Log in
NEWS
Ambiente, Premio San Michele a "L' Oro di Capri" Enel avvia la produzione in Brasile dei due parchi solari più grandi del Sud America Piano ospedaliero e territorio, lunedì a Napoli il ministro Lorenzin Infezioni cutanee, la scoperta made in Italy: così l'organismo le combatte in due mosse Capodimonte, riaprono i prati della Reggia per le Giornate Europee del patrimonio Boom ecobonus: 2,8 milioni di italiani pronti a ristrutturare casa Napoli, via al Bilancio consolidato 2016: stop al divieto di assunzioni Baroque Park, a Villa Bruno viaggio nel mondo dei libri Treno storico Napoli-Pietrelcina, De Luca e Moretti al viaggio inaugurale: Mantenuti gli impegni Incendi, nasce la filiera della prevenzione Aib Confapi Napoli, Falco: serve un'Agenzia per lo sviluppo del Mezzogiorno Napoli, successo per gli Itinerari Unesco al Wtu di Siena Capri, referendum per il futuro di via Krupp: via alla raccolta firme Cooperazione interregionale, nuovo bando Ue da 60 milioni Forza Italia, entra l'ex Idv Di Nardo: Nessun tradimento, torno a casa Festival di Bari sulle buone pratiche delle città europee. C'è anche Napoli Ryanair cerca il riscatto. In inverno nuovi collegamenti Napoli-Malta Conti pubblici: così i derivati possono affossare il bilancio dello Stato Musica, parata di stelle a Roma per "Napoli nel Cuore" Francesco Todisco (Mdp): Eolico, bene i sequestri della Gdf Fisco, indagine Cgia: Campania tra le regioni meno tartassate Cura dei pazienti fragili, a Roma un convegno organizzato da Lucio Romano Moda, nascono 6 imprese al giorno: record di giovani a Napoli Confindustria, Robiglio si candida alla presidenza di Piccola Industria Test di Medicina, boom di irregolarità: 5 atenei nel mirino. C'è anche Napoli Targa in memoria di Giancarlo Siani: un Qr Code per far conoscere la sua storia ai più giovani Mostre, quasi 1.500 persone al Madre per la videoinstallazione di Cerami "Mai Soli", a Salerno il primo gruppo-appartamento per anziani Capri, nasce il Comitato "Via Krupp aperta e pubblica" Trasporti, De Luca annuncia arrivo del bigliettaio a bordo dei bus Trofeo Pulcinella, cento pizzaioli in gara a Napoli Evasione fiscale da 1,5 mln: sequestrata coop che lavora per le Fs Palasport delle Fiamme Oro di Roma intitolato al napoletano Aurelio Santoro Rossi, Viesti, Laterza e le vexata questio M Provinciali a Caserta, in corsa sei liste e due candidati alla presidenza

kimbo shop ildenaro 016

Complesso del Purgatorio ad Arco, nuove aperture alla chiesa delle 'capuzzelle'

  •  di Sara Stellabotte
  • Pubblicato in Culture
Ideata nel Seicento come luogo di sepoltura per le classi sociali più povere della popolazione, la chiesa del Purgatorio ad Arco nel cuore del centro storico della città rappresenta uno dei luoghi di culto più significativi del capoluogo partenopeo.
A partire da oggi, lunedì 11 settembre, il complesso monumentale (costituito da chiesa, ipogeo e museo) amplia la sua offerta con l'estensione degli orari di apertura dal lunedì al sabato fino alle ore 18.00 e la domenica fino alle 14.00 e con visite guidate straordinarie anche in orario serale.
L'iniziativa, come ha sottolineato Francesca Amirante, curatrice del complesso, rappresenta “un ulteriore passo per rendere sempre più disponibile e fruibile un luogo fondamentale della città a cittadini, visitatori e turisti sempre in crescente aumento”. Il legame tra Purgatorio ad Arco e territorio si consolida sempre di più anche grazie alla nuova funzione acquisita dalla sagrestia come spazio di incontro e formazione per i bambini e i giovani del quartiere attraverso laboratori e corsi dopo scuola.
La chiesa è conosciuta con l'appellativo di chiesa “de' 'e cape 'e morte” o delle “capuzzelle” per la presenza delle catacombe e di numerosissimi teschi di anime anonime che la tradizione vuole fossero curate e adottate dal popolo, in particolar modo dalle donne, diventando attraverso la preghiera intermediari privilegiati tra il mondo dei vivi e quello dei morti; alle anime, infatti, venivano chieste grazie e benedizioni. Tra le anime adottate dal popolo, celebre è quella della principessa Lucia, con il suo velo da sposa, a cui le donne ancora oggi affidano, le loro richieste di grazia. Varcando la soglia della piccola chiesa il visitatore inizia un verso e proprio viaggio nella cultura napoletana attraverso i capolavori di Massimo Stanzione, Luca Giordano, Andrea Vaccaro e il simbolico Teschio alato di Dionisio Lazzari.