Log in
NEWS
Alla fine è sempre la povera gente, credulona e sprovveduta, a pagare il conto Tech day Ischia 4.0, tra realta aumentata e Li-Fi startup a confronto sul futuro del turismo Vertenza Ericsson, corsa contro il tempo per evitare 29 licenziamenti Vertenza Ericsson, l'assessore Palmeri all'azienda: Faccia dietrofront sui licenziamenti Pd, l'associazione Campania Domani di David Lebro aderisce al partito Anm, lunedì 2 ottobre stop di 24 ore al trasporto pubblico locale Osterie d’Italia 2018, a Riardo 400 osti a raccolta per la presentazione del volume Marotta nominato commissario di Alternativa Popolare a Salerno Eav, De Gregorio: Altro sciopero che non capisco A Marcianise "Carrefour in piazza" per sostenere iniziative benefiche Asi Caserta ospita il primo corso sulla prevenzione della corruzione Formazione Rsu e Tas, da venerdì via al corso Cisl a Napoli Premio Penisola Sorrentina, riconoscimenti a De Rossi e Branchetti Modelli 3D per testare le terapie antitumorali: ricercatrice campana premiata con l’Erc Starting Grant Ristorazione, in Campania 30mila imprese attive: vincono tradizione e qualità MozArt Box alla Reggia borbonica di Portici: apre Stefano Bollani Giornalisti, in Campania via al premio Ferrara: scadenza prorogata al 2 ottobre Docce fredde e pasti non graditi: protesta dei migranti a Salerno Ex Gepin, Palmeri: Un successo frutto di un grande lavoro di squadra Università Parthenope, a Napoli il Biwaes 2017: confronto sulla sostenibilità ambientale Sant'Antimo, udienza dal Papa per 17 allievi del Pestalozzi e il musicista Salvetti "Agente OO11" al via a Napoli: 5 giovani youtubers in missione per salvare il pianeta Java Academy, Innovaway alla ricerca di 100 tra analisti e programmatori Protom, più del 15% del fatturato 2011-2017 investito in progetti di ricerca Confindustria Salerno, domani la presentazione del programma Elite Regione, De Luca: Immigrati? Non dobbiamo aspettare che muoia qualcuno Media, 48mila imprese in Italia: Napoli terza con 2mila attività Vini italiani in Germania, accordo tra Camera di commercio italo-tedesca e Uiv Napoli: l'opposizione garantisce il numero legale, ricordata Adriana Tocco Abusi edilizi, De Luca propone legge in 5 articoli con carcere e sanzioni Aeffe lancia la nuova etichetta "Birra Margherita" Banca di Credito Popolare, porte aperte a Torre del Greco per la XVI edizione di “Invito a Palazzo” Canottaggio, Cambridge batte Oxford alla Reggia di Caserta "Capri, Hollywood": l'edizione 2017 è dedicata a Liz Taylor Festa della Ricerca: al Pascale porte aperte per una notte

kimbo shop ildenaro 016

Cura dei tumori al colon più facile con "Naples prognostic score"

Facilitare cure mirate e maggiormente efficaci per i tumori colo-rettali: sarà possibile grazie a 'Naples prognostic score', un nuovo sistema di valutazione delle neoplasie messo a punto dai ricercatori della Scuola di medicina e chirurgia dell'Università degli Studi della Campania 'Luigi Vanvitelli'. Grazie a una ricerca coordinata da Gennaro Galizia ed Eva Lieto, effettuata su 562 pazienti sottoposti ad intervento chirurgico per neoplasia colorettale al Policlinico Vanvitelli, il team di esperti ha potuto definire un nuovo score prognostico. Lo studio verrà pubblicato sulla rivista statunitense 'Diseases of the Colon & Rectum. I ricercatori napoletani hanno ipotizzato un sistema di valutazione che, utilizzando marker biologici di facile accessibilità, ha portato alla definizione di un nuovo 'scoring system' con notevoli capacità di previsione di cura della patologia. Uno strumento importante - sottolineano - per individuare i pazienti ad alto rischio di recidiva tumorale postoperatoria che possono giovarsi di trattamenti personalizzati. "Lo stato immuno-nutrizionale del paziente - spiega Galizia - può essere valutato con l'ausilio di numerosi marker biologici, le cui caratteristiche devono essere la facile ed economica analizzabilità, la larga diffusione, l'affidabilità, e la significativa correlazione con la progressione della malattia neoplastica. Negli ultimi anni, alcuni di questi marker sono stati combinati in sistemi prognostici a punti nella speranza di poter ottimizzare la stadiazione di molti tumori. I sistemi in uso come il Glasgow score, l'indice nutrizionale prognostico (Pni), il punteggio dello stato nutrizionale (Conut) e, recentemente, l'indice di infiammazione sistemica (Sis), sono stati proposti e analizzati con risultati non completamente soddisfacenti e limitata diffusione internazionale". Il cancro colo-rettale rappresenta il terzo più comune tumore nel mondo, con circa 1,4 milioni di nuovi casi all'anno - ricordano gli specialisti della 'Vanvitelli' - Con una frequenza complessiva del 14%, rappresenta la neoplasia più comune negli italiani, con 546 mila nuovi casi nel 2013 (1 caso ogni 1.096 abitanti), e con 20 mila decessi all'anno. Dopo il tumore del polmone, il cancro colo-rettale è la seconda causa di morte in Italia per tumore maligno. Sempre maggiori prove - concludono - evidenziano che molti tumori, compresi quelli colorettali, dipendono non solo dalle caratteristiche delle cellule tumorali, ma anche dalle condizioni del malato.