Log in
NEWS
Terzo settore, finanziamenti agevolati: domande dal 7 novembre Startup Booster 2018, nuovo bando per Pmi e spinoff hi-tech Impact Connected Car: fino a 60mila euro a fondo perduto per 60 Pmi Agroalimentare campano in Mostra a Gustus, via al bando per le Pmi: domande entro il 31 ottobre Dai giovani alle imprese: ecco la Manovra del Governo per il Sud Zone economiche speciali, De Vincenti: Campania molto avanti nelle proposte Fondazione Idis, Cgil: Regione assente, salta L'incontro Anm, De Luca: Regione darà 58 mln per i prepensionamenti De Luca su codice Anticorruzione: E' una vergogna Porto di Salerno, Gallozzi: Preoccupati dal blocco delle opere Unione Industriali di Napoli, lunedì la presentazione della partnership con Elite Mediterraneo, Rapporto Srm: crescono i Paesi dell'area Mena, nuove opportunità per le Pmi del Sud Il “guastatore” e l'instabilità del sistema di potere L'importanza di un'Europa unita dall'industria E-Distribuzione porta la rete elettrica hi-tech in provincia di Avellino Carceri, il Garante dei detenuti: In Campania mancano 400 agenti L'apertura culturale dell'innovazione aperta Cpl, convenzioni con Consip per la fornitura di energia a Campania e Lazio Intimissimi sbarca negli Usa: primo store a New York Dario Oropallo rappresentante del Comune nella Fondazione Banco Napoli Confindustria, Boccia: Uniti con i nostri colleghi tedeschi nel chiedere politiche di sviluppo L'ambasciatore giapponese sui piani di Hitachi Rail, interesse crescente per la Campania All'ambasciata spagnola di Roma il punto sul conflitto con la Catalogna Real Sito di Carditello, accordo con il Touring Club per la promozione della Reggia Busitalia si rinnova: da oggi 24 nuovi mezzi per la flotta di Salerno Anm, accordo raggiunto "con riserva" dei sindacati Suor Orsola Benincasa, oltre 700 partecipanti alla prima edizione dei Job Days Campi Flegrei, individuata la “zona calda” che causò i terremoti degli anni Ottanta BL è a mille, successo per il nuovo store di Claudia Catapano Penisola Sorrentina, riconoscimento speciale all’artista sannita Giuseppe Leone Totò, a New York un docufilm dedicato al principe della risata "Fantasy Day", quattro giorni di eventi a Villa Bruno Ettore Mocella riconfermato alla guida di Confartigianato Campania Confindustria Benevento, successo per "Visit Beneventum" al Ttg di Rimini Il mercato del gioco online: i trend del 2017

kimbo shop ildenaro 016

Ambiente, studio Cnr-Università Parthenope: a Napoli attraversare un tunnel è come fumare

Attraversare la galleria che collega piazza Sannazzaro con il quartiere Fuorigrotta, a Napoli, equivale a "fumare una sigaretta". E' quanto emerge da uno studio condotto da Università Parthenope con il Cnr nell'ambito del progetto "AriaSana" della Regione Campania per monitorare la qualità - appunto - dell'aria. Lo studio è stato condotto nel mese di marzo 2015 e i risultati dopo due anni di lavoro in laboratorio hanno evidenziato una elevata concentrazione di particolato atmosferico, più conosciuto come Pm. La qualità dell'aria è stata misurata nel tunnel "Quattro giornate" di Napoli, così da avere, come ha spiegato il professore Angelo Riccio del Dipartimento di Scienza e tecnologia dell'Università Parthenope, "un hotspot, un contesto definito dove poter calcolare i fattori di emissione di agenti inquinanti da parte dei veicoli, siano essi automobili, autobus, scooter e moto".
Sono state raccolte due serie di campioni su entrambi i lati della galleria, ognuna delle quali rappresenta il ciclo giornaliero "a una risoluzione temporale di 1 ora". Oltre alla concentrazione di Pm, lo studio ha analizzato anche la concentrazione degli idrocarburi policiclici aromatici (Ipa). A causa del volume elevato di traffico, "la concentrazione delle particelle presso l'uscita del tunnel è stata sempre significativamente maggiore rispetto alla concentrazione di ingresso e, a seconda dell'ora del giorno, la concentrazione di PM10 era compresa tra 300 mg/m3, nel primo pomeriggio, e 600 mg/m3 nelle ore di punta all'uscita del tunnel".
In conseguenza di questa concentrazione, come prosegue il professore Riccio, "gli Ipa hanno raggiunto concentrazioni molto alte fino a 1450 ng/m3, e il benzo(a)pirene, un composto considerato cancerogeno, ha raggiunto concentrazioni elevate fino a 69 ng/m3". Valori superiori a quanto previsto dal database dall'Ispra. Nessun allarmismo, però, assicura Riccio, anche perché, trattandosi di uno studio condotto all'interno di un luogo circoscritto: "Non va commesso l'errore di confondere i risultati ottenuti in questo contesto, con i dati normalmente raccolti dalle centraline dell'Arpac che si trovano in altri contesti".
"Ci si aspettava un fattore di emissione per il particolato di circa 55 mg/km-veicolo - spiega - ma quello stimato dalle misurazioni effettuate ai due lati del tunnel è stato circa quattro volte superiore a quello previsto; inoltre, il benzo(a)pirene ha raggiunto un fattore di emissione in media, di 2,7 mg/km-veicolo, circa tre volte superiore a quello previsto dal database Ispra".
I dati completi dello studio saranno presentati domani, insieme con l'Associazione Napoli pedala, nella Bicycle house della galleria Principe, a Napoli, alle 18. "Siamo stati coinvolti qualche anno fa nell'ambito del progetto Aria Sana - dice il presidente Luca Simenone - per il rilevamento della qualità dell'aria a Napoli. Abbiamo fatto montare dei piccoli rilevatori sulle nostre biciclette e andando in giro abbiamo mappato il territorio. I dati dello studio condotto nella galleria preoccupano perché, anche se si tratta di rilevazioni fatte in un contesto definito, i livelli di benzo(a)pirene sono paragonabili a quelli della zona intorno all'Ilva di Taranto".