Log in
NEWS
Chiesa, il vescovo di Pozzuoli disconosce i riti "ecumenici" Gruppo Cualbu, via ai lavori di riqualificazione dell'ex Birreria Peroni Capri Startup Competition, vince Carddia: nuova app per la salute Coolsun, made in Italy le vernici innovative per l'isolamento termico Climathon 2017, al via la maratona degli innovatori per rendere le città più green Vini d'Italia del Gambero Rosso, successo per la Campania Digital City: Bruxelles lancia la sfida per città smart Stefano Caldoro: Più fiducia in Ue grazie a Tajani Enel, nuovo Innovation Hub a Mosca Napoli, allarme smog: divieto di circolazione 3 giorni a settimana ma per i Verdi non basta Crediti ex Equitalia, lo Stato vuole svenderli a banche e finanziarie Gaetano Graziano nell'associazione nazionale Direttori di Centri Commerciali Gennaro Capodanno nuovo presidente dell'associazione "Jacopo Sannazaro" Premio Grassi, martedì la premiazione a Salerno Napoli, Caniglia e Gaudini: Dateci la delega alla gestione delle notti di movida Anicav su etichettatura dei derivati del pomodoro: Svolta storica Teatro, al Nuovo di Napoli il debutto de "Le Serve" Sinfonia d'inverno, grande successo per il charity gala a sostegno del Pausilipon L' Esercito di Terracotta dell'imperatore Quin: prima nazionale a Napoli Il sognatore sveglio, a Castel Nuovo la follia dell’Arte di Antonio Ligabue Sanità responsabile, dibattito con il ministro Lotti Top Italian Restaurant, i migliori chef del Belpaese all'estero per Gambero Rosso Agroalimentare: insetti a tavola dal 1º gennaio, ma il 54% degli italiani dice No Nuovi pianeti, un modello della Nasa per cercare ET Ambiente e lavoro, nuovo bando Uia: Bruxelles cerca città innovative Agroalimentare, Masiello (Coldiretti): Bene etichettatura per i derivati dal pomodoro Ravello, prorogato fino al 4 novembre lo spettacolo "Villa Rufolo mille anni di magia" Da bottega a museo: ecco il nuovo Ospedale delle bambole Città della Scienza, sos Cgil: Lavoratori allo stremo Premio Sepe a Orfeo, Grimaldi e allo show Made in Sud. Lavoro e corruzione i temi al centro della sesta De Luca sulla sanità: Stiamo preparando una grande rivoluzione Premio Sepe, Cutolo di Mcl: Un omaggio ai grandi personaggi di Napoli Debiti Pubblica amministrazione, valgono il 3% del Pil: il doppio della media Ue Mozzarella di bufala campana, nel mondo è conosciuta come Pino Daniele e Cannavaro Isa Yachts del gruppo Palumbo presenta in Florida le sue novità per il mercato mondiale

kimbo shop ildenaro 016

Cinema, l'attore Lou Castel ospite del Napoli Film Festival

Lou Castel Lou Castel

È l'attore ribelle Lou Castel l'ospite della seconda giornata del Napoli Film Festival che fino al'1 ottobre animerà molti spazi cittadini con proiezioni, incontri, dibattiti e rassegne. Domani martedì 26 settembre, ore 19 all'Institut Français in Via Francesco Crispi, 86 (Ingresso libero), l'icona del cinema della contestazione, volto cult di autori come Bellocchio, Cavani e Samperi, racconterà insieme al regista Pierpaolo De Sanctis l'esperienza del documentario A pugni chiusi, in cui l'artista 74enne di origini svedesi, nato a Bogotà ma cresciuto a Roma, è attore della sua parabola artistica ed esistenziale.
In mattinata convegno "Cinema in Campania, anno 2017: un passo nel futuro" (Institut Français - ore 10), promosso dal Clarcc (Coordinamento Lavoratori Regione Campania Audiovisivi e Cinema) per illustrare il percorso degli ultimi due anni, culminati con l'approvazione della Legge regionale sul cinema nel novembre 2016 e la successiva pubblicazione dei bandi per la produzione con i fondi Poc, fino alla recentissima emanazione delle misure attuative per il 2017 della Normativa a sostegno all'attività cinematografica. Dopo i saluti di Jean-Paul Seytre, Console di Francia e di Mario Violini, Direttore Napoli Film Festival, i lavori saranno introdotti da Antonella Di Nocera, presidente Clarcc. Interverranno Antonio Borrelli, Angelo Curti, Edoardo De Angelis, Enzo Decaro, Antonietta De Lillo. Parteciperanno il Direttore generale per le politiche culturali e il turismo della Regione Campania, Rosanna Romano e il direttore della Film Commission regionale, Maurizio Gemma.
Durante la giornata continuano le proiezioni dei film in concorso: all'Institut Français lo spagnolo La puerta abierta Marina Seresesky (ore 16) in gara per Europoa/Mediterraneo e Una vita in cambio di Roberto Mariotti per Nuovo Cinema Italia (ore 17.30). I lavori del concorso Schermo Napoli saranno proiettati dalle 10 alle 18:30 al Cinema Hart.
Alle ore 21 al Cinema Hart (Posto unico intero 5,00 euro - Posto unico ridotto 4,00 euro) proiezione di Due per la strada, un classico di Stanley Donen, con Audrey Hepburn e Albert Finney a cinquant'anni dalla sua uscita nelle sale.
Per la retrospettiva dedicata a Raúl Arévalo nella sezione "Percorsi d'autore", sarà proposta la visione di Azul oscuro casi negro all'Instituto Cervantes, ore 18.
Il Napoli Film Festival è organizzato dall'Associazione Napolicinema con il patrocinio Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Regione Campania, Comune di Napoli, Institut Français Napoli, Instituto Cervantes Napoli, Goethe Institut Neapel.

CONSULTA IL PROGRAMMA COMPLETO