia Regione, Cesaro (Fi): su Sma Bonavitacola assente, lavoratori a rischio 24Finance, acquisita Miafin M5S, consiglieri regionali si tagliano stipendi e donano attrezzature al Loreto Mare Doriana Buonavita eletta nuovo segretario della Cisl Campania Alis, Grimaldi: Realtà ormai riconosciuta a livello internazionale Unicredit, tour Champions League a Napoli: c'è anche Zola Blunauta inaugura una nuova boutique a Napoli Qatar, contratto da 9 mln di euro alla 3Ti Progetti per la Metro di Doha Clp, addetti sul piede di guerra: Nessun pagamento da settembre Atradius, studio su export e mercati di Asia e Pacifico: fatture pagate sempre in ritardo Ddl Falanga su sanatoria degli abusi edilizi in Campania torna alla Camera. Barricate del Wwf Groupon: I campani che vanno fuori a cena preferiscono le cucine giapponese e spagnola "Con gli occhi di Mario", al Maschio Angioino mostra fotografica dedicata a Berlinguer VelAccessibile, al via la campagna di crowdfunding con Meridonare per la velaterapia Inner Wheel, con Rivieccio per sorridere nel segno del sociale Russia-Ucraina, alta tensione Molestie sul lavoro, per combatterle le aziende avviano programmi di formazione Macedonia, da domani a Skopje appuntamento con il format del Giffoni Film Festival Psicologi, ecco la mappa degli iscritti all'Ordine in Campania Società Italiana di Oftalmologia Genetica, da domani il congresso nazionale a Napoli Tasse, indagine Cgia: ogni campano versa allo stato quasi 6mila euro l'anno Antico Setificio di San Leucio, speciale tour gastronomico con le tipicità casertane BabBarattolo, il dolce storico napoletano ora è in formato da viaggio Fca, a Pomigliano raccolta firme per far partire il nuovo piano industriale Libri, a Roma la presentazione della storia di Antonio Tessitore Cesare Moreno vince il Premio Napoli Cultura 2017 Confesercenti Salerno presenta un progetto sulle nuove strategie di vendita per i negozi di vicinato A Grazzanise le celebrazioni per i 50 anni del 9° Stormo dell'Aeronautica Malessere della colonna vertebrale, visite gratuite alla clinica Santa Rita di Avellino Musica, a Portici va in scena School of Rock Letteratura, ad Anacapri l'imprenditore Tonino Cacace rilancia la rassegna "Leggendo un libro insieme a .."

kimbo shop ildenaro 016

Ricercatore napoletano lavora a macchina contro malnutrizione

Realizzare un macchinario in Uganda capace di produrre un alimento per sconfiggere la malnutrizione acuta severa nei paesi in via di sviluppo: è l'obiettivo di Vincenzo Armini, giovane dottorando in Scienze Agrarie e Agroalimentari al Dipartimento di Agraria di Portici (Napoli) dell'Università degli Studi di Napoli 'Federico II'. Per riuscire nell'intento, ieri sera, nel comune vesuviano Armini ha promosso una serata di beneficenza per raccogliere denaro utile alla costruzione dell'impianto a Gulu, una località dell'Uganda del Nord dove già da alcuni anni è stata avviata 'GuluNap' una partnership tra la 'Federico II' e l'università locale. Nei paesi africani i pochi presidi medici non sempre sono raggiungibili da coloro che abitano nei villaggi e che, così, non riescono a curare i casi di malnutrizione ancora molto diffusa tra i bambini. Inoltre, quando si manifestano casi di malnutrizione grave si assiste ad un vero e proprio affollamento nei presidi, con il risultato che diventa difficoltoso prestare cure immediate. Da questa osservazione è nata l'idea di mettere a punto un alimento terapeutico che, reperibile in loco, riesca a raggiungere tutti, anche le popolazioni dei villaggi più lontani. Si tratta di un alimento innovativo composto da soia, sorgo, spirulina maxima un'alga ricca di vitamine e sali minerali, zucchero, olio di girasole, lecitina. ''La vera innovazione'' spiega Armini che ha dato vita all'associazione NutriAfrica ''consiste nel fatto che l'alimento viene prodotto in loco e con ingredienti reperibili in loco''. Il prodotto verrà testato, in una fase iniziale, per verificarne l'efficacia clinica. Adesso, la sfida è raccogliere fondi necessari per la costruzione dell'impianto di produzione dell'alimento. I fondi, occorrono circa 50mila euro, vengono raccolti con serate e aperitivi e attività benefiche. ''In un momento in cui la ricerca è estremamente vincolata a una progettualità abbastanza stringente'' conclude ''l'idea è quella di restituire al popolo la patria potestà relativa al finanziamento delle proposte di innovazione''.