Log in
NEWS
Tech day Ischia 4.0, tra realta aumentata e Li-Fi startup a confronto sul futuro del turismo Vertenza Ericsson, corsa contro il tempo per evitare 29 licenziamenti Vertenza Ericsson, l'assessore Palmeri all'azienda: Faccia dietrofront sui licenziamenti Pd, l'associazione Campania Domani di David Lebro aderisce al partito Anm, lunedì 2 ottobre stop di 24 ore al trasporto pubblico locale Osterie d’Italia 2018, a Riardo 400 osti a raccolta per la presentazione del volume Marotta nominato commissario di Alternativa Popolare a Salerno Eav, De Gregorio: Altro sciopero che non capisco A Marcianise "Carrefour in piazza" per sostenere iniziative benefiche Asi Caserta ospita il primo corso sulla prevenzione della corruzione Formazione Rsu e Tas, da venerdì via al corso Cisl a Napoli Premio Penisola Sorrentina, riconoscimenti a De Rossi e Branchetti Modelli 3D per testare le terapie antitumorali: ricercatrice campana premiata con l’Erc Starting Grant Ristorazione, in Campania 30mila imprese attive: vincono tradizione e qualità MozArt Box alla Reggia borbonica di Portici: apre Stefano Bollani Giornalisti, in Campania via al premio Ferrara: scadenza prorogata al 2 ottobre Docce fredde e pasti non graditi: protesta dei migranti a Salerno Ex Gepin, Palmeri: Un successo frutto di un grande lavoro di squadra Università Parthenope, a Napoli il Biwaes 2017: confronto sulla sostenibilità ambientale Sant'Antimo, udienza dal Papa per 17 allievi del Pestalozzi e il musicista Salvetti "Agente OO11" al via a Napoli: 5 giovani youtubers in missione per salvare il pianeta Java Academy, Innovaway alla ricerca di 100 tra analisti e programmatori Protom, più del 15% del fatturato 2011-2017 investito in progetti di ricerca Confindustria Salerno, domani la presentazione del programma Elite Regione, De Luca: Immigrati? Non dobbiamo aspettare che muoia qualcuno Media, 48mila imprese in Italia: Napoli terza con 2mila attività Vini italiani in Germania, accordo tra Camera di commercio italo-tedesca e Uiv Napoli: l'opposizione garantisce il numero legale, ricordata Adriana Tocco Abusi edilizi, De Luca propone legge in 5 articoli con carcere e sanzioni Aeffe lancia la nuova etichetta "Birra Margherita" Banca di Credito Popolare, porte aperte a Torre del Greco per la XVI edizione di “Invito a Palazzo” Canottaggio, Cambridge batte Oxford alla Reggia di Caserta "Capri, Hollywood": l'edizione 2017 è dedicata a Liz Taylor Festa della Ricerca: al Pascale porte aperte per una notte La cultura meridionale nel mondo, si presenta a Napoli "American Friends of Capodimonte"

kimbo shop ildenaro 016

Il valore delle nuove imprese e l’innovazione che non decolla

Secondo il premio Nobel per l’Economia, Edmund Phelps, la ripresa di Italia e Francia è al di sotto del suo potenziale perché i giovani non hanno spazio per creare aziende

I decisori politici al governo del Bazar delle Follie sono convinti che l’austerità fiscale sia la madre della stagnazione. Questo punto di vista, assurto alla gloria di verità inconfutabile, è messo in discussione da Edmund Phelps, premio Nobel per l’economia. Lo scorso 19 maggio, in un suo articolo su Project Syndicate, Phelps ha scritto: “Fornire più degli stessi vecchi beni non 'crea la propria domanda', come pensava Keynes. Ciò può avvenire con l'offerta di nuovi beni. Sono gli impedimenti all'adattamento e all'innovazione – non l'austerità fiscale – che causano la nostra stagnazione. È solo un rinnovato dinamismo – non una maggiore irresponsabilità fiscale – che ci dà piena speranza di uscire in modo durevole dalla stagnazione”. La ripresa in corso è sotto il suo potenziale – afferma Phelps – in Italia e Francia, due paesi dove “mancano i giovani che vogliono essere nuovi imprenditori o innovatori, e quei pochi che lo fanno sono impediti dalle imprese incombenti e dagli interessi di parte”. Non la nascita di imprese innovative, bensì la creazione di posti di lavoro è al centro della scena politica nel nostro paese. Il posto di lavoro viene prima dell’impresa. L’innovazione si teme che possa distruggere anziché dare lavoro. E allora è l’investimento pubblico in infrastrutture la formula magica per una ripresa durevole. Funziona l’incantesimo? Anni della Grande Depressione: Stati Uniti, 9 maggio 1939, in un’udienza presso “the House Ways and Means Committee”, Henry Morgenthau, Segretario di Stato al Tesoro, confessava: “Abbiamo cercato di spendere denaro. Ne stiamo spendendo tanto quanto mai nel passato, ma non funziona. Voglio vedere il paese prosperare. Voglio vedere la gente ottenere un lavoro. Voglio vedere la gente ottenere cibo a sufficienza. Non siamo mai stati in grado di mantenere le nostre promesse. Dico che dopo otto anni di questa Amministrazione [n.d.r., quella sotto la presidenza di Franklin Delano Roosevelt] abbiamo tanta disoccupazione quanta all’inizio…E un enorme debito da coprire”. I decisori del Bazar possono fare spallucce a Phelps e Morgenthau. Possono anche trascurare classifiche e giudizi internazionali sull’innovazione e la nuova imprenditorialità. L’Itif (Information Technology & Innovation Foundation) sostiene che il nostro paese non riesce a rafforzare il suo potenziale d’innovazione. La mappa mondiale dell’imprenditorialità per il 2016, disegnata dal Global Entrepreneurship and Development Institute (Gedi), posiziona l’Italia al 48 posto su 132 paesi, di gran lunga preceduta dagli altri grandi dell’Ue. Un quesito resta però sospeso in aria: potrebbe l’interventismo economico dei nostri decisori politici pregiudicare l’adattamento e l’innovazione che accelerano la crescita e fanno salire l’occupazione?

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.