Log in
NEWS
Regione, Lepore a Caserta: A breve il via libera al Piano energetico regionale Area Med, dalle crisi nascono nuove opportunità: a Napoli Atenei alleati per sviluppo Gesac, incontro con De Luca: verso la rete integrata degli aeroporti Campagna Nastro Rosa, a Napoli controlli senologici gratuiti Presidio medico di primo soccorso nella Stazione di Napoli Centrale Smartup Optima, via al bando della terza edizione: in palio 5mila euro Anche la Russia ha la sua criptomoneta Banca di Credito Popolare, via libera al piano indistriale 2019-2020 Gruppo Grimaldi, finanziato il restauro di due chiese napoletane Infertilità di coppia: il kit della napoletana KronosDNA riduce tempi e costi della diagnosi Coca-Cola Hbc, giornata di formazione dedicata ai giovani campani Da Salerno a Washington, Giffoni Experience diventa un caso di studio Osservatorio Gei: ripresa in corso, nel 2018 Pil del Mezzogiorno cresce dell'1,1% Bando Donne, 2 milioni al Sud per progetti contro la violenza di genere Graded e Protom entrano nel Programma Elite Costalli (Mcl) al Premio Sepe: Per una vera ripartenza servono politiche chiare e proposte forti Ministero obbliga i genitori ad accompagnare e prelevare i figli a scuola fino ai 14 anni Premio Salernitani Doc, ecco i 35 riconoscimenti assegnati Chiesa, il vescovo di Pozzuoli disconosce i riti "ecumenici" Gruppo Cualbu, via ai lavori di riqualificazione dell'ex Birreria Peroni Capri Startup Competition, vince Carddia: nuova app per la salute Coolsun, made in Italy le vernici innovative per l'isolamento termico Climathon 2017, al via la maratona degli innovatori per rendere le città più green Vini d'Italia del Gambero Rosso, successo per la Campania Digital City: Bruxelles lancia la sfida per città smart Stefano Caldoro: Più fiducia in Ue grazie a Tajani Enel, nuovo Innovation Hub a Mosca Napoli, allarme smog: divieto di circolazione 3 giorni a settimana ma per i Verdi non basta Crediti ex Equitalia, lo Stato vuole svenderli a banche e finanziarie Gaetano Graziano nell'associazione nazionale Direttori di Centri Commerciali Gennaro Capodanno nuovo presidente dell'associazione "Jacopo Sannazaro" Premio Grassi, martedì la premiazione a Salerno Napoli, Caniglia e Gaudini: Dateci la delega alla gestione delle notti di movida Anicav su etichettatura dei derivati del pomodoro: Svolta storica Teatro, al Nuovo di Napoli il debutto de "Le Serve"

kimbo shop ildenaro 016

Cooperazione scientifica nel Mediterraneo, a Napoli si presenta Prima

 'Il più grande e importante programma mai lanciato per l'area del Mediterraneo, sia in termini di investimento economico sia per numero di Nazioni coinvolte'. Così Carlos Moedas, commissario europeo per la ricerca, la scienza e l'innovazione, ha definito PRIMA - Partnership for Research and Innovation in the Mediterranean Area, che ritiene il programma di cooperazione scientifica più importante mai lanciato nel Mediterraneo. PRIMA, che verrà presentato lunedì 24 luglio 2017 al Centro Congressi dell'Università Federico II, mira principalmente a promuovere ricerca di eccellenza, a individuare soluzioni a supporto delle comunità dei consumatori e delle imprese in grado di affrontare le sfide nei settori dell'acqua e delle produzioni alimentari. Con il contributo economico di 19 Paesi e della Comunità Europea, PRIMA lancerà a breve una serie di bandi finalizzati a promuovere la collaborazione tra enti di ricerca, aziende e altri stakeholders per un totale di oltre 500 milioni di Euro. L'interazione sarà basata su principi di condivisione dei benefici : equal footing, co-ownership, common interest, shared benefit. I grandi temi trattati da PRIMA riguardano la gestione delle risorse naturali ed in particolare di quella idrica, la sostenibilità di tutto il sistema agro-alimentare partendo dalla produzione agricola, il valore economico e sociale della catena dell'agri-food nel Mediterraneo. PRIMA sarà anche un programma di riferimento per importanti piani di azione nazionali come quello per la Bioeconomia. Dopo anni di contrattazione, il programma è stato finalmente varato con la recente costituzione della PRIMA Foundation per la gestione delle iniziative progettuali e la nomina a Presidente della stessa del professore Angelo Riccaboni dell'Università di Siena, a conferma del ruolo direttivo e di coordinamento svolto dall'Italia già nella fase di costruzione dell'iniziativa. Il Presidente Riccaboni presenterà il programma PRIMA alla Federico II di Napoli per la prima tappa di un tour del Mediterraneo. All'incontro parteciperanno il Rettore dell'Università degli Studi di Napoli Federico, Gaetano Manfredi, i due delegati CRUI per PRIMA, il professore Francesco Capozzi dell'Università di Bologna e il professore Matteo Lorito dell'Università Federico II, autorità locali, esperti delle problematiche ed opportunità associate allo sviluppo dei Paesi del Mediterraneo, esponenti di Aziende che operano nel campo dell'Agrifood in diversi paesi del bacino. L'obiettivo dell'incontro, che si terrà il 24 luglio al Centro congressi federiciano di via Partenope, 36, alle 14.30, è di contribuire a creare iniziative progettuali nell'ambito di PRIMA forti della partecipazione di ricercatori, aziende, attori della politica sociale, culturale ed economica finalizzata a realizzare partenariati importanti e produttivi. Invece di alzare muri, PRIMA getta ponti tra le diverse sponde del Mediterraneo, costruiti sulla ricerca scientifica applicata alla filiera agroalimentare e la tutela dell'ambiente e delle risorse naturali.