Log in
NEWS
Chiesa, il vescovo di Pozzuoli disconosce i riti "ecumenici" Gruppo Cualbu, via ai lavori di riqualificazione dell'ex Birreria Peroni Capri Startup Competition, vince Carddia: nuova app per la salute Coolsun, made in Italy le vernici innovative per l'isolamento termico Climathon 2017, al via la maratona degli innovatori per rendere le città più green Vini d'Italia del Gambero Rosso, successo per la Campania Digital City: Bruxelles lancia la sfida per città smart Stefano Caldoro: Più fiducia in Ue grazie a Tajani Enel, nuovo Innovation Hub a Mosca Napoli, allarme smog: divieto di circolazione 3 giorni a settimana ma per i Verdi non basta Crediti ex Equitalia, lo Stato vuole svenderli a banche e finanziarie Gaetano Graziano nell'associazione nazionale Direttori di Centri Commerciali Gennaro Capodanno nuovo presidente dell'associazione "Jacopo Sannazaro" Premio Grassi, martedì la premiazione a Salerno Napoli, Caniglia e Gaudini: Dateci la delega alla gestione delle notti di movida Anicav su etichettatura dei derivati del pomodoro: Svolta storica Teatro, al Nuovo di Napoli il debutto de "Le Serve" Sinfonia d'inverno, grande successo per il charity gala a sostegno del Pausilipon L' Esercito di Terracotta dell'imperatore Quin: prima nazionale a Napoli Il sognatore sveglio, a Castel Nuovo la follia dell’Arte di Antonio Ligabue Sanità responsabile, dibattito con il ministro Lotti Top Italian Restaurant, i migliori chef del Belpaese all'estero per Gambero Rosso Agroalimentare: insetti a tavola dal 1º gennaio, ma il 54% degli italiani dice No Nuovi pianeti, un modello della Nasa per cercare ET Ambiente e lavoro, nuovo bando Uia: Bruxelles cerca città innovative Agroalimentare, Masiello (Coldiretti): Bene etichettatura per i derivati dal pomodoro Ravello, prorogato fino al 4 novembre lo spettacolo "Villa Rufolo mille anni di magia" Da bottega a museo: ecco il nuovo Ospedale delle bambole Città della Scienza, sos Cgil: Lavoratori allo stremo Premio Sepe a Orfeo, Grimaldi e allo show Made in Sud. Lavoro e corruzione i temi al centro della sesta De Luca sulla sanità: Stiamo preparando una grande rivoluzione Premio Sepe, Cutolo di Mcl: Un omaggio ai grandi personaggi di Napoli Debiti Pubblica amministrazione, valgono il 3% del Pil: il doppio della media Ue Mozzarella di bufala campana, nel mondo è conosciuta come Pino Daniele e Cannavaro Isa Yachts del gruppo Palumbo presenta in Florida le sue novità per il mercato mondiale

kimbo shop ildenaro 016

“Una vita per l’arte”, a Guardia Sanframondi retrospettiva dedicata a Giovanni Mancini

Per non dimenticare l’opera e l’uomo. Domenica 20 agosto alle ore 19 presso la Galleria Domus Mata di Guardia Sanframondi (Benevento) apre al pubblico “Una vita per l’arte”, la retrospettiva dedicata a Giovanni Mancini.
Si tratta di un’ampia selezione di lavori che ricostruisce con puntualità un percorso di ricerca sviluppato con coerenza dalla seconda metà degli anni ’70 al primo decennio del nuovo millennio e incentrato nell’indagine delle possibilità espressive della scultura. Su di essa l’artista ha investito tutta la propria energia creativa nell’intento di costruire un rapporto dialogico tra la forma e lo spazio, attraverso un’azione strutturante sempre attenta agli esiti della contemporaneità eppure attenta alle istanze della tradizione.
La scultura, infatti, ha rappresentato il linguaggio privilegiato, con cui esplorare la realtà e raccontare la propria esperienza del mondo. Non a caso Giovanni Mancini ha mantenuto sempre chiaro l’obiettivo di una sperimentazione che non poteva prescindere da un’azione formativa e strutturante, capace di caratterizzare ogni intervento scultoreo in maniera peculiare nel campo della ricerca plastica.
La mostra e il catalogo, Edizioni Gangemi, che lo accompagnano, progettati e curati da un team di studiosi – Giovanna Cassese, Luigi Fiorletta, Loredana Rea, Gabriella Spizzuoco, Donato Marrocco, Gianluca Mancini e Caterina Tarantino - restituiscono alla sua ricerca artistica l’interezza e la complessità, seguendo i tempi e i modi di un racconto fatto di segni che prendono corpo nello spazio.
Un racconto che ha unito lo svolgersi dell’intera esistenza del compianto artista guardiese, divisa tra l’impegno verso l’arte e la necessità di trasmettere ai più giovani la passione per la scultura, disciplina di vita prima che esigenza espressiva.
Nella stessa giornata è previsto, da parte delle Poste Italiane, un annullo filatelico con l’immagine della “scheggia di luna” realizzata da Giovanni Mancini nel 1998.