Log in
NEWS
Laboccetta entra in Parlamneto: prende il posto del dimissionario Calabrò Federterme, presentata Consensus Conference: Le terapie termali contro le malattie muscolo-scheletriche Regione, siglata l'intesa col Miur per lo sviluppo delle competenze digitali Golf, al Circolo Volturno il primo Campus Estivo per bambini Festa al Maschio Angioino per salutare il “Libro di luce” Regione, via libera in commissione alla legge "qualità nelle scuole" Musica contemporanea al San Carlo, studenti interpretano De Simone e Fuschetto Forza Italia, De Siano: Al lavoro per gli stati generali del partito Diego Guida nuovo presidente nazionale del gruppo Piccoli Editori Aie Regione, nuovo percorso di Istruzione Tecnica Superiore per il Made in Italy Regione, nasce Artecard Mann-Capodimonte Endocrinologia, Colao (Federico II): Avanti con i farmaci innovativi, potenziare il ruolo del medico Sanità, Campania tra le regione in cui si muore di più per cure tardive o sbagliate Confindustria, il Centro studi rivede le stime: Pil in rialzo a +1,3% nel 2017 Costruttori Salerno, accesso al credito: via libera al protocollo d'intesa con Confidi Chalet Ciro, 20 lavoratori a rischio: sit in al Comune Emergenza sangue in campania: superata la fase critica Innova S@lute2017, al via la call per progetti innovativi Nuove idee d’impresa, 36mila euro per progetti innovativi e startup Sannio, De Girolamo a Delrio: Sua presenza non sia solo per pubblicità Caso Anm, Pd a de Magistris: Fallimento a un passo Asl Napoli 3, centri per disabili annunciano stato di default Telecomunicazioni, nuove assegnazioni di frequenze radio a Napoli Porto, Spirito: Evitare concorrenza interna, più collaborazione Porto, Confcommercio: Chiave dello sviluppo del Mezzogiorno Ospedale di Frattamaggiore accoglie posti letto psichiatria di Giugliano Delrio sulla Napoli-Bari: Grande progetto Siccità, la Campania chiede stato di calamità Musica, al Festival delle Ville Vesuviane omaggio a Pino Daniele Pufin Power, chiesto il sequestro conservativo nei confronti della Memc Munizioni all'uranio in deposito a Napoli. Clamorosa rivelazione di un'ufficiale Manovra finanziaria triennale all'esame del consiglio regionale Imprenditori under 35 del Sud: finanziamenti fino a 40mila euro Caso Rc Auto, FI attacca il Governo Dottorati innovativi al Sud: domande entro il 24 luglio

kimbo shop ildenaro 016

La scuola di Papini e l’arduo passo verso l’edificio dell'ignoranza

 
In questa terza tappa del viaggio, i pochi ribelli del Bazar si misurano con l'ignoranza che si apprende, che è consapevole, genuina, piena di propositi, di motivazione, d’immaginazione, che è creativa. L’ignoranza creativa ha una lunga storia, da Socrate a Sant'Agostino a Niccolò Cusano, che scrissero di ignoranza che si apprende; al filosofo tedesco Fichte che disse che il non conoscere è un viaggio nell'infinito; al riformatore dell'istruzione negli Stati Uniti Dewey, che scrisse quanto è importante l'ignoranza genuina per cambiare l'istruzione. Ai giorni nostri, Hans Magnus Enzensberger, politologo tedesco ha scritto che l'ignoranza creativa viene da gesti di rifiuto delle mappe della conoscenza acquisita, e il professor Stuart Firestein, biologo  della Columbia University, tiene un corso sull’ignoranza, ha scritto un libro dal titolo “Ignoranza” e dice ai suoi studenti, “abbiate la capacità negativa per abitare nel mistero, nello sconosciuto e nell'inesplorato”. In letteratura, scrittori come Sir Arthur Conan Doyle (si veda il suo “Uno studio in rosso”) hanno suggerito di non riempire a dismisura – e, quindi, di svuotare periodicamente – la soffitta della conoscenza.
È arduo il passaggio dall'edificio della conoscenza all'altro dell'ignoranza: ci vogliono le doti di un acrobata tanto esperto quanto sono forti i venti che soffiano contro. Sono i venti della scuola tradizionale e soprattutto in paesi, come il Bazar, di ordini professionali che fissano, come nel Medioevo, regole e standard che impediscono agli ignoranti creativi di tracciare sentieri inediti, estranei alle mappe della conoscenza. E a proposito di scuola tradizionale, è bene richiamare un intellettuale italiano dei primi del '900, Giovanni Papini. Papini intorno agli Anni '10 del '900 scrisse che le scuole non dovevano più avere banchi e cattedre, che bisognava sostituire la lezione con dei laboratori di sperimentazione dove gli studenti, tra di loro e con i docenti, potessero dialogare intorno ai loro studi e alle loro ricerche, fino a dire a un collega, “guarda, io uso la tua idea nel campo in cui tu non la usi, in un campo diverso”. Inizia così un gioco che è nello stesso tempo di cooperazione e di competizione.
I veri Papini hanno avuto un seguito? Sì, ma purtroppo non nel Bazar. Il Presidente della Stanford University ha promosso lezioni e materiali di supporto  gratuiti online. Il campus di Stanford è l’arena del dialogo tra studenti e professori. Mentre noi vogliamo riformare le nostre Università, nei mondi più avanzati le Università vengono ridefinite, non riformate. 
 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.