n63

Log in
NEWS
De Luca allo stadio per Salernitana-Ascoli Confindustria incontra il territorio, venerdì appuntamento a San Marco dei Cavoti Scuola, si avvicina la pausa di Pasqua: stop alle lezioni dal 13 al 18 aprile Voucher, Confesercenti: Occupazione a rischio in 1 impresa su 2 Busitalia, in arrivo 10 nuovi mezzi a Salerno Letteratura, presentato premio nazionale Amerigo delle Quattro Libertà Verdi, continua l'Open space a Roma: c'è anche De Magistris Banco di Napoli Intesa Sanpaolo, Monte di Pietà in vendita: dove nacque la lotta alla usura Disarmiamo l'ignoranza, mostra d'arte a San Giorgio Confindustria, l’impasto che serve all’Europa Nozze d'argento per il Fai: 59 siti aperti solo in Campania Ap, Alfano: A Benevento il primo gruppo provinciale Vincenzo Schiavo eletto presidente di Confesercenri Campania-Molise Imprese di assicurazione, dati in calo ma mercato solido Comune di Napoli, lettera contro il rischiio crac: Dirigenti, recuperate risorse Magna Group assume gli ex Capaldo Ambiente, anche a Napoli iniziative per l'Ora della Terra Avvocati, i matrimonialisti si confrontano sulla nuova condizione dei padri Flora Beneduce (FI): La Regione accolga l'appello dei produttori a difesa dell’olio dei nostri territori Vincenzo Sbrescia (Fare Ambiente): L’Europa al crocevia della storia Chiamarsi Italiano e Cittadino d’Europa. Federalberghi Salerno, indagine sui B&B Fondi europei, un progetto per fare rete: da EUBE e LUPT mano tesa alle imprese Gli sperimentatori e la sindrome del "successo come al solito" Agenzie di stampa, 24 ore di sciopero Napoli, dopo Pasqua via a progetto Bagnoli Borsa mediterranea del Turismo, folla allo stand Blu Hotels per i calciatori del Napoli Confindustria Benevento, il 31 incontro con gli iscritti a San Marco dei Cavoti Mdp, sabato 1° aprile a Napoli la prima assemblea nazionale dei comitati promotori Fondi Ue, De Luca: Rendicontato il 104% del ciclo 2007-2013 Napoli, Bilancio 2017-2019: confermate le tariffe per rifiuti, Imu e Tasi Amministratori professionisti, la sicurezza in condominio: confronto tra categorie Ragazzi incattiviti: la legge del bullismo Credito delle Pmi, 225 mln ai Confidi: domande dal 2 maggio Afragola, sì ai progetti di riqualificazione nei quartieri dellarea Tav

kimbo shop ildenaro 016

Ambiente, studio Cnr-Università Parthenope: a Napoli attraversare un tunnel è come fumare

Attraversare la galleria che collega piazza Sannazzaro con il quartiere Fuorigrotta, a Napoli, equivale a "fumare una sigaretta". E' quanto emerge da uno studio condotto da Università Parthenope con il Cnr nell'ambito del progetto "AriaSana" della Regione Campania per monitorare la qualità - appunto - dell'aria. Lo studio è stato condotto nel mese di marzo 2015 e i risultati dopo due anni di lavoro in laboratorio hanno evidenziato una elevata concentrazione di particolato atmosferico, più conosciuto come Pm. La qualità dell'aria è stata misurata nel tunnel "Quattro giornate" di Napoli, così da avere, come ha spiegato il professore Angelo Riccio del Dipartimento di Scienza e tecnologia dell'Università Parthenope, "un hotspot, un contesto definito dove poter calcolare i fattori di emissione di agenti inquinanti da parte dei veicoli, siano essi automobili, autobus, scooter e moto".
Sono state raccolte due serie di campioni su entrambi i lati della galleria, ognuna delle quali rappresenta il ciclo giornaliero "a una risoluzione temporale di 1 ora". Oltre alla concentrazione di Pm, lo studio ha analizzato anche la concentrazione degli idrocarburi policiclici aromatici (Ipa). A causa del volume elevato di traffico, "la concentrazione delle particelle presso l'uscita del tunnel è stata sempre significativamente maggiore rispetto alla concentrazione di ingresso e, a seconda dell'ora del giorno, la concentrazione di PM10 era compresa tra 300 mg/m3, nel primo pomeriggio, e 600 mg/m3 nelle ore di punta all'uscita del tunnel".
In conseguenza di questa concentrazione, come prosegue il professore Riccio, "gli Ipa hanno raggiunto concentrazioni molto alte fino a 1450 ng/m3, e il benzo(a)pirene, un composto considerato cancerogeno, ha raggiunto concentrazioni elevate fino a 69 ng/m3". Valori superiori a quanto previsto dal database dall'Ispra. Nessun allarmismo, però, assicura Riccio, anche perché, trattandosi di uno studio condotto all'interno di un luogo circoscritto: "Non va commesso l'errore di confondere i risultati ottenuti in questo contesto, con i dati normalmente raccolti dalle centraline dell'Arpac che si trovano in altri contesti".
"Ci si aspettava un fattore di emissione per il particolato di circa 55 mg/km-veicolo - spiega - ma quello stimato dalle misurazioni effettuate ai due lati del tunnel è stato circa quattro volte superiore a quello previsto; inoltre, il benzo(a)pirene ha raggiunto un fattore di emissione in media, di 2,7 mg/km-veicolo, circa tre volte superiore a quello previsto dal database Ispra".
I dati completi dello studio saranno presentati domani, insieme con l'Associazione Napoli pedala, nella Bicycle house della galleria Principe, a Napoli, alle 18. "Siamo stati coinvolti qualche anno fa nell'ambito del progetto Aria Sana - dice il presidente Luca Simenone - per il rilevamento della qualità dell'aria a Napoli. Abbiamo fatto montare dei piccoli rilevatori sulle nostre biciclette e andando in giro abbiamo mappato il territorio. I dati dello studio condotto nella galleria preoccupano perché, anche se si tratta di rilevazioni fatte in un contesto definito, i livelli di benzo(a)pirene sono paragonabili a quelli della zona intorno all'Ilva di Taranto".