n63

Log in
NEWS
Neurochirurgia, i viaggi della speranza cambiano direzione. A Castelvolturno centro eccellenza per scoliosi Ue, incubazione delle start up: 3 milioni di euro con Copernicus Generazione cultura: contributi per i talenti under 27 Napoli, duemila in piazza contro i tagli alle politiche sociali Qr Code Campania, c'è il bando dell'Istituto Zooprofilattico Antonio Parlati confermato alla guida della sezione Editoria di Unione Industriali Napoli Paolo Barrale nuovo presidente di Chic Radio e Tv locali: ecco come saranno ripartiti i contributi pubblici Ischia, il Comune premia 6 imprenditori "maestri di accoglienza" Regione, D’Amelio con De Luca alla stazione di Lioni: Entusiasmo per il ritorno del treno Battimelli, Vuolo e Gallo confermati nel consiglio nazionale Medici Cattolici Maison Signore sbarca a New York: trunk show da Kleinfeld, il tempio dell'alta moda sposa Caserta, si dimettono due assessori: sindaco verso il rimpasto Accurso verso la nomina a segretario generale Uilm Campania Sanità, De Luca: Miracoli per salvare ospedali e posti letto Medici, a Salerno asse con gli chef: via al secondo corso sulla dieta mediterranea Pd, Angelica Saggese nel coordinamento nazionale Mozione Renzi Gianvito Gioia neo comandante dei vigili di Minervino Murge Bullismo, sì a proposta di legge regionale Tarì presenta Jewellery Export Lab Napoli, riapre parcheggio di via Argine Al via ristrutturazione istituto Gentileschi Al via ristrutturazione istituto Gentileschi Humaniter, un concerto per celebrare i vent'anni della fondazione Pmi, segnali positivi nel Mezzogiorno: ecco il rapporto di Confindustria e Cerved Enginfo, tutte le novità per l'efficientamento energetico a EneryMed Mooks presenta i noir anomali di Bruno Pezzella FI inaugura scuola di formazione a Salerno con Gasparri Bando Ismea per giovani imprenditori, si parte Sciuscià nei guai, sequestro della Gdf Figlie di Maria Ausiliatrice, chiude l'istituto di Salerno Thailandia-Campania, asse sull'aerospazio FutureDem apre sede nel Sannio Pasquale Lamberti e Antonio Citro nuovi vertici di FdI-An a Pontecagnano Un geologo in ogni Comune: il piano anti rischio sismico

kimbo shop ildenaro 016

Riprogettare la materia, a Città della Scienza l'"Accademia dei sogni"

  •  Sara Stellabotte
  • Pubblicato in Futura

Dopo le tre grandi rivoluzioni del mondo occidentale (1784, 1870, 1970) è ormai chiaro, anche se è ancora difficile stabilirne l’atto fondante, che siamo nel pieno della quarta rivoluzione industriale e che procede a ritmi serratissimi. Secondo gli esperti tutti gli schemi e le logiche finora conosciute del mercato del lavoro saranno stravolte ed è necessario che l’Italia sia pronta ad accogliere in questo momento di crisi questa nuova opportunità. 

Proprio per rispondere a quest’esigenza nasce Dream Academy (acronimo di Design and Reserach in Advanced Manufacturing), corso internazionale di alta formazione sui temi della fabbricazione digitale e della manifattura avanzata. Il progetto trova in Italia, in particolar modo nel Sud, a Napoli, il luogo e le condizioni migliori per realizzarsi grazie a Città della Scienza. Come spiega il direttore del progetto, Amleto Picerno Ceraso: “La rivoluzione industriale che stiamo vivendo porta con sé possibilità e sfide. Il capitale umano sarà il fattore che farà la differenza: acquisire competenze specializzate è l’unico modo per cogliere le vere opportunità che il digitale sta innescando nella produzione manifatturiera, nell’artigianato e in generale nella costruzione della realtà in cui viviamo. In Italia, e in particolar modo al Sud, c’è una indiscutibile propensione verso al progettazione della materia. Innestare nuove conoscenze in un sapere antico potrebbe essere vitale per il rilancio del lavoro e del futuro del nostro paese”.

L’attività di ricerca verterà su quattro aree specifiche -Architettura e Manifattura avanzata, Biomedicale, Fashion e Design, Beni Culturali e Istallazioni Museali- e su altrettanti settori tecnologici -Digital fabrication, Advanced robotic manufacturing, Data meaning e Internet of everything.

Il programma si avvarrà della partecipazione di docenti di fama internazionali, tra i nomi spiccano quelli di: Madhu Thangavelu, esperto di fabbricazione avanzata e in ambienti non terrestri e consulente NASA per lo sviluppo di tecnologie costruttive robotiche sulla Luna e Marte; Anouk Wipprecht, capostipite della fashiontech revolution; Fabio Gramazio, fondatore a Zurigo del primo laboratorio al mondo di architettura robotizzata; Bruno Siciliano, direttore del Centro di Chirurgia Robotica Icaros e responsabile del laboratorio di robotica Prisma dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.
Gli aspiranti al corso di Alta Formazione della durata di otto mesi saranno selezionati attraverso apposito bando presente nel sito di Città della Scienza. Gli studenti selezionati avranno la possibilità di interfacciarsi con software e tecnologie di ultima generazione presenti nel Dream FabLab (scanner 3D, bracci robotici antropomorfi, stampanti, fresatrici e macchine a tagli laser), potranno seguire da vicino programmi d’incubazione d’impresa ed avere opportunità professionali attraverso la partecipazione a stage con aziende del settore. Obiettivo del progetto è la creazione di figure professionali innovative in grado di confrontarsi con il mercato del lavoro internazionale e che possano cogliere le opportunità offerte da questa nuova rivoluzione industriale per dare uno slancio nuovo al Paese nelle nuove sfide del futuro.